Aperte le candidature per la selezione del nuovo Difensore Civico

difensore civico 21/12/2008 - L’Amministrazione comunale informa che sono aperti i termini per presentare le candidature alla carica di Difensore civico per il prossimo triennio.

Sostituirà l’avvocato Francesco Conti che sta per concludere il proprio mandato. La domanda, in carta semplice, può essere presentata sia da singoli cittadini, sia da associazioni o gruppi i quali dovranno invece indicare il nominativo di un cittadino. Le candidature dovranno pervenire al Sindaco entro il prossimo 17 gennaio secondo le modalità previste dal regolamento disponibile presso l’Ufficio relazioni con il pubblico (info 800 580084).

I requisiti richiesti per presentare la candidatura sono l’esperienza e la preparazione acquisite per incarichi o funzioni svolte in enti pubblici, privati, associazioni, organizzazioni, organismi di carattere civile, giuridico e sociale. All’atto della candidatura gli interessati non devono ricoprire incarichi o funzioni in organizzazioni politiche o sindacali. La nomina del nuovo Difensore civico, come noto, viene fatta dal Consiglio comunale. Il Difensore civico dispone di un proprio ufficio nella sede comunale e gode del trattamento indennitario pari alla metà dell’indennità spettante alla carica di assessore comunale.

Compito del Difensore civico è quello di agire a tutela dei diritti e degli interessi dei cittadini in attuazione delle leggi, del presente statuto e dei regolamenti del Comune. In sostanza, o d’ufficio o sulla base delle segnalazioni pervenute, contribuisce ad assicurare un miglior risultato dell\'azione amministrativa finalizzando il proprio intervento ad una costruttiva collaborazione e al perseguimento dell\'interesse pubblico. Il difensore civico svolge il proprio incarico in piena indipendenza dagli organi del Comune. Ha diritto di accedere a tutti gli atti e non può essergli opposto il segreto d\'ufficio. I cittadini singoli o associati hanno facoltà di rivolgere al Difensore civico, sotto forma di istanza, anche oralmente, proteste e reclami contro gli abusi commessi, nell’esercizio delle funzioni, dagli organi elettivi e burocratici. Il Difensore civico interviene qualora ritenga possa configurarsi lesione di un diritto soggettivo, di un interesse legittimo o di una norma diretta a presidiare interessi che i cittadini vantano in quanto tali.

Il Difensore civico formalizza ed inoltra all\'autorità competente tutti i reclami concernenti disfunzioni di pubblici servizi, qualora agli stessi non sia stata data risposta dagli organi competenti nei tempi previsti dalla legge, dallo statuto e dai regolamenti. Quando la disfunzione dipende da un comportamento attivo od omissivo del preposto, il difensore civico interviene presso l’autorità sovraordinata per ottenerne la cessazione. Qualora la disfunzione origini da un atto amministrativo ne chiede la revoca o l’annullamento d’ufficio.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-12-2008 alle 01:01 sul giornale del 22 dicembre 2008 - 1193 letture

In questo articolo si parla di difensore civico, attualità, jesi, Comune di Jesi