\'La Vita Vale\' per celebrare i 60 anni della Dichiarazione Universale dei diritti umani

2' di lettura 31/12/2008 - Martedì 6 gennaio 2009 al Teatro \"Valeria Moriconi\" di Jesi serata di Musica Teatro Impegno: \"La Vita Vale\", per celebrare i 60 anni della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.

Martedì 6 gennaio alle ore 17 al teatro \"Valeria Moricone\" di Jesi, il gruppo “Fuoritempo” di San Michele al Fiume (PU), propone l’interessante ed originale iniziativa dal titolo “La Vita vale”. L’appuntamento ad ingresso libero, organizzato con la collaborazione della Consulta per la Pace di Jesi, ha l\'obiettivo di celebrare i sessanta anni della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.



Una serata di teatro, impegno e musica con le note dei “The Flanders quasi Orchestra” di Mondavio e de \"Le Opportunità e il Ragazzo indescrivibile”. La Dichiarazione Universale dei Diritti Umani è un documento che fu firmato a Parigi il 10 dicembre 1948, la cui redazione venne promossa dalle Nazioni Unite perché avesse applicazione in tutti gli stati membri. La Dichiarazione è la base di molte delle conquiste civili della seconda metà del XX secolo.



Al interno della \"Campagna Palestina Solidarietà\", Fuoritempo, insieme all\'Associazione Ya Basta Marche e Resistenza Solidale In solidarietà con le popolazioni di Gaza, nei giorni più sanguinosi per la Palestina dal 1967, per la resistenza contro l’occupazione e l’oppressione del popolo palestinese, organizzano degli incontri con Adnan Ateyah Salem Ramadan, sociologo ed attivista palestinese, studioso in risoluzione e trasformazione dei conflitti. “Palestinesi: l’occupazione nella vita quotidiana - I diritti negati di un popolo” in programma a Pesaro presso la biblioteca San Giovanni, martedì 13 gennaio, e a Jesi al Centro Sociale Autogestito TNT, il mercoledi 14 dalle ore 19.



Adnan Salem è da tempo impegnato nella difesa dei diritti umani e della causa palestinese in diverse iniziative nonviolente. Attualmente ricopre la carica di direttore esecutivo di OPGAI (Occupied Palestinian and Golan Hights Advocacy Initiative), una coalizione di 14 organizzazioni della società civile. Informare (e informarsi) anche questo è dare voce al nostro dissenso Nell’assordante silenzio della comunità internazionale è fondamentale una ripresa della solidarietà con la popolazione palestinese. Dopo le date nelle Marche Adnan Ateyah Salem Ramadan parteciperà ad altri incontri in Italia. Sarà a Reggio Emilia, Parma, Treviso, Milano, Napoli e Roma.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-12-2008 alle 01:01 sul giornale del 31 dicembre 2008 - 1921 letture

All'articolo è associato un evento

In questo articolo si parla di attualità, jesi, marche, associazione, ya basta!, Ya Basta! Marche





logoEV