Quantcast

Montecarotto: \'Passaparola a teatro al prezzo di una birra\' prosegue con Dissonorata

dissonorata 3' di lettura 21/01/2009 - “Passaparola a teatro al prezzo di una birra”, 11^ stagione di Teatro Giovani, prosegue il 22 gennaio alle ore 21,15 al Teatro Comunale di Montecarotto, con lo spettacolo DISSONORATA che ha vinto importanti premi e riconoscimenti tra cui il doppio Premio UBU 2007 quale “Migliore attore” e “Migliore novità italiana”. Un racconto commovente, grottesco e surreale, sospeso sul filo di un’amara ironia.

Prosegue “Passaparola... a Teatro al Prezzo di una birra”, Stagione di teatro giovani curata nella direzione artistica ed organizzativa dal Teatro Pirata, promossa dalla Fondazione Pergolesi Spontini, dall’Assessorato alla Cultura e Spettacolo del Comune di Jesi e dai Comuni di Maiolati Spontini, Montecarotto, Monte San Vito e San Marcello, con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, della Regione Marche e della Provincia di Ancona. Collaborano alla stagione l’Assessorato ai Servizi Sociali ed educativi del Comune di Jesi, l’Ambito Territoriale Sociale IX e il Coordinamento dei Cag Centri di Aggregazione Giovanile. Sponsor: UBI-Banca Popolare di Ancona.




La stagione, giunta all’11^ edizione, propone giovedì 22 gennaio alle ore 21,15 al Teatro Comunale di Montecarotto lo spettacolo DISSONORATA che ha vinto importanti premi e riconoscimenti tra cui il doppio Premio UBU 2007 quale “Migliore attore” e “Migliore novità italiana”, ed il Premio Ugo Betti per la drammaturgia 2008. Lo spettacolo è stato inoltre Finalista al Premio ETI “Gli Olimpici del Teatro 2007” nella categoria per il “Migliore interprete di monologo”. Saverio La Ruina per la compagnia Scena Verticale, scrive dirige e recita una storia che ci racconta seduto su una sedia, con pochi gesti, in calabrese stretto, facendoci sorridere e commuovere. In scena, dietro di lui, e senza mai guardare verso il pubblico, è un musicista che fa piangere i suoi strumenti, Gianfranco De Franco.




Da oltre un decennio La Ruina vuole rompere muri i gomma e omertosi della sua terra, la Calabria; cerca di scalfire, graffiandola, la patina di stantio, la coltre di polvere e calcare, di lava e cenere sedimentatasi sui rapporti interpersonali. Partendo dunque dalla “piccola” ma emblematica storia di una calabrese, lo spettacolo offre lo spunto per una riflessione sulla condizione delle donne in generale. Poco è permesso alle donne del sud, di tutti i Sud del mondo. In molte culture la loro rispettabilità viene ancora misurata con l’identificazione culturale a modelli preesistenti, e l’onore è testimoniato dalle miti pretese, dalla testa bassa come buoi, dal parlar poco.




Nello spettacolo risuonano molteplici voci femminili: voci di donne del sud, di madri, di nonne, di zie, di loro amiche e di amiche delle amiche… Un racconto tragico e commovente ma al tempo stesso grottesco e surreale, sospeso sul filo di un’amara ironia. Ingresso a 8 euro per il pubblico al di sotto dei 25 anni e per gli studenti universitari, il biglietto biglietto intero è pari a 12 euro, per i gruppi scolastici il costo invece è di 5 euro. Biglietti in vendita presso la biglietteria del Teatro Pergolesi da martedì a sabato dalle ore 9.30 alle 12.30 e dalle 17 alle 19.30 e un’ora prima dell’inizio dello spettacolo presso il teatro di Montecarotto.



INFORMAZIONI:

Biglietteria Teatro Pergolesi. Tel. 0731/206888 – Fax 0731/224105 e-mail: biglietteria@fondazionepergolesispontini.com

Teatro Pirata 0731/56590 e-mail: box@teatropirata.com









Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-01-2009 alle 01:01 sul giornale del 21 gennaio 2009 - 1002 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, fondazione pergolesi spontini





logoEV
logoEV