Paradisi: Luana Angeloni lascia la politica? Le restano le pensioni

paradisis 02/02/2009 - \"Non mi unisco al coro ipocrita e servile di chi finge di strapparsi le vesti per il ventilato abbandono dalla politica della signora Angeloni\".

Quando una funzionaria di partito, con nessun altro merito politico se non quello di avere obbedito al vademecum della cellula, lascia la politica, è un giorno di sollievo. Inutile elencare i danni che questa signora ha arrecato alla città (sono sotto gli occhi di tutti). Come inutile è sottolineare il fatto che l’Angeloni (semmai davvero lascerà la politica) ha tentato tutte le strade per strappare al partito un’altra candidatura. Qualcuno ha detto basta. E ora piange pubbliche lacrime di coccodrillo. Affari loro. Pagine di provincialismo. Resta un discorso più ampio da fare.




La partitocrazia (mai seppellita) ha creato un esercito di mantenuti. Gente vissuta con la politica, cresciuta di politica, foraggiata dalla politica. Gente che non ha mai conosciuto il sacrificio del lavoro nella società civile: che ha vissuto di aspettative, di incarichi a termine che non terminavano mai, di nomine e candidature piovute dall’alto. Gente che non ha mai sudato sopra un concorso, che non ha mai tirato la cinghia perché era difficile arrivare a fine mese. Che non ha mai lottato per ottenere il riconoscimento di un diritto perché a loro tutto è sempre stato dovuto.




Gente che, come i caporali di Totò, ha sempre mostrato il volto feroce ai deboli e si è prostrata ai potenti. Gente che non ha mai lottato contro la piaga delle raccomandazioni rivendicando il proprio merito frustrato, perché loro sono sempre stati dall’altra parte. Gente che non ha mai mantenuto la schiena dritta, perché in certa politica non è mai stato conveniente. Gente di cui la società civile avrebbe fatto e farebbe volentieri a meno. Ecco perché quando un funzionario di partito dichiara di lasciare il baraccone del potere, è bene lasciare da parte i convenevoli. A Luana Angeloni che ha annunciato il ritiro a vita privata, restano le pensioni pubbliche della casta da quasi diecimila euro al mese. Tornerà ad insegnare. Auguri di cuore a quei bambini.


da Roberto Paradisi
Liberi x Senigallia




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-02-2009 alle 01:01 sul giornale del 02 febbraio 2009 - 5886 letture

In questo articolo si parla di roberto paradisi, liberi x senigallia, politica, roberto paradisi liberi per senigallia


Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

alterato

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Non so se riuscirei in poche righe ad esprimere tanto astio, disprezzo e odio personale per una persona come ha fatto il sig.Paradisi, anzi il consigliere comunale Paradisi, nei confronti di Luana Angeloni.<br />
Probabilmente la sig.ra Angeloni deve avergli sgozzato qualche familiare, oppure deve avergli tolto il pane di bocca in un momento (non in questo periodo) in cui la fame lo attanagliava.<br />
O forse gli ha strappato le unghie dei piedi mentre aveva promesso semplicemente di tagliargliele....ecco, anche avesse fatto tutto questo, sarebbe difficile esprimere tanto odio in poche righe!<br />
Magari la sig.ra Angeloni è molto molto peggio di Paradisi però i senigalliesi per ben due volte le han dato fiducia....ah...scusate, dimenticavo la teoria sul popolo bue etc etc etc. che vale però solo quando il popolo bue non vota per te!<br />
Ma per favore..........

pippo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

In tutta franchezza, quanto scritto dal consigliere Paradisi mi sembra veramente eccessivo. Vorrei che la politica restasse all\'interno del confronto, della contrapposizione su idee diverse di governo della cosa pubblica e non scadesse al livello delle critiche alla persona e alla sua esperienza politica. <br />
Non fa onore a nessuno. Oggi non lo fa al consigliere Paradisi, che in altre situazioni dimostra, al contrario, di avere a cuore gli interessi della città. Questi attacchi osì \"feroci\" e gratuiti alla carriera politica del sindaco Angeloni non hanno nulla a che fare con le modalità e le idee con le quali la signora Angeloni ha svolto il proprio ruolo di sindaco. <br />
Critichiamo piuttosto le sue scelte amministrative, se del caso, proponendo alternative credibili. <br />
La politica che cura il bene dei cittadini si eleva dal livello delle piccole, grandi schermaglie sul piano personale.

Questo articolo è uno dei migliori che abbia mai letto...<br />
Meditate, gente, meditate...<br />
Altro che astio!

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

roberto paradisi

Evidentemente anche la mamma dei beoti è sempre incinta. Chi legge odio e disprezzo in questo articolo nei confronti della signora Angeloni, o è in malafede o è appunto un \"beota\". Politicamente ritengo la signora Angeloni il peggior sindaco dagli anni ottanta ad oggi, ma non esprimo alcun giudizio sul lato personale nei confronti del primo cittadino. Il discorso sulla \"casta\" (di cui senza dubbio la signora Angeloni fa parte) prescinde dalla persona e vale per tutta (e dico tutta) la classe dei politicanti italiani. Siano essi di destra o di sinistra, di Alleanza Nazionale o del Pd, di Forza Italia o di Rifondazione. Parlo da cittadino indignato di dover pagare a migliaia di politicanti pensioni d\'oro e rendite permanenti. E parlo da cittadino che non ha mai vissuto di politica, nè intende farlo. Chi lavora otto-dieci ore al giorno, compreso il sabato (e sono tanti cittadini che lo fanno) capisce che nelle mie parole non vi è alcun risentimento personale verso l\'Angeloni, ma vi è la condanna verso un sistema feudale che non è più accettabile. Un sistema che allontana la \"casta\" dalla società civile facendo perdere alle persone il conttato vero con la realtà quotidiana. Lo si volgia o no, questi politici sono i nuovi signori feudali di questo Paese. E le logiche feudali vanno combattute.

Vercellik

Per il nostro simpatico e Sempre Ottimo Paradisi le pensioni maturate parrebbero essere una colpa, mi chiedo se possa arrivare a pensare che <b>la proprietà privata è un furto</b>, sarebbe una presa di posizione idelogica davvero ardita che farebbe del sempre ottimo e simpatico Paradisi anche un coraggioso della politica italiana e senigalliese.<br />
Che mondo sarebbe senza Paradisi?

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Mauri

Che tristezza! <br />
Quando il confronto politico trascende all\'offesa personale sta a significare il basso profilo di chi altra strada non ha da percorrere se non quella della denigrazione personale dell\'avversario. <br />
Finalmente abbiamo trovato l\'unico Buon Sammaritano che è in politica per puro spirito civico e che può, logicamente per queste sue qualità, spargere fango su tutti gli altri.<br />
Le auguro di raccogliere, alle prossime elezioni, lo stesso numero di preferenze che ha ottenuto chi ha tanto elegantemente denigrato.<br />
Che tristezza!

Non pensavo che l\'invidia potesse portare tutto questo astio...<br />

Commento modificato il 02 febbraio 2009

Evidentemente Roberto Paradisi ha ritenuto di intervenire (accade di rado), perchè si è accorto che il suo comunicato è andato un peletto oltre le righe, se non altro per una questione di garbo e buon gusto.<br />
Difficile anche sostenere un giudizio tanto severo sul politico -a prescindere dal merito- senza estenderlo alla persona, ma questo rientra nelle regole del gioco e chi si mette sotto i riflettori sa di non poter piacere a tutti.<br />
Vorrei però dire a Paradisi, che politicamente non riesco a seguire ma che intellettualmente ha una sua apprezzabile coerenza, che non è l\'essere \"professionista\" della politica a marchiare in senso negativo o positivo l\'operato di un amministratore, ma la serietà, la correttezza, l\'etica e la competenza che esprime.<br /> Sulla gestione Angeloni ci sarà modo, credo e spero, di discutere a fondo quando questa maggioranza si presenterà alla città per essere giudicata. Stride anche che molti in Italia (politici ma non solo) possonano godere di privilegi borbonici soprattutto con una crisi tremenda in corso. Va bene, anzi va male. Ma riguardo al \"mestiere\" del politico Paradisi sbaglia, a mio avviso. <br />
Se il politico nella vita fa solo quello, ma lo fa bene e onestamente, qual\'è il problema? Se alla fine del suo mandato, perchè sempre dalle urne si passa e il licenziamento deve essere un rischio del mestiere (ma questo è un altro discorso), ha fatto il bene della comunità e non gli sono rimaste briciole attaccate alla mano, qual\'è il problema? Per questo, l\'intervento di Paradisi mi sembra troppo venato di demagogia a prezzi di saldo. Come ripeto, al di là del merito.

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

In linea di massima, in forma astratta, io credo che Paradisi dica cose sostanzialmente corrette, sempre che non siano riferite a persone singole.Per quanto riguarda la politica da noi un giovane politico ha almeno 50 anni, negli Stati Uniti il Presidente 45.<br />
Però allora alzerei il tiro, passando dai politici ai notai, agli avvocati, ai medici ai dirigenti ecc. ecc. che magari lasciano la loro attività ai figli. Guardate i medici, per quanti anni gli esami di ammissione all\'Università sono stati truccati, gli scandali sono sotto gli occhi di tutti.<br />
Se ragioniamo in questo modo sono d\'accordo, però mi sembra che queste cose le abbia già dette qualcun\'altro, che ne so, magari Bertinotti, oppure Vendola o Diliberto. Porca miseria hai visto mai che Paradisi sia di estrema sinistra e non lo abbia ancora capito?

............sinceramente sentendo gli umori della citta\' sembra che la maggioranza dei senigalliesi sia molto felice che la Signora Angelone se ne vada.........

Nervoso avvocà?<br />
A parte il qualunquismo spicciolo del discorso generale...la prima parte del suo discorso è una sequela di astiose contumelie che non hanno niente di politico!<br />
Io sarò beota ma lei è davvero fuori luogo!


Amici, Senigalliesi, compatriotti, prestatemi orecchio; io vengo a salutare l\'Angeloni, non a lodarla. Il male che le donne fanno sopravvive loro; il bene è spesso sepolto con le loro ossa; e così sia per l\'Angeloni. Il nobile Paradisi v’ha detto che l\'Angeloni era ambiziosa: se così era, fu un ben grave difetto: e gravemente l\'Angeloni ne ha pagato il fio. Qui, col permesso di Paradisi e degli altri – ché Paradisi è uomo d’onore; così sono tutti, tutti uomini d’onore – io vengo a parlare al commiato politico dell\'Angeloni. Ella fu mia amica, fedele e giusta verso di me: ma Paradisi dice che fu ambiziosa; e Paradisi è uomo d’onore. Molti prigionieri egli ha riportato a Senigallia, il prezzo del cui riscatto ha riempito il pubblico tesoro: sembrò questo atto ambizioso nell\'Angeloni? Quando i poveri hanno pianto, l\'Angeloni ha lacrimato: l’ambizione dovrebbe essere fatta di più rude stoffa; eppure Paradisi dice che lei fu ambiziosa; e Paradisi è uomo d’onore. Tutti vedeste come al Lupercale tre volte gli presentai una corona di zarina che Lei tre volte rifiutò: fu questo atto di ambizione? Eppure Paradisi dice che Lei fu ambiziosa; e, invero, Paradisi è uomo d’onore. Non parlo, no, per smentire ciò che Paradisi disse, ma qui io sono per dire ciò che io so. Tutti la amaste una volta, né senza ragione: qual ragione vi trattiene dunque dal piangerla? O senno, tu sei fuggito tra gli animali bruti e gli uomini hanno perduto la ragione. Scusatemi; il mio cuore giace là nello scranno vuoto lasciato dall\'Angeloni e debbo tacere sinché non ritorni a me. <br />
<br />
--- -<br />
Dal Giulio Cesare di Shakespeare, (atto III, scena 2) ogni rif. a persone, cose o amministrazioni è puramente casuale e involontario.<br />

Consigliere, potrei anche essere daccordo con lei.<br />
Ma allora nel comunicato si doveva indicare \"...l\'abbandono della politica da parte del Sindaco ed ex senatrice (o deputata?) Angeloni...\" e non \"...della signora Angeloni\".

Come lo sai, hai fatto un sondaggio?<br />
<br />
Parla per te che è meglio.

Mi pare che l\'avvocato Paradisi non faccia altro che esprimere una opinione molto diffusa, oggi. Disprezzo? Mah, sinceramente io lo sento per il metodo, non per la persona. Perché mi pare che Paradisi voglia dire che la politica non deve essere un mestiere ma un impegno civico. <br />
<br />
La sua è peraltro una opinione comune, oggi. Perché il mondo è cambiato. All\'antico sacrificio di chi voleva il progresso \"delle masse\" e per questo rinunciava ad una professione per dedicarsi ad un partito (i famosi \"funzionari\"), si è sostituito un percorso grazie al quale un giovane \"si mette al servizio di\", intanto che il suo \"capo\" fa carriera. Poi toccherà a lui. La base spinge il vertice che a sua volta fa progredire la base, in una moltiplicazione dei pani e dei pesci grazie ai mille incarichi non solo politici, ma nei mille luoghi controllati dai partiti (vi ricordate il balletto per il primariato di chirurgia?)<br />
<br />
Io non so quale sia l\'alternativa migliore tra \"i funzionari\" e \"i volontari\". Entrambe le alternative hanno i loro pro e contro. Forse questo potrebbe essere uno spunto su cui riflettere. Magari tra chi è capace di andare oltre l\'insulto verso chi comunica apertamente la sua visione del mondo. Fosse anche l\'avvocato Paradisi con la sua indubbia \"crudezza\". Perché l\'insulto non è mai democrazia, a mio avviso.<br />

Vabbè ma che parlo a fare?<br />
Se parlo insulto mentre Paradisi è crudo!<br />
Vede signora Paradisi, lei che insegna e quindi dovrebbe sapere...questi sono i metodi che la democrazia ha per scegliere la propria classe dirigente!<br />
E se il popolo sbaglia a votare se ne assume la responsabilità!<br />
Poi star qui a far teoria sul comportamento dei nostri politici locali è esercizio divertente ma molto meno complicato di chi, come il nostro sindaco, tutte le mattine deve prendere decisioni...però come dice Paradisi....questa cosa è semplice perchè lei obbedisce al vademecum della cellula!<br />
Se Paradisi è un rozzo io nn lo so, non lo conosco!<br />
Ma so che se qualcuno vuole cambiare le cose, a Senigallia o in altre realtà...alza il culo e si impegna...lo faccia anche lei prof!<br />
Io l\'ho fatto per 9 anni ed ho visto molti meno magnamagna di quelli che Paradisi o i suo omonimi vogliono far passare!<br />
Si impegni Prof....Marcantoni insegna...si può vincere...oppure i senigalliesi hanno sbagliato anche quella volta???<br />

(commento ripetuto in quanto partito come anonimo e non mi sembrava corretto)<br />
Il fatto stesso che Lei dia del Beota a che la critica sta a significare lo spirito con cui affronta le questioni e quindi chi non è con Lei è un beota.<br />
Ma, attenzione, quella mamma mette al mondo beoti che non sanno leggere, beoti che non capiscono ciò che leggono, beoti che non capiscono ciò che scrivono e beoti, come me, presuntuosi che capiscono quel che leggono anche se lo devono fare due o tre volte.<br />
E\' facile dire tu fai parte di quel partito, tutti quelli di quel partito sono farabutti, ma io non mi riferivo personalmente a te.<br />
E\' facile scagliarsi contro il politicante che usa la politica ad uso personale, ormai è un luogo comune, cosa strana però che chi fa questa critica è a sua volta un politico.<br />
Lei è sicuro che il suo ruolo politico non le sia servito, magari indirettamente, utile nella sua professione privata? Tanto da ergersi a censore?<br />
A volte un pò più di umiltà e signorilità non guasta.

Ah, era un discorso in generale...<br />
Ella ci scuserà se noi beoti abbiamo frainteso frasi come questa:<br />
<b>Quando una funzionaria di partito, con nessun altro merito politico se non quello di avere obbedito al vademecum della cellula, lascia la politica, è un giorno di sollievo.<br />
</b><br />
<br />
Certamente non c\'è alcun livore in una affermazione del genere, che, tra l\'altro, è abbastanza erronea poiché una donna eletta al Senato e sindaco per ben due volte qualche \"merito politico\" dovrebbe pur averlo.<br />
<br />
Almeno se nel frattempo non sono cambiate le regole della democrazia e valgono solo i voti ottenuti da coloro che ci sono vicini politicamente o personalmente.<br />
<br />
E certamente una critica come questa-<b>Politicamente ritengo la signora Angeloni il peggior sindaco dagli anni ottanta ad oggi, ma non esprimo alcun giudizio sul lato personale nei confronti del primo cittadino</b>- è certamente oggettiva e scevra da ogni pregiudizio personale e da ogni conflitto di interessi intercorso tra Paradisi e l\'amministrazione Angeloni.<br />
<br />
Giusto per fare un confronto tra sindaci della stessa area politica, io ritengo che la Angeloni abbia superato di molto la gestione del suo predecessore Mariani, ma queste sono opinioni personali di scarso interesse.<br />
<br />
Sulla casta le critiche mi sembrano giuste e condivisibili, ma è strano che siano solo una appendice alla vicenda Angeloni e non una battaglia politica sostenuta con forza negli anni trascorsi a fare le barricate davanti al palazzo Gherardi.

karin Grüner

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Non per criticarla perché con lei e il sig. mauri si rischia grosso, intruso, ma mi pare che la \"Prof\" come lei la chiama, la politica la faccia già ogni volta che scrive e dice la sua neanche tanto velatamente e mai nel politichese che nessuno capisce. Certo è una politica \"apartitica\" seppure dichiaratamente di \"sinistra\". Ma scusi, intruso, per lei fare politica significa solo una frenetica caccia ad un incarico? E se alla \"Prof\" non gliene fregasse niente degli incarichi come più di una volta ci ha detto? E\'proprio impensabile una posizione del genere per chi come lei, intruso, dice \"io l\'ho fatto per 9 anni\"? A parte il fatto che non gliel\'ha ordinato il dottore (mi sembra quelle madri che dicono \"con tutto quello che ho fatto per te!\") mi piacerebbe sapere cosa vuol dire per lei la parola \"politica\". Ho paura che la sua idea si avvicini un po\' troppo a quella condannata dal nostro baldo avvocato.

Che la Sig.ra Angeloni torni ad insegnare mi sembra poco credibile, considerato che, negli unici due anni vacanti della sua carriera politica è tornata alla scuola ma con un incarico distaccato creato ad hoc per lei.<br />
Se tornasse a scuola non farebbe che bene, considerato che il suo posto di ruolo è stato occupato per circa 3 lustri da incarichi annuali creando notevoli discontinuità didattiche. <br />
Oppure potrebbe decidere di lasciare il posto nell\'organico a qualche precario, la cosa migliore, credo.<br />

Non per criticarla caro Obelix ma mi pare che lei non abbia capito quasi nulla di quello che ho scritto!<br />
L\'impegno che richiedevo alla Prof è ben diverso da 3 commenti in calce alle stupidaggini che scrive Paradisi Roberto.<br />
E sarebbe un impegno molto più difficile...e questo la prof, e molti altri, sembrano non riconoscerlo e sparano nel mucchio....che l\'abbia detto il medico o meno!

Off-topic

Chi si loda si sbroda caro Intruso. Mi sembra che a lei serva il bavaglino.

Off-topic

Un prof di lingua italiana no?