Senigallia in piazza a difesa della Costituzione

1' di lettura 09/02/2009 - In Piazza Roma domenica alle 17:30 si è svolta una manifestazione per protestare contro gli attacchi del premier Silvio Berlusconi alla  Costituzione sul caso Englaro.

Per il rispetto della legge, per il rispetto della dignità.

Mentre Eluana Englaro ricoverata ad Udine avviava il suo percorso di allontanamento dalla vita iniziato 17 anni fa, il Governo presieduto da Silvio Berlusconi ha emanato un decreto legge \"blocca Eluana\" volto ad impedire gli effetti della sentenza della Corte di Cassazione che aveva riconosciuto la validità della scelta di Eluana di rifiutare ogni forma di accanimento terapeutico e, di conseguenza, il diritto alla sospensione della alimentazione meccanica.

Tale decreto non è stato controfirmato dal Presidente della Repubblica in quanto privo dei requisiti di straordinarietà, necessità ed urgenza previsti dalla Costituzione.

Ciò ha dato vita ad un conflitto istituzionale senza precedenti ed ha segnato l\'ennesima violenza contro il corpo di Eluana e contro il sentimento devastato dei suoi genitori.

Riteniamo che l\'atteggiamento del Governo risoluto ad andare avanti in Parlamento con un disegno di legge da approvare a tappe contingentate, unito all\'appello al popolo per sovvertire le regole costituzionali, sia gravissimo e foriero di nuove spinte antidemocratiche.

Ci associamo alla voce di Beppino Englaro che ha combattuto la sua battaglia per Eluana e che ancora combatte nonostante le cattiverie e le violenze, consapevoli che la sua è la nostra battaglia e che dovunque sia Eluana noi siamo con lei.

CGIL SENIGALLIA
ASSOCIAZIONE \"PER LA SINISTRA\" SENIGALLIA
SINISTRA DEMOCRATICA
PARTITO DELLA RIFOND AZIONE COMUNISTA
PARTITO DEMOCRATICO ^ —
PARTITO DEI COMUNISTI ITALIANI
VERDI
REPUBBLICANI EUROPEI
SOCIALISTI ITALIANI
ITALIA DEI VALORI







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-02-2009 alle 23:32 sul giornale del 09 febbraio 2009 - 2782 letture

In questo articolo si parla di politica, senigallia, italia dei valori


isis7

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Ci sono sentenze, c\'è sono fior di opinioni di medici sullo stato vegetativo e il suo significato, è assolutamente incompresibile questo accanimento terapeutico verso una vita ormai finita per quanto riguarda la dignià della persona e la naturalità della vita.<br />
<br />
I credenti dovrebbero lasciarla andare perché vada a miglior vita (se ci credono davvero), i non credenti dovrebbero lasciarla andare perché possa concludere una esistenza ormai senza piu identità e dignità umana.<br />
<br />
Credo chiunque dotato di un minimo di cognizioni mediche, di cuore e di intelligenza capisca cosa significa stare in stato vegetativo oltre un anno, eLuana ha perso anni, giovinezza, bellezza e lo stesso cervello è irrimediabilmente deperito. Se l\'amore di un padre va in una direzione, un motivo ci sarà anche, il rispetto sarebbe capire in silenzio invece di politicizzare come sta facendo qualcuno, ma non è certo la piazza.

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

a me vengono i brividi al cospetto di chi parla senza sapere...<br />
<br />
http://tinyurl.com/53chcg<br />
<br />
voglio sperare che chi pensava di far vivere eLuana fosse in buona fede, <b>voglio sperarlo<(b> per loro e per la loro coscienza, perché chi ha usato questa vicenda per fini politici... be\' si qualifica da solo; gli altri, quelli che parlano senza sapere, dovrebbero armarsi di <b>testi di medicina neurologica</b> e aver <b>passato qualche giorno con eLuana</b>, poi cambierebbero subito idea e capirebbero cosa è l\'amore, il rispetto, la pietà umana e la dignità, oltre che lo stato di diritto, cosa non da poco anche se lo si sta smantellando e non ce ne accorgiamo.<br />
Pensate, se non per amore per egoismo almeno, se quello accaduto (17anni da nonmorti) capitasse a voi o a un vostro caro, pensateci... la risposta arriverà da sola...<br />
<br />
<<Un giorno una compagna di scuola di Eluana è andata a trovarla proprio mentre la spostavano dal letto, usando un paranco: \"Come se fosse un sacco di patate, lei che non voleva farsi mettere le mani addosso da nessuno...\". Lo shock è stato tale da tenere questa ragazza lontana dall\'ospedale>><br />
<br />
continua su inchiesta di repubblica: <br />
http://tinyurl.com/53chcg