Giornata Mondiale del Malato: \'Educare alla salute, educare alla vita\'

giuseppe orlandoni 2' di lettura 12/02/2009 - Si è celebrata ieri la Giornata Mondiale del Malato, quest’anno il tema è \"Educare alla salute, educare alla vita\". Educare alla salute, educare alla vita significa educare al rispetto della dignità della persona umana con particolare attenzione, sostegno, vicinanza e accoglienza del malato. Nella Diocesi le celebrazioni si sono tenute alle 15:30 in Cattedrale.

Questo il messaggio del Vescovo di Senigallia Mons.Giuseppe Orlandoni.


\"Si tratta di un appuntamento importante che si ripete ogni anno perchè è un’occasione propizia per riflettere su questo problema che riguarda un po’ tutti. La sofferenza, la malattia, prima o poi, ognuno si trova a fare i conti con questa realtà. E’ importante, dunque riflettere, rientrare un po’ in se stessi per cercare di rispondere a degli interrogativi che sono sempre presenti nel cuore dell’uomo. \"Educare alla salute, educare alla vita\" Con questo tema si vuol dire che la salute e la vita vanno insieme. Bisogna riconoscere e apprezzare il valore grandissimo della salute e bisogna mettere in atto tutti gli sforzi perchè si possa assicurare questo bene così bello, così importante.


La salute va sempre legata alla vita. Se la salute ad un certo punto venisse meno, se la salute presentasse delle incrinature, delle ferite non può essere giustificato il ricorso alla morte. Perchè la vita è un bene inviolabile e la vita va accettata anche quando si manifesta con alcune fragilità; la vita va accettata, va promossa, va tutelata anche quando presenta delle ferite, anche quando presenta tutta la sua debolezza. La fragilità non è semplicemente individuale ma è anche sociale, l’uomo di oggi ha così bisogno di tante cose: ha bisogno di lavoro,di un’abitazione, di istruzione, di educazione. Ha bisogno di tutto questo ma, soprattutto, l’uomo di oggi ha bisogno di valori. Di trovare, di incontrare, di percepire quelli che sono i veri valori. E, più in particolare, io credo che l’uomo di oggi abbia bisogno di coltivare o di tendere verso una cultura della vita. Per noi comunicare il Vangelo significa aiutare chi sta male, chi soffre, nello spirito con la preghiera.


E\' fondamentale, per chi è malato, ricevere tutte quelle cure che sono necessarie e possibili, in campo scientifico non bisogna mai fermarsi negli studi, la ricerca deve andare avanti. Un pensiero va ad Eluana Englaro. Sono profondamente amareggiato perchè abbiamo assistito alla vittoria della morte sulla vita. E\' una sconfitta per l\'umanità intera. In questo momento la cosa migliore da fare consiste nel raccogliersi in preghiera, così che Dio riesca finalmente a concederle una pace serena. L\'augurio è che, in un prossimo futuro, nel nostro paese non si verifichino più simili casi.\"






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-02-2009 alle 13:04 sul giornale del 12 febbraio 2009 - 4419 letture

In questo articolo si parla di chiesa, attualità, senigallia, diocesi di Senigallia, giuseppeo orlandoni


Viva il Vescovo! Viva la Chiesa!

A me piacerebbe che Orlandoni spiegasse l\'apparente paradosso per cui chi crede nel paradiso è contrario all\'eutanasìa, che senso ha prolungare una agonia che conduce alla morte inevitabile se dall\'altra parte c\'è la pace, la serenità e la gioia dell\'incontro con Dio? <br />
(una spiegazione semplice che possa capire anche un non-teologo e un uomo della strada come me poco abituato a giocare con le parole)<br />
<br />
Premesso questo so di andare controcorrente ricordando che <b>il nostro paese</b> di cui sopra (se si intende l\'Italia) è un paese ufficialmente laico le cui leggi non sono e non devono essere influenzate da una confessione, maggioritaria o minoritaria che sia.<br />
<br />
Nulla contro chi è contrario al divorzio, all\'aborto, all\'eutanasia, ma aplichi questi precetti autolimitanti della libertà personale a sé e non agli altri, perché in quest\'ultimo caso non è morale ma violenza.<br />
<br />
Questa semplice verità non la capiscono i talebani, voglio sperare che il popolo italiano abbia, nonstante tutto, una percezione europea della Libertà e della Cittatinanza.

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Per il ritorno dello Stato Pontificio e dell\'ordine morale!<br />
<br />
\"Contro gli oppressori, contro i mietitori di scandali ed i corruttori dell\'innocenza, contro la menzogna liberata, contro i traditori delle fazioni e dei partiti\" Baldovino

Voltaire & Locke

Commento sconsigliato, leggilo comunque

pur non condividendo il pensiero del vescovo Orlandoni,sulla \"vicenda\"Englaro,capisco che per un ministro di Dio,l\'atteggiamento da tenere non può che essere quello e quindi assoluto rispetto.<br />
Inammissibile ,in uno Stato Laico,come è l\'Italia, è che tale atteggiamento , tale arrogante posizione ,venga fatta propria dallo Stato stesso.<br />
Tutto ciò è in contrasto con la NOSTRA COSTITUZIONE,contrasta con il concetto di Stato Liberale, al quale, molti di quanti sostengono tale posizione, spesso si richiamano;ma soprattutto ci riporta nel BUIO MEDIO EVO. <br />
si facciano sentire le coscienze libere prima che sia troppo tardi...;ci sono voluti circa 2 mila anni alla CHIESA per riabilitare l\'eretico GALILEO.<br />
Sempre in nome di tali dogmni fatti propri da un Stato sempre più Confessionale,oggi,in Italia l\'80% circa,delle coppie sterili che vogliono un figlio(a proposito di cultura della morte)sono costrette ad emigrare!

distinto

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Commento modificato il 12 febbraio 2009

Off-topic

ah andrè... e fallo divertì!! contento lui


Invito tutti ad emigrare verso paesi civili dove l\'accanimento terapeutico (=vedi alimentazione forzata tramite cannuccia su per il gargarozzo) non è obbligatorio perché è considerata quello che è ovverosia <b>una violenza alla persona</b>.<br />
<br />
Ci sono paesi in cui lo stato non è confessionale come in Italia e i cittadini sono <b>liberi</b> di decidere cosa fare di sé e di scegliere.<br />
<br />
Ragazzi siamo un paese in cui si è andati contro: lo stato di diritto, la pietà umana, l\'affetto soffertisimo di un padre coraggioso solo per farne un casus da usare nella campagna elettorale sarda e in genere in Italia. Da lunedì sappiamo di non essere più in Europa ma in Talebania, buona permanenza a chi ce la fa, buona emigrazione ha chi lo può.

free_thinker_still_alive

Commento sconsigliato, leggilo comunque

No Stato Autoritario

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Jean-Meslier

Commento sconsigliato, leggilo comunque

<b>Non capisco perché il commento di JeanMesslier è stato censurato a me pare attinente e interessante.</b><br />
<br />
--- <br />
di Jean-Meslier del 13/02/2009 ore 11:19:42<br />
Commento Sconsigliato Leggilo comunque»<br />
Nel \'95 per il Vaticano alimentazione e idratazione erano terapie rifiutabili. Proprio così, avete sentito bene...quello che oggi chiamano omicidio fino all\'altro ieri era tutto sommato permesso anche dai ricchi feudatari in tonaca del piccolo regno.<br />
<br />
vedi link:<br />
http://www.ilmattino.it/articolo_app.php?id=14822&sez=HOME_INITALIA&npl=&desc_sez=<br />
<br />
---

Off-topic

Andrea non fare il finto tonto, lo sai che il commento è stato sconsigliato perché anonimo.

Anonimo

veramente non sapevo che tutti i commenti di non registrati venissero offuscati, a me era parso che alcuni rimanessero in chiaro, ok.<br />
Comunque l\'ho riproposto perché è una notazione interessante a mio giudizio.




logoEV