x

SEI IN > VIVERE JESI > ATTUALITA'
comunicato stampa

Parco Colle Celeste, uscito il bando per la gestione del bar-ristorante \'Casa del Colle\'

2' di lettura
1388
dal Comune di Maiolati Spontini
www.comune.maiolatispontini.an.it

giancarlo carbini
E’ uscito il bando di gara per la gestione del nuovo bar-ristorante “Casa del Colle”. All’interno del Parco Colle Celeste funzionerà un caffè e punto di ristoro che dovrà proporre “piatti tipici della cucina tradizionale marchigiana e menù a prezzo contenuto”.

E’ messo nero su bianco nel bando, scaricabile sul sito internet del Comune all’indirizzo www.comune.maiolatispontini.an.it (alla voce bandi e gare), la cui scadenza è fissata per il prossimo 6 aprile. Il giorno successivo, il 7 aprile, alle ore 9, nella sala giunta della residenza municipale, si terrà un pubblico incanto per la concessione del servizio. Un servizio che dovrà “porre, per la preparazione dei piatti proposti – è specificato sempre nel bando – scrupolosa attenzione alla ricerca, scelta e proposta delle materie prime, utilizzando prevalentemente prodotti regionali marchigiani, dando priorità alle produzioni del territorio della Vallesina”.



Il sindaco Giancarlo Carbini parla della prossima apertura del bar-ristorante come di “un’importante tappa del progetto di riqualificazione del Colle Celeste e di rilancio di Maiolati Spontini capoluogo. La Casa del Colle sorge proprio all’ingresso dello stupendo Parco ed avrà una grande potenzialità durante tutto l’anno, non solo nei mesi estivi. Da tempo si attendeva la ristrutturazione dell’edificio e la sua destinazione a struttura finalizzata alla ricettività: riteniamo di aver dato un’importante risposta sia per la tecnica utilizzata per la ristrutturazione, che ha conservato le caratteristiche storiche dell’edificio e previsto l’utilizzo dell’area esterna ben integrata con il resto del parco, sia per la caratterizzazione dell’attività che dovrà privilegiare e valorizzare l’enograstronomia locale”.



Chi gestirà la nuova struttura, dunque, potrà sfruttare le potenzialità attrattive del Parco, meta soprattutto d’estate di turisti e di villeggianti che hanno le residenze estive nel centro collinare. Ma il ristorante potrà rappresentare per tutto l’anno una meta per gli amanti del gusto dal momento che dovrà puntare sulle tipicità nostrane. “All’interno della struttura dovrà esserci – spiega sempre il bando – una qualificata enoteca, volta soprattutto al servizio della ristorazione. Questa dovrà annoverare significative etichette delle province marchigiane con particolare attenzione ai vini della zona dei Colli Esini e del Piceno”.



La durata del contratto di servizio sarà di sei anni, rinnovabile. Possono partecipare alla procedura di selezione pubblica tutti i soggetti in possesso dei requisiti necessari all’ottenimento dell’autorizzazione per la somministrazione di alimenti e bevande, ai sensi della normativa vigente.



giancarlo carbini

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-03-2009 alle 12:18 sul giornale del 05 marzo 2009 - 1388 letture