x

SEI IN > VIVERE JESI > POLITICA
comunicato stampa

Massaccesi: la città è stufa di tollerare brutture

2' di lettura
1253
da Daniele Massaccesi
Alleanza Nazionale

Daniele Massaccesi
\"Tonelli, esperto in lingue d’asfalto, dopo quella di Corso Matteotti e di Via Cavour, probabilmente autorizzerà anche quella in mezzo al Parco del Vallato\".

Spiace ricordare all’Ass. Tonelli che non c’era sterile contrarietà al Parco del Vallato quanto, visto che la realizzazione del predetto parco avrebbe dovuto essere finanziata con la somma derivante dagli oneri di urbanizzazione della lottizzazione FATER, in Via Gallodoro, e che la spesa prevista era stata indicata in circa € 400.000, e considerato che la realizzazione del parco non poteva essere considerata una opera pubblica prioritaria, specie se rapportata a ben altre esigenze della città, queste sì assolutamente prioritarie, laddove non differibili, la richiesta di sospendere la realizzazione del Parco, di rendere noto il progetto ed il costo complessivo del progetto - che guarda caso sembra avere ora una involuzione – e di provvedere all’utilizzo della somma di € 400.000,00 (o di quella diversa risultante) per la realizzazione di opere pubbliche più urgenti o comunque non differibili, secondo una logica e necessaria programmazione, allo stato mancante, quali, ad es., il rifacimento della pavimentazione di Corso Matteotti e la manutenzione di altre Vie e strade cittadine, piene di buche e dissestate.




Vista l’approvazione, e vane altre posizioni, Parco del Vallato sia! Ma il Parco come tale, perché quello deve essere, quella è l’espressione della volontà democratica della città, quello è l’obiettivo e quello deve essere mantenuto: si apprende ora invece non solo di problematiche non chiarite e di strane realizzazioni in un parco - polmone verde della città -, ma di una lingua di asfalto (così si immagina) che dovrebbe essere realizzata in mezzo al Parco per ragioni ed interessi (commerciali) di privati.




L’Ass. Tonelli, esperto in lingue d’asfalto, dopo quella di Corso Matteotti e quella – recente – di Via Cavour, probabilmente autorizzerà anche quella in mezzo al Parco del Vallato, e così Jesi, a caccia di primati, sarà in prima linea per questa originalità. La città assiste perplessa a queste situazioni, ma non approva, e si è stufata di tollerare anche queste brutture.



Daniele Massaccesi

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-03-2009 alle 16:40 sul giornale del 06 marzo 2009 - 1253 letture