x

SEI IN > VIVERE JESI > ECONOMIA
comunicato stampa

Cna: l\'artigianato tiene duro, le banche facciano la loro parte

2' di lettura
1266
da CNA Jesi

cna
Artigiani: crescita lieve per la Vallesina in tempi di crisi.

Le iscrizioni all’Albo Artigiani 2008 hanno registrato in Vallesina un incremento di 250 ditte (il 24% delle iscrizioni 2008 della Provincia di Ancona che sono state 1.042) ma rapportate alle 247 cessazioni dello stesso periodo forniscono un saldo 2008 di +3 (un dato in calo rispetto al 2007 +12; al 2006 +24; al 2005 +47; al 2004 +69). Nella città di Jesi le nuove attività artigiane sono 84 (l’8% del dato provinciale) che portano le imprese artigiane in città a sfiorare quota 1.000 (sono 988).


Le nuove 84 attività rapportate alle 75 cessazioni forniscono un saldo di +9 (nel 2007 +17; nel 2006 +24; nel 2005 +7; nel 2004 +9). I primi due mesi del 2009 vedono l’avvio in Vallesina 51 attività artigiane (di giardinaggio, 3 del settore alimentare, 3 confezioni tessili, 2 del settore legno, 6 della meccanica, 1 artigianato artistico, 19 edili, 4 autoriparatori, 1 estetista, 3 parrucchieri, 1 fotografo, 1 autotrasportatore, 2 impiantisti, 1 del settore chimica-plastica). Tra queste 51 attività 16 sono avviate da cittadini stranieri e coprono in particolare i settori edile (10 su 19) e del tessile (3 su 3). Nella città di Jesi sono 11 le attività artigiane avviate nei mesi di gennaio e febbraio 2009 e di queste ben 6 sono edili (di cui 5 stranieri), 2 autoriparatori, 1 impiantista, 1 legno, 1 alimentari. Questi dati indicano come il lavoro autonomo, artigiano e le piccole e medie imprese sfidano la crisi globale.


Di fronte ai consistenti licenziamenti messi in atto dalle grandi industrie il tessuto della micro e piccola impresa tiene anche a fronte di forti riduzioni del fatturato e con commesse che viaggiano a vista. Aggiungiamo che il forte rapporto relazionale che intercorre tra piccolo datore e dipendenti fa del taglio del personale (spesso lungamente formato e difficilmente sostituibile) l’ultima ratio. Pertanto la CNA torna a chiedere agli istituti bancari iniziative rivolte a sostenere le PMI e gli investimenti, così come indicato recentemente anche dal Governo.



cna

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-03-2009 alle 14:05 sul giornale del 14 marzo 2009 - 1266 letture