x

SEI IN > VIVERE JESI > CULTURA
comunicato stampa

Il poeta Davide Rondoni ospite del Liceo classico nell’ambito del progetto \'Parole in…\'

2' di lettura
1665
dal Comune di Jesi
www.comune.jesi.an.it

poesia
Continua la serie di appuntamenti previsti nell’ambito del progetto “Parole in…” del Liceo Classico di Jesi, volti a promuovere presso il pubblico giovanile la poesia contemporanea, attraverso l’incontro diretto con personaggi di spicco del panorama critico e letterario nazionale.

Dopo il critico letterario Roberto Galaverni che, con leggerezza e comunicativa, ha introdotto i ragazzi ai segreti e al significato della poesia, ora è la volta del poeta romagnolo Davide Rondoni, forse il migliore poeta della sua generazione, a detta di molti critici. Davide Rondoni è figura oltretutto assai nota anche al grande pubblico non solo per la già rilevante e cospicua attività poetica ma anche per l’instancabile e vigorosa tensione civile e religiosa che animano il suo impegno di intellettuale cattolico a tutto tondo e che lo hanno visto, tra l’altro, dialogare in modo acceso con i maggiori polemisti italiani sulle colonne dei quotidiani “Avvenire” e “Tempo” anche recentemente per il caso Eluana, su cui ha appena scritto un monologo teatrale, in rappresentazione in tutt’ Italia in questi giorni.


La confererenza-conversazione dal titolo “ Il fuoco della poesia. In viaggio nelle questioni d’oggi”, tra l’altro animata da letture proposte da studenti del Liceo, si terrà venerdì 20 marzo a partire della ore 10. Per la rilevanza e l’interesse del personaggio, il Liceo Classico ha inteso aprire il più possibile alla cittadinanza l’incontro trovando preziosa ospitalità nella più ampia e idonea struttura della Biblioteca Petrucciana di Jesi (Vicolo Santoni, 1 – P.zza Federico II°).


Il terzo appuntamento, di sicuro interesse e novità, vedrà infine in scena le parole tratte da “La Linea Alba” di Antonio Santori, poeta, filosofo e critico letterario, figura di straordinaria capacità visionaria, recentemente e prematuramente scomparsa, nella versione indimenticabile di Luca Violini, ospite d’eccezione della scuola.


La realizzazione dell’intero progetto si deve finanziariamente al prezioso e sensibile sostegno della Ditta Edilgeca di Jesi, segno quanto mai evidente che, pur in un momento difficile, laddove la scuola offre stimoli intellettuali vivaci e innovativi, il mondo economico è ancora pronto a consentirne la traduzione in termini di concretizzazione.



poesia

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-03-2009 alle 19:57 sul giornale del 19 marzo 2009 - 1665 letture