<| /yobee 2>

Arceviese: la Provincia più ambientalista dei Verdi

roberto mancini e andrea bacchiocchi 2' di lettura 03/04/2009 - “La maggioranza si è ricompattata su un documento che sconfessa quanto sostenuto fino al giorno prima”. Rifondazione Comunista e il consigliere ex Pd ora nel Gruppo Misto Andrea Bacchiocchi all\'indomani dell\'approvazione in Consiglio Comunale delle controdeduzioni alle osservazioni alla variante al prg per la riqualificazione della zona arceviese rivendicano l\'apporto dato all\'emendamento finale che stralcia la previsione di nuove edificazioni a borgo Bicchia e a Vallone.

Le osservazioni della Provincia, definite dalla Giunta irrilevanti , sono state alla fine accolte in toto, cancellando interi comparti previsti e riducendo la potenzialità edificatoria di altri -afferma il capogruppo del Prc Roberto Mancini- Questo conferma la validità delle critiche che rivolgemmo da subito contro questa Variante, per l\'eccesso di cementificazione che determina nelle frazioni e nel territorio a ridosso della provinciale”.


Se la maggioranza è tornata, almeno in parte, indietro sarebbe merito dei 170 emendamenti presentati da Bacchiocchi e Mancini. “Il resto dell\'opposizione è stata a guardare e solo i consiglieri Fabrizio Marcantoni e Daniele Corinaldesi ci hanno sostenuto -continua Mancini- i nostri emendamenti hanno diviso la maggioranza (alla vigilia del voto una parte del Pd aveva sollevato dubbi proprio per l\'eccessiva cementificazione della variante arceviese ndr) che si è messa d\'accordo dieci minuti prima del consiglio comunale. Prova ne è il fatto che la variante è stata approvata con enunciazioni scritte ma senza planimetrie, indispensabili riscontri cartografici”. Mancini e Bacchiocchi accusano anche i Verdi di “immobilismo” non avendo sollevato mai alcuna opposizione e plaudono alla sensibilità ambientale della presidente della Provincia Patrizia Casagrande che ha posto rilievi alla variante volti a proteggere le aree sotto tutela ambientale.


Senza i nostri emendamenti (alcuni dei quali confluiti nell\'emendamento che ha stralciato la previsione di alcuni nuovi comparti ndr) la variante sarebbe passata venti giorni fa con 45.000 mc in più di nuove superfici -sottolinea Bacchiocchi- nel complesso abbiamo bocciato la variante perchè ci sono troppe previsioni cementificatorie, come il centro direzionale a borgo Molino che va a congestionare ulteriormente un\'area già sofferente per il casello autostradale, il centro commerciale e l\'autostrada o la previsione di nuove costruzioni che non rispondono alle esigenze reali delle frazioni”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-04-2009 alle 22:24 sul giornale del 04 aprile 2009 - 2610 letture

In questo articolo si parla di giulia mancinelli, politica, arceviese, roberto mancini e andrea bacchiocchi





logoEV