Quantcast

Extracom, in scena le contraddizioni dei tempi moderni

2' di lettura 16/04/2009 - Prosegue con un nuovo appuntamento “Passaparola... a Teatro al Prezzo di una birra”, 11^ Stagione di teatro giovani, curata nella direzione artistica ed organizzativa dal Teatro Pirata, e promossa dalla Fondazione Pergolesi Spontini, dall’Assessorato alla Cultura e Spettacolo del Comune di Jesi e dai Comuni di Maiolati Spontini, Montecarotto, Monte San Vito e San Marcello, con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, della Regione Marche e della Provincia di Ancona. Collaborano alla Stagione l’Assessorato ai Servizi Sociali ed educativi del Comune di Jesi, l’Ambito Territoriale Sociale IX e il Coordinamento dei Cag Centri di Aggregazione Giovanile.

Martedì 21 aprile al Teatro Studio Moriconi di Jesi, la Cooperativa Teatro Laboratorio porta in scena “EXTRACOM”, uno spettacolo sul tema della diversità etnica, linguistica e culturale interpretato da Sergio Maschera e Abderrahim el Hadiri con la regia di Giacomo Gamba che ne firma anche il testo. In “Extracom”, due uomini appartenenti a differenti civiltà - uno (denominato EM) è un borghese occidentale, l’altro (denominato DOG) è un extracomunitario con tratti arabi - si incontrano in un luogo di confine dove campeggia una sbarra, un passaggio a livello, simbolo del punto di frontiera tra i popoli.


L’occidentale proviene dal mondo caotico della cosiddetta civiltà postmoderna, da cui vuole allontanarsi perché nel profondo insoddisfatto. L’extracomunitario ha lasciato la sua terra e la sua donna per la promessa del benessere. Nel luogo di confine e nel tempo dell’attesa che si alzi la sbarra, i due uomini possono conoscersi al di là dell’apparenza e delle usuali convenzioni, vestire i panni dell’altro, scambiandosi ruoli e prospettive, e insieme vivere momenti di ascolto, gioco, di scherzo e di sogno. Sono proprio le situazioni e le attitudini legate ad un immaginario infantile, al semplice desiderio di giocare e sperimentare, e alla speranza in un futuro migliore, che finiscono con l’abbattere la barriera, mettendo in luce il comun denominatore umano sotto la coltre delle diversità storiche e culturali.


INFORMAZIONI: Ingresso a 8 euro per il pubblico al di sotto dei 25 anni e per gli studenti universitari, biglietto intero 12 euro, gruppi scolastici 5 euro. Biglietti in vendita presso la biglietteria del Teatro Pergolesi di Jesi da martedì a sabato dalle ore 9.30 alle 12.30 e dalle 17 alle 19.30 e un’ora prima dell’inizio dello spettacolo presso il teatro in cui avrà luogo la rappresentazione. Biglietteria Teatro Pergolesi. Tel. 0731/206888 – Fax 0731/224105.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-04-2009 alle 12:43 sul giornale del 16 aprile 2009 - 1441 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, Teatro Pirata





logoEV
logoEV