x

SEI IN > VIVERE JESI > POLITICA
comunicato stampa

Ausiliari del traffico: Tonelli, \'Svolgono il loro lavoro nel rigoroso rispetto\'

3' di lettura
1265

da Stefano Tonelli
Assessore ai lavori pubblici


Stefano Tonelli

In merito alle considerazioni espresse dal difensore civico con la lettera diffusa nei giorni scorsi alla stampa, ritengo doveroso fare le seguenti precisazioni.

Gli ausiliari del traffico svolgono il proprio lavoro nel rigoroso rispetto delle funzioni attribuite loro e in piena sintonia con le ultimissime sentenze della Corte di Cassazione. I presunti rapporti deteriorati tra gli stessi ed i cittadini è una libera interpretazione del difensore civico. Da parte nostra non crediamo che chi utilizza correttamente i parcheggi blu abbia mai avuto problemi con gli ausiliari del traffico. Aggiungiamo poi che gli ausiliari del traffico non stanno affatto con il fucile spianato aspettando che scada il grattino per sanzionare il contravventore. Prova ne sia che c\'è sempre stata e continua ad esserci una adeguata tolleranza, addirittura ampliata nel caso in cui chi ha scelto di parcheggiare per più ore.

Quanto al presunto “incredibile appostamento” degli ausiliari del traffico dal 1° aprile, corre l\'obbligo precisare che per ben 20 giorni antecedenti quella data tutti i cittadini interessati, ma proprio tutti, erano stati informati con lettera personalizzata delle nuove disposizioni in vigore e avevano tutto il tempo a disposizione per regolarizzare la propria posizione. Se di fronte alla stragrande maggioranza dei cittadini che hanno ottemperato a quanto disposto - tra l\'altro con un encomiabile lavoro degli uffici dello Sportello Unico - qualcuno ha preferito lasciar correre, credo che sia quantomeno imbarazzante colpevolizzare l\'ausiliario del traffico che compie il proprio dovere.

Nessuna “offensiva in piena regola” come sostiene il difensore civico, piuttosto il rispetto delle regole, con la giusta tolleranza che non può essere però scambiata per un ingiustificato lassismo. Mi sarei aspettato dal difensore civico - chiamato a segnalare illegittimità, ritardi, abusi o omissioni degli uffici - un doveroso richiamo qualora fossero state segnalate oggettive irregolarità nell\'elevazione di sanzioni da parte degli ausiliari del traffico e una non minore incisiva puntualizzazione sul fatto che è ancora larga e diffusa nella nostra città la pessima abitudine di parcheggiare in sosta vietata, sopra i marciapiedi, nei posti riservati ai portatori di handicap, in doppia fila, creando questo sì danno alla collettività, in particolare agli utenti deboli della strada come disabili, anziani e bambini. Anche loro, al pari degli automobilisti, hanno il sacrosanto diritto di poter vivere la città liberamente senza che i soliti furbi - spalleggiati da chi li incoraggia ad approfittare di scarsi controlli - continuino a spopolare.

Quanto infine alla scelta dell\'istituzione degli ausiliari del traffico, ho avuto modo personalmente di chiarire con la massima serenità al difensore civico che questo è un atto pienamente legittimo degli organi elettivi della città sul quale non credo assolutamente pertinente da parte sua quell\'interferenza di natura politica che non trova riscontro nelle competenze che gli sono proprie.


Stefano Tonelli

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-05-2009 alle 17:55 sul giornale del 12 maggio 2009 - 1265 letture