Raccolta dei rifiuti porta a porta, Senigallia tra i comuni virtuosi a livello nazionale

lungomare 21/05/2009 - \"Alcuni consiglieri di opposizione hanno riservato in questi giorni i loro strali alla situazione dei rifiuti sul lungomare, con una polemica chiaramente pretestuosa, ma che non dispensa comunque l’Amministrazione dal fornire adeguate e puntuali risposte alle accuse sollevate\".

In primo luogo va ricordato come, al pari dello scorso anno, partirà dal 1° giugno il potenziamento estivo del servizio di raccolta differenziata su lungomare e ZTL a servizio delle attività commerciali e dei pubblici esercizi. Analogamente, anche il cronoprogramma degli interventi sul verde cittadino prevede che lo sfalcio dell’erba nelle zone indicate dai consiglieri avvenga come sempre entro la fine del mese di maggio (solo la potatura delle siepi di pitosforo sarà effettuata alcuni giorni dopo, verso metà giugno, poiché viene solitamente eseguita dopo la fioritura delle piante).



Dal momento poi che anche il datario di piazzale della Libertà viene approntato tutti gli anni nel periodo tra il 10 e il 15 giugno, è facile intuire quale consistenza abbiano molte delle questioni proposte dai consiglieri di opposizione: esiste da tempo una tempistica ben definita per ognuna di queste attività e fingersi oggi indignati per questo sarebbe un po’ come lamentarsi a settembre che non sono ancora state approntate le luminarie per Natale! Azioni adeguate saranno invece intraprese per migliorare la situazione di via Spontini, dove insistono attualmente cassonetti dedicati sia ai pubblici esercizi che ai privati residenti, in particolare nel palazzo “Pieralisi”.



Ebbene, per le attività commerciali presenti in questa zona sarà presto installata un’apposita isola ecologica, con accesso limitato agli operatori mediante chiavi destinate, esattamente come avviene già per l’isola a scomparsa di viale Leopardi. Quanto invece ai residenti, l’amministrazione del grande condominio esistente in zona sta già organizzando nel retro della propria area di pertinenza uno spazio circoscritto adibito alla raccolta differenziata, proprio per evitare il loro posizionamento sul marciapiede (che fa parte comunque della sua area privata) e consentire così il giusto e decoroso utilizzo ai contenitori. Detto questo, è sempre bene ricordare quali e quante energie l’Amministrazione Comunale sta profondendo per uno sviluppo funzionale ed efficace del nuovo sistema di raccolta dei rifiuti porta a porta. Lo dimostrano inequivocabilmente i risultati di questa straordinaria rivoluzione, che ci pone tra i comuni virtuosi a livello nazionale: Senigallia ha raggiunto infatti, come ha pubblicato un recente bollettino della Regione Marche, una percentuale di differenziata pari al 56,4%, con punte pari al 62,38%, mentre lo stesso dato prima dell’istituzione del nuovo servizio si aggirava attorno al 19%.



Certo, questo non impedisce che talvolta possano fisiologicamente sorgere alcuni problemi, rispetto ai quali l’Amministrazione ha però sempre cercato di trovare la migliore soluzione possibile, potenziando il servizio dove e quando risulti oggettivamente necessario. Ogni polemica, più o meno strumentale, dovrebbe allora avere la decenza di tributare il giusto rispetto verso numeri e dati che dimostrano senza tema di smentita come Senigallia rappresenti un punto di riferimento e una città all’avanguardia nel settore della raccolta rifiuti. A margine, un’ultima doverosa risposta sulla questione dell’avvallamento o buca esistente in via Lazio. L’Ufficio Strade comunale, non appena appresa la segnalazione, ha assicurato che provvederà al più presto a verificare e risolvere il problema.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-05-2009 alle 15:15 sul giornale del 21 maggio 2009 - 3164 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di senigallia, lungomare, senigallia


Siamo stati bravi? Bene. Allora forse è il caso di ringraziare i senigalliesi e di trasformare finalmente la Tarsu (tassa sui metri quadrati delle abitazioni) in Tia (tassa sulle persone che risiedono nelle abitazioni). Mi risulta che non tanto per la percentuale di raccolta differenziata deteniamo un record regionale, quanto per ammontare della iniqua tassa.

Ma questo signor \"Comune di Senigallia\" che ha scritto l\'articolo, c\'è o ci fa?<br />
<br />
Perchè non manda i vigili a vigilare sulle inandempienze della raccolta?<br />
<br />
A proposito: \'sti giorni sto vedendo un po\' di lascivismo... Il vetro è due settimane che sta lì, senza contare il non riciclabile...<br />
<br />
Li butto per strada?

Un classico esempio di come non si fa informazione pubblica. L\'Amministrazione continua nel decantare successi immaginari e tace sui problemi che invece ci sono. Bene la raccolta differenziata ma è necessario migliorare molte cose. Le ditte che materialmente effettuano la raccolta devono sforzarsi di fornire un servizio adeguato al costo, che noi sosteniamo, e l\'Amministrazione deve controllare che l\'appalto funzioni al meglio. Non mi sembra che lo stia facendo, eppure non mancano i dirigenti pagati apposta. Ci sono troppi \"faremo\" in quel comunicato, sarebbe meglio ci fossero più \"abbiamo aftto\".<br />
Una nota anche sul datario di Piazzale della Libertà. Se tutti gli anni viene predisposto tra 1l 10 ed il 15 di giugno, significa poco. Se quest\'anno la stagione è così avanti, improvvisamente, non ci si potrebbe adeguare di conseguenza? Non sarebbe il caso che la spiaggia, tutta, lato mare e lato monte, fosse già al meglio della sua condizione? In fondo per capire che fa caldo non bisogna essere meteorologi.