contatori statistiche

Belvedere Ostrense: la cooperativa Tecnos festeggia 25 anni

economia 3' di lettura 30/05/2009 - Per l’avvenimento, sarà inaugurato sabato 30 maggio il nuovo stabilimento produttivo di Monsano, con una superficie di 12.500 metri quadrati e un investimento di 7,3 milioni.

La cooperativa Tecnos di Belvedere Ostrense , che produce mobili in kit di montaggio e semilavorati, festeggia 25 anni. Un avvenimento che sarà vissuto dai soci e dipendenti, 118 complessivamente, con l’inaugurazione del nuovo stabilimento produttivo, realizzato nella zona industriale di Monsano, vicino all’interporto, che si svolgerà sabato 30 maggio, alle ore 10, a cui seguirà il convegno “Il ruolo dell’impresa cooperativa nell’attuale situazione economica marchigiana. Il caso Tecnos”.



La scelta di creare questa nuova struttura, operativa da fine 2008 e con una superficie di 12.500 metri quadri, è dovuta alla necessità di ottimizzare al meglio le fasi produttive e, soprattutto, la logistica per sostenere il ritmo di crescita di questi ultimi anni della Tecnos. Nella struttura, la cooperativa ha investito 7,3 milioni di euro e vi realizza le fasi di imballaggio e di magazzino dei mobili finiti. Nella sede storica di via San Giovanni, a Belvedere, rimangono gli uffici amministrativi e la produzione di mobili in kit di montaggio oltre all’attività di subfornitura di pannelli in truciolare per i mobilifici.



E’, infatti, da Belvedere che è partita la storia di questa cooperativa che oggi propone, anche con l’evento di sabato prossimo, il modello di cooperativa come “misura” anti crisi per oggi e per il futuro dell’ economia marchigiana. La Tecnos nasce nel 1982 da 23 ex operai di un’ azienda fallita. Inizia ad operare nel maggio 1984 come produttrice di pannelli semilavorati per l’industria del mobile. Nel 1990, l’attività viene estesa alla produzione del mobile finito in scatola di montaggio, prodotto destinato soprattutto al mercato della distribuzione organizzata sia in Italia sia all’estero. Alla fine degli anni ’90, dopo un processo di ristrutturazione aziendale, la cooperativa arriva alla formazione di un rinnovato gruppo dirigente che porta avanti l’ impresa con successo.



Nel 2008, il fatturato ha raggiunto i 22 milioni, con un aumento del +200% negli ultimi quattro anni, e ha garantito lavoro ad un indotto di 60 persone. La Tecnos opera nei mercati esteri, dove realizza il 67% del fatturato: in Francia e in Germania, dove c’è il principale cliente, la Otto, specializzata nelle vendite per corrispondenza. In Italia, la cooperativa lavora con le principali catene della media e grande distribuzione del settore casa, fra le quali Conforama, Emmelunga, Ricci Casa, Nuova Arredo, Semeraro, Gran Casa. Il fatturato è realizzato all’85% con la produzione e vendita dei mobili, con 450.000 imballi annui, e al 15% con la subfornitura dei semilavorati, con 1,2 milioni di metri quadrati prodotti.



“La mission che caratterizza la nostra società - spiega Roberto Bolognini, responsabile amministrativo Tecnos – è quella di offrire alla propria clientela un prodotto personalizzato, un servizio elevato per quanto riguarda la flessibilità e gli standard qualitativi adeguati alle sempre crescenti esigenze di mercato. Stiamo compiendo uno sforzo notevole per qualificare i nostri prodotti, anche attraverso un intenso lavoro di ricerca e di sviluppo, che, pur restando di fascia economica, valorizzano a pieno i fattori estetici e funzionali”.



La cooperativa non ha un catalogo prodotti standardizzato ma, grazie alla presenza di un qualificato ufficio tecnico, è in grado di lavorare su una gamma di 1.500 articoli e di modificare continuamente i prodotti nel design e nell’innovazione. L’azienda opera su una superficie complessiva di 56 mila metri quadrati di cui 26 mila coperti, con un parco macchine che consente alla società di effettuare internamente diverse tipologie di lavorazione, dalla sezionatura dei pannelli nobilitati fino all’ imballaggio del mobile finito, che comprende camere, camerette, armadiature, mobili per ufficio, per soggiorno e complementi, tutti consegnati in scatola di montaggio completi di istruzioni di assemblaggio.



“Oggi la Tecnos – afferma l’avvocato Claudio Perini, consulente della società – è un’impresa che fa del suo essere cooperativa un fattore di forza, rappresentato dal coinvolgimento dell’ intera base sociale, dalla condivisione delle scelte strategiche, da una struttura operativa ampia e, al tempo stesso, veloce nelle decisioni ma che persegue, come dovrebbe fare ogni operatore economico, obiettivi di sana gestione, ottimizzazione dei costi, attenzione ai risultati e alle prospettive che offre un mercato sempre più complesso e di difficile previsione”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-05-2009 alle 18:29 sul giornale del 30 maggio 2009 - 8132 letture

In questo articolo si parla di attualità, economia, legacoop, cooperative





logoEV
logoEV