x

SEI IN > VIVERE JESI > CULTURA
comunicato stampa

Abbado: Pergolesi compositore fondamentale

5' di lettura
1627
dalla Fondazione Pergolesi Spontini
www.fondazionepergolesispontini.com

claudio abbado
Abbado: “Pergolesi compositore fondamentale che ha avuto un notevole influsso su Bach e Mozart. In Italia mi sembra giusto ricordarlo facendo conoscere anche le pagine meno note”. In occasione del concerto inaugurale due le iniziative a sostegno dell’Abruzzo.

“Pergolesi è stato un compositore fondamentale; ha avuto un notevole influsso su Bach e Mozart. Scomparso a ventisei anni, in un quinquennio appena è riuscito a scrivere capolavori stupefacenti per preveggenza, proiettati un secolo avanti sia sotto il profilo musicale che armonico”. Queste le parole di Claudio Abbado su Giovanni Battista Pergolesi (Jesi 1710 – Pozzuoli 1736) di cui inaugura le Celebrazioni per i trecento anni della nascita venerdì 5 giugno alle ore 21 al Teatro Pergolesi di Jesi insieme all’Orchestra Mozart, alle voci soliste di Rachel Harnisch, Teresa Romano, Veronica Cangemi, Sara Mingardo e al Coro della Radio Svizzera (direttore Diego Fasolis).



Prosegue Abbado: “Pergolesi era un geniale visionario che colse tracce da Gesualdo da Venosa, col quale condivide la capacità di creare musiche eccezionalmente innovative per modulazioni, accordi e cromatismi, che riescono a esprimere totalmente il sentimento di dolore, di passione, di morte di cui parlano i testi delle sue opere. Nella sua breve vita, Pergolesi ha compiuto la parabola completa dell’arte compositiva. Che cos’altro avrebbe potuto comporre di così perfetto che non avesse già scritto? In Italia mi sembra giusto ricordarlo, come abbiamo fatto in precedenza per Gesualdo da Venosa o per Rossini, facendo conoscere anche le pagine meno note e non solo il famoso Stabat Mater”.



Come programma di apertura delle Celebrazioni che proseguiranno fino al 2011, promosse dalla Fondazione Pergolesi Spontini e patrocinate dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Abbado ha scelto alcune delle più importanti musiche sacre di Pergolesi alcune di raro ascolto, nelle revisioni critiche a cura delle Edizioni Fondazione Pergolesi Spontini: il recitativo e aria di Guglielmo Manca la guida al piè per soprano, archi e continuo tratto da III atto del dramma sacro Li prodigi della divina grazia nella conversione e morte di San Guglielmo Duca d’Aquitania (Veronica Cangemi soprano), Laudate pueri Dominum Salmo 112 per soli, coro e orchestra (Rachel Harnisch e Teresa Romano soprano), il più noto Salve Regina in fa minore per contralto, archi e continuo (Sara Mingardo contralto) per terminare nella Messa in fa maggiore (Messa di S. Emidio) per soli, due cori di voci e strumenti e basso continuo quest’ultima nella ed. Universal Music Publishing Ricordi con la revisione critica a cura di Francesco Degrada (Rachel Harnisch, Veronica Cangemi soprani, Sara Mingardo contralto). Sponsor unici dell’evento del 5 giugno sono Carifano - Cassa di Risparmio di Fano S.p.A. e Fondazione Gruppo Credito Valtellinese.



L’evento al Teatro Pergolesi, ad invito, verrà trasmesso in Piazza della Repubblica, a Jesi, in diretta su maxi schermo in HD (alta definizione) ed in Dolby Digital per consentire ad un più vasto pubblico di partecipare all’evento inaugurale delle Celebrazioni. In occasione dell’evento saranno due le iniziative di solidarietà nei confronti dell’Abruzzo: la Fondazione Pergolesi Spontini lancia l’iniziativa “UN ALBERO PER L\'ABRUZZO”, una raccolta fondi per la ristrutturazione del Teatro della città dell’Aquila gravemente lesionato dal terremoto dello scorso 6 aprile. In tal modo la Fondazione si adopera a favore della ricostruzione delle principali strutture culturali delle zone colpite dal sisma: i fondi saranno girati al Comune dell\'Aquila perché il suo teatro torni presto a vivere.



Con l’iniziativa “UN ALBERO PER L’ABRUZZO” verranno messe a disposizione del pubblico - con offerte minime a partire da 20 euro - le 150 piante di alloro con cui la Fondazione Pergolesi Spontini allestirà Piazza della Repubblica che trasmetterà in diretta su maxi schermo in HD (alta definizione) e in Dolby Digital il concerto di inaugurazione. Parallelamente, a sostegno delle popolazioni terremotate, il pubblico potrà effettuare donazioni durante la serata aderendo all’iniziativa di solidarietà promossa da Abbado e dalla Mozart “ORCHESTRA MOZART PER L’ABRUZZO. UNA CASA PER LA MUSICA”, raccolta fondi finalizzati a contribuire alla messa a disposizione di una tensostruttura, uno spazio provvisorio che consenta l’immediata ripresa delle attività musicali delle istituzione aquilane e che dovrà per qualche anno supplire alla mancanza di spazi adeguati per prove e concerti.



Le Celebrazioni proseguiranno a settembre con la IX edizione del FESTIVAL PERGOLESI SPONTINI (5-14 settembre 2009), quest’anno incentrato sul tema “Prigionieri e fughe”, che vedrà in scena un nuovo allestimento de Il prigionier superbo opera seria di Pergolesi - destinata a diventare famosa per aver accolto gli intermezzi de La Serva Padrona negli intervalli tra gli atti. L’opera sarà in scena l’11 e 13 settembre al Teatro Pergolesi di Jesi con Corrado Rovaris che dirige l’Accademia Barocca I Filarmonici.


Il ‘visionario’ Henning Brockhaus firma la regia dello spettacolo che si avvale della presenza di artisti specializzati nel repertorio vocale barocco, tra cui Marina De Liso, Marina Comparato, Giacinta Nicotra, Marina Rodriguez Cusi, Annamaria dell\'Oste. Nel 2010 i primi appuntamenti delle Celebrazioni Pergolesiane saranno due concerti di musiche sacre pergolesiane eseguiti a Jesi, il 4 gennaio 2010 nel giorno della nascita del compositore, e il 16 marzo, nel giorno che ha segnato la scomparsa di Pergolesi.



claudio abbado

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-06-2009 alle 16:51 sul giornale del 05 giugno 2009 - 1627 letture