Schiavoni: con il verificatore una nuova opportunità per il truffatore

floriano schiavoni 27/06/2009 - \"Con l’adesione, da questa notte, da parte del comune di Senigallia, alla società “agenzia per il risparmio energetico s.r.l.” si crea un nuovo lavoro per delle persone il cui compito sarà quello di controllare se gli impianti termici installati sono a norma\".

Fin qui nulla da eccepire in quanto il servizio, nel complesso, permetterà alla città di avere un’aria meno inquinata. Il problema sorge nel momento in cui si creano delle pesanti preoccupazioni nei confronti dei cittadini corretti, senza alcun beneficio ambientale, ed in particolar modo nei confronti dei cittadini più soggetti alle truffe casalinghe (gli anziani).



In sede di commissione l’assessore ha sottolineato, ancora una volta, che anche coloro, che regolarmente effettuano annualmente la manutenzione degli impianti termici, attraverso il loro specializzato manutentore di fiducia, saranno soggetti, a campione, al controllo da parte di questa, in questo caso inutile, nuova figura professionale: il verificatore ( roba da striscia la notizia). In poche parole il verificatore dovrà certificare se il nostro manutentore di fiducia ( che mediamente percepisce 100,00-120,00 € per la pulizia, il controllo dei fumi etc) sa fare il proprio lavoro.



Lavoro doppio e pertanto inutile; se poi ci si viene a dire che tale controllo non costerà nulla al cittadino ricordo che anche i costi indiretti ci costano in quanto con tali risorse pubbliche è possibile espletare altri servizi veramente fondamentali (servizi sociali, manutenzione scuole etc.) Non si comprende pertanto perché un cittadino, corretto e rispettoso dell’ambiente, dovrebbe far entrare, all’interno della propria abitazione, una persona, che non conosce, per un lavoro, per di più, inutile. Ricordo che la stessa Questura di Ancona invita i cittadini, per ovvi motivi, ad evitare di far entrare persone sconosciute all’interno delle proprie abitazioni. In definitiva qualora il cittadino corretto presenti all’amministrazione comunale la certificazione del lavoro, attraverso il manutentore di fiducia, non si comprende perché lo stesso deve correre il rischio poi di far entrare truffatori, che si spacciano per verificatori, all’interno della propria abitazione.



Come ho già riferito in commissione il sottoscritto, visto che annualmente controlla la propria caldaia dal manutentore di fiducia, è sempre disponibile a presentare la certificazione dello stesso, e, nello stesso tempo, assolutamente indisponibile, per motivi di sicurezza familiare, a far entrare il verificatore in quanto, dietro lo stesso, si potrebbe nascondere, come più volte è successo in passato, un truffatore mascherato da vigile, da dipendente Telecom etc. Un altro aspetto curioso della vicenda proviene dalla lettura dello statuto della società che dovrà organizzare il lavoro dei famosi verificatori. Ebbene questa società “Agenzia per il risparmio energetici srl” potrà aprire sedi anche all’estero. Chissà cosa si farà poi in queste sedi, posizionate al di fuori del territorio nazionale, per migliorare la qualità dell’aria a Senigallia.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-06-2009 alle 16:10 sul giornale del 27 giugno 2009 - 3981 letture

In questo articolo si parla di floriano schiavoni, politica


Commento modificato il 26 giugno 2009

Credo che siamo arrivati alla paranoia.<br />
Pur di sostenere che un provvedimento preso dall\'amministrazione è sbagliato si arriva a teorizzare anche problemi di sicurezza.<br />
Va bene che voi della destra avete fatto fortuna su questa strumentalizzazione, ma non le sembra di esagerare?<br />
Comunque terrò ben presente il suo articolo, apportandovi le eventuali modifiche riferite agli organi ispettivi che mi controllano.<br />
E così lo presenterò alla finanza, all\'ispettorato del lavoro, ai Nas ecc. dicendogli \" Ho il mio commercialista di fiducia che mi abilita e sono assolutamente indisponibile a far entrare chicchessia per motivi di sicurezza, guardate lo dice anche un consigliere comunale. <br />

FLORIANO SCHIAVONI

Si dà il caso che nell\'esempio che riporto il sottoscritto difendo le persone più deboli e non i furbetti di quartiere.<br />
Alla prossima truffa subita dagli anziani stia tranquillo che le ricorderò l\'errore commesso!<br />
Secondo lei perchè la questura invita a stare attenti.<br />
La cosa è molto diversa.

Sono pienamente in linea su quanto esposto dal consigliere Schiavoni Floriano in quando se un cittadino onesto fa svolgere annualmente il controllo della propria caldia per il riscaldamento abitativo regolarmente autorizzato, non vedo perchè debba far entra in casa uno sconosciuto anche se autorizzato dal Comune. Tutt\'al più presenterò all\'ufficio comunale preposto il controllo effettuato dal manumentore. Qui si controllano i controllori come si è verificato durante la bonifica dell\'ex sacelit.Italcementi,dove l\'Asur di Senigallia veniva controllata da un dirigente dell\'Asur di Bologna il quale veniva controllato da una Agenzia di Fano.Ed alla fine tutti i controllori venivano controllati dalla\'ALA, sempre vigile ed attenta alla salute dei cittadini di Senigallia.

Costituzione, Art. 14.<br />
<br />
Il domicilio è inviolabile.<br />
<br />
Non vi si possono eseguire ispezioni o perquisizioni o sequestri, se non nei casi e modi stabiliti dalla legge secondo le garanzie prescritte per la tutela della libertà personale.<br />
<br />
Gli accertamenti e le ispezioni per motivi di sanità e di incolumità pubblica o a fini economici e fiscali sono regolati da leggi speciali.<br />
------<br />
Se non si vuol far entrare l\'ispettore della suddetta agenzia quest\'ultimo non ha titolo per entrare con la forza.<br />
<br />
Alberto Bartozzi

Ma se il verificatore certifica che il mio manutentore mi ha fregato, posso poi citarlo in giudizio, come teste a favore, in sede di richiesta di risarcimento del danno? Se si quale veste giuridica possiede il verificatore, è un pubblico ufficiale, un incaricato di un pubblico servizio o che? <br />
Come diceva il Divino Giulio, pensar male è peccato, ma spesso ci si indovina.

I manutentori sono autorizzati per svolgere tali funzioni per cui se sbagliano pagano loro.E di sicuro mo hanno alcun interesse a sbagliare.Ma possibile che non capite che sono conrolli di controlli già convalidati per legge,svegliatevi dal torpore e non ragionate sempre come i cavalli con gli occhi bendati.....................

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque