Schiamazzi notturni e segnaletica caotica, l\'Aduc bacchetta Ceresoni

2' di lettura 08/07/2009 - Gli abitanti del quartiere detto della scuola rossa hanno assistito, impotenti e incavolati, alla avvenuta trasformazione della segnaletica stradale.

Abituati a seguire un determinato percorso, per muoversi all\'interno del quartiere, oppure per uscire, si sono imabattuti in un itinerario diverso dal consueto. Ed è facile immaginare le difficoltgà incontrate. Nei giorni successivi, inquadrato il nuovo assetto, la rabbia è cresciuta in quanto le modifiche apportate appaiono palesemente prive di senso logico. E basta qualche esempio. A causa di dette modifiche, le direzioni di marcia delle vie Feltrini e Trento sono state invertite. Conseguentemente per muoversi all\'interno del quartiere occorre servirsi di via Marche, che tra l\'altro, viene chiusa al traffico durante l\'entrata e l\'uscita dalle scuole.


Le vie Piemonte, l\'Aquila e Sardegna vengono impiegate esclusivamente dai residenti. Diversamente occorre compiere un gito vizioso. E si potrebbe continuare. Aggiungiamo soltanto che la sensazione provata è di un prolungamento del percorso con l\'ovvio risultato di un maggiore consumo di carburante con un conseguente aumento del tasso di inquinamento. Non per niente l\'assessore al traffico appartiene al gruppo dei Verdi. A proclamata vocazione ecologica. Nei giorni precedenti le ultime elezioni è stato recapitato dal gruppo politivo a cui appartiene la nostra giunta, materiale pubblicitario sulla cui copertina campeggiava, a caratteri cubitali, \"Pensare Democratico\". Ma se il pensiero non si traduce in atti corrispondenti, la sensazione percepita dagli elettori sarà di una ennesima presa in giro. E il risultato delle urne è stato significativo.


Ma i lampi di genio dell\'assessore Ceresoni non si esauriscono a questo caso. Intervistato in ordine ai reclami provocati dalla manifestazione denominata Festa della Musica, l\'assessore difende l\'iniziativa. In pratica condanna chi reclama e definisce \"fisiologica\" la reazione dei cittadini verso i rumori fastidiosi, affermando che qualche sacrificio in più è stato ampiamente ripagato sul fronte turistico. Una risposta di tal fatta sembra provocata a seguito di un colpo di sole. Oppure dalla botta ricevuta nelle ultime consultazioni elettorali. Illustre assessore, tra il godimento di molti e la sofferenza di alcuni, un paese civile tutela questi ultimi. La violazione della dimora domestica è condannata in tutti i paesi che abbiano raggiunto un grado minimo di civiltà. La costituzione italiana tutela la salute, non già lo sballo. Questo ultimo è consentito finchè non invade la sfera privata altrui.






Questo è un articolo pubblicato il 08-07-2009 alle 17:33 sul giornale del 08 luglio 2009 - 5211 letture

In questo articolo si parla di verdi, attualità, simone ceresoni, antonio valente


\"La costituzione italiana tutela la salute, non già lo sballo\".. ma cos\'era un rave party?? <br />
<br />
\"Aggiungiamo soltanto che la sensazione provata è di un prolungamento del percorso con l\'ovvio risultato di un maggiore consumo di carburante con un conseguente aumento del tasso di inquinamento.. \" .. ma quanti chilometri e quanti litri di benzina in più si spende ora?

leotex

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Non avevo fatto il login.<br />
<br />
Abbiate pazienza fino all\'aprile del prossimo anno.

..... che tanto tutto prosegue com\'è ora........

Lavorando con i turisti ti rendi conto che la città che ti sta attorno non si ancora accorta, che Senigallia è una città turistica e commerciale che vive e lavora per la maggior parte del tempo in estate e nei fine settimana, ciò comporta musica divertimento, animazione intrattenimento ecc...., se andiamo ad eliminare questi elementi come possiamo far divertire le persone che spendono i loro soldi e il oro tempo nella nostra città, Vi siete mai chiesti se i turisti stanno bene e si divertono a Senigallia.... se scrivete quello che ho letto mi sa tanto di no, ogni giorno la città perde migliaia di soldi perchè non riesce a sostenere lo svago dei turisti, soldi che portano in Romagna dove ci sono parchi e luoghi dove le famiglie si divertono e spendono il loro denaro, gli stessi Senigalliesi il fine settimana se ne vanno dalla nostra città per divertirsi... e questo secondo voi è giusto?<br />
Io penso cari concittadini che prima di lamentarsi bisognerebbe soffermarci e pensare in che tipo di città si stà vivendo, perchè fa figo vivere a Senigallia e poi dietro ci si lamenta di tutto.<br />
Imparate a sostenere il turismo della nostra città, e tutto cio che ne concerne, non facciamo di Senigallia una città dormitorio, dove alle 22 si prende una camomilla e si va a letto..... che tristezza!!!!!! <br />

Mi sa che si sta parlando di città diverse: non mi risulta tutto questo \"mortorio\" a Senigallia, e il fatto che già la gente si cominci a lamentare per gli schiamazzi è un segno in questo senso.<br />
Casomai mancano alternative alle solite cose nei soliti posti (ma se si cerca si trova, e bene), e se proprio la gente se ne va è per andare a ballare in qualche discoteca o per altre cose \"diverse dal solito\" in altre località, ma non sono per forza una regola. <br />
Manca a Senigallia un posto in cui si possa fare \"tutto il casino che si vuole\" senza che esca gente dalle finestre con i secchi d\'acqua...

Molte volte mi faccio sempre la stessa domanda. Le leggi di pubblica sicurezza sono uguali in tutta Italia. In Romagna, ma questa è la differenza di mentalità, sono molto più morbidi, infatti si convive con gli interessi delle famiglie e dei giovani. A Senigallia, si guarda al turismo familiare, e si spingono i giovani, che tra l\'altro sono quelli che spendono, ad emigrare in altri lidi.<br />
Vi ricordate tanti anni fa quando erano presenti il Dancing Maurizio, La Rotonda, il Billy Club e il Number One. Tanti locali vicini l\'uno all\'altro, un mare di giovani vocianti sia in inverno che in estate. Anche a quel tempo esisteva il turismo familiare. Ora, a distanza di decenni, alberghi che fanno causa a locali ristoranti etc. Pensavo che la mentalità turistica locale fosse migliorata mentre stiamo andando indietro di secoli.<br />
Un vero peccato.

Commento modificato il 08 luglio 2009

Il problema, leotex, è che una volta ragazzi e famiglie non erano \"in conflitto\". Si usciva tutti alla stessa ora e più o meno verso mezzanotte, l\'una tutti a nanna. Ora i ragazzi escono quando famiglie e \"vecchietti\" vanno a dormire e la contraddizione tra una spiaggia che si vuole \"vendere\" come luogo ideale per il turismo famigliare e la necessità di far guadagnare baretti e locali scoppia inevitabilmente. E\' il risultato di non aver mai deciso quale \"identità\" turistica ci si vuole dare. Per voler accontentare tutti, si rischia lo scontento generale. Tipico risultato di chi \"vende\" ma non è capace di fare marketing (e il marketing \"territoriale\" del neo- Sistema della Marca di Ancona\" o come si chiama, serve a poco...)

Luca Messersì

Per quanto riguarda la viabilità del quartiere \"scuola rossa\" io la definirei assurda... un rimaneggiamento inutile quanto dannoso, e privo di alcun senso logico. Un idiota avrebbe potuto far sicuramente meglio... vorrei sapere chi decide queste cose.<br />
<br />
Per la festa della musica direi che è uno dei pochi eventi davvero interessanti che accadono a Senigallia. Togliamo pure quello e siamo a posto. Oltretutto i concerti sono sempre finiti tutti molto presto... a mezzanotte non suonava più nessuno, altrimenti veniva il vigilozzo di turno a rompere. Piuttosto io migliorerei il livello dei concerti che spesso non è all\'altezza della cornice della città... ma forse chiedo troppo, dato che l\'audience raramente è preparata, soprattutto a Senigallia.<br />
<br />
Come sempre, fastidio e pessimismo.

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

E\' vero. La viabilità nella zona della \"Scuola rossa\" è schizofrenica. Ceresoni, ma chi è il folle che c\'ha messo le mani? Per punizione lo porterei in una delle tante vie, per poi dirgli: \"Adesso esci, se ne sei capace...\"

Tonysoprano

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Tonysoprano

Commento sconsigliato, leggilo comunque




logoEV