Strade del centro storico: niente rattoppi, vanno rifatte

sanpietrini 1' di lettura 24/07/2009 - Si dice che nelle statistiche vi siano contenuti dati freddi ma vanno rispettati per non rientrare nel testo di una canzone di Umberto Tozzi che diceva \"prima o poi gli altri siamo noi\".

Nelle strade delle città italiane ogni giorno si contano 6 morti e 650 feriti (che generano costi sociali enormi dovuti agli indennizzi pubblici e privati) causati dalla mancata manutenzione delle vie cittadine. Vittime di questo bollettino bellico sono: pedoni , ciclisti, motociclisti, ed anziani.


Ma senza fare allarmismi che portano a ritenere colui che divulga i numeri come iettatore, non serve toccarsi i gioielli di famiglia o il corno rosso partenopeo, ma semplicemente provvedere alla sistemazione di queste strade, specialmente se percorse con alta frequenza come la nostra famosa \"via granda\". Mi vengono in mente le vie in oggetto per assimilarle a percorsi tipici da gare di motocross o fuoristrada! Come mai la parallela via Testaferrata che senz\'altro vede meno veicoli al transito è stata recuperata perfettamente anche con buona qualità del lastricato utilizzato, e le altre sono un susseguirsi di avvallamenti, buche solchi e spazi tra i sanpietrini di dimensioni esagerate tali da far riflettere se avventurarsi lungo di esse o scegliere percorsi alternativi? Sono pericolose!


Non serve incaricare il camioncino degli operai comunali con il secchio del catrame posticcio che rinvia il problema. Vanno rifatte. I comuni in base all\'artcolo 208 del Codice della Strada dovrebbero manutenzionarle attingendo i fondi dalle somme raccolte con le multe. Chi controlla tutto ciò? Speriamo che il buon senso a tutela dell\'incolumità dei cittadini ci aiuti a superare la \"buca con acqua\" di Tognazzi ne \"Il federale\" : eravamo nell\'Italia del dopoguerra ma le cose non sembrano cambiate!


da Fabiano Pierfederici
cittadino senigalliese




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-07-2009 alle 15:56 sul giornale del 24 luglio 2009 - 2995 letture

In questo articolo si parla di attualità, Fabiano Pierfederici


Hai ragione! Evito di percorrere certe strade in bicicletta... ho paura. La situazione delle strade è veramente grave e ne sentiremo parlare tra qualche mese, in periodo elettorale. Tra una inaugurazione e l\'altra di qualche opera pubblica in pompa magna (chissà com\'è ma a Senigallia si ricordano le tornate elettorali per la concomitanza con qualche opera pubblica che ha richiesto decine d\'anni e poi... Oplà... pronta al momento giusto...). E non mi riferisco solamente alle strade del centro storico, percorri in bicicletta il viale 4 Novembre dopo un acquazzone: se non ti hanno investito le auto o i camion o gli autobus e se non sei caduto in una buca o non sei stato sbalzato di sella da un dossetto... mi racconterai!

Perfettamente daccordo con il sig. Pierfederici.<br />
Da abitante del centro percorro ogni giorno quelle strade ed occorre fare molta attenzione: via Pisacane, via San Martino, via Portici Ercolani e varie sono in uno stato di manutenzione pietoso.<br />
<br />
Non che il resto della città se la passi meglio, anzi.<br />
<br />
Il nostro Comune sembra orientato a costruire, costruire e costruire......di manutenzione, in questo caso viaria, neanche l\'ombra.<br />
<br />
Una domanda: visto che si parla tanto di complanare e costi di realizzo, una volta copmpiuta a chi competerà la manutenzione? è possibile fare un preventivo sui relativi costi?<br />
<br />
Buona giornata

io percorro via pisacane tutti i giorni con lo scooter e non vi dico che esperienza!! Ma una via come Pisacane ... al alto scorrimento, deve essere per forza fatta con i sanpietrini? che dopo due messi dalla sistemazione riaffondano come sulle sabbie mobili? non è meglio un fondo piatto ricoperto da asfalto con ai lati un bel marciapiede e parcheggi???? a volte mi domando se le vedo solo io ste cose oppure se le vedono pure i nostri \"amministratori comunali\" bah poveri noi!!! tanto se lo diciamo a chi di dovere siamo solo dei rompiscatole che si lamentano sempre!!!

Il signor Pierfederici ha perfettamente ragione; quella via va rifatta e non rattoppata; il comune butta tanti soldi in opere che non riesce mai a completare nei tempi previsti, perchè non si mette mano ad un grande progetto di manutenzione delle strade?

......e già che ci siamo sarebbe il caso di sistemare le fogne!!<br />
il problema è che poi gli interventi dovrebbero essere fatti con regolarità: vedi ad esempio la pulizia dei tombini di scarico, alcuni sono praticamente chiusi!<br />

bisogna anche moderare la velocità, la maggior parte degli scooter percorrono via pisacane a delle velocità molto superiori dei 50 km consentiti, se procedete su via pisacane ad una velocità moderata, vi accorgerete che i san pietrini accutiranno il vostro passaggio in maniera più delicata, e vedrete che non ci sarà bisogno di asfaltare, già mi prende caldo solo a pensarci, ma scherziamo w i san pietrini.

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque




logoEV