Successo di Cucine di Borgo: pieni anche i ristoranti

1' di lettura 01/08/2009 - Dopo il dibattito apertosi a seguito del successo di partecipazione ottenuto da Cucine di Borgo, un nostro lettore ci ha inviato delle foto che testimoniano la presenza di numerosi clienti anche in altri locali del centro e del Foro Annonario.

Alcuni commentatori infatti hanno \"protestato\", sostenendo che la manifestazione avrebbe sottratto clienti ai ristranti che sarebbero stati vuoti.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-08-2009 alle 12:46 sul giornale del 01 agosto 2009 - 4798 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli


Coordinamento civico: ma quante ne sparate a caso???

Commento modificato il 31 luglio 2009

Forse il \"raggio\" dei locali da fotografare doveva essere un po\' più largo... Il wine bar di piazza delle Erbe non è certo una prova. I clienti non sono gli stessi di quelli che decidono tra sagra e pizza/ristoranrino. <br />
<br />
L\'articolo de la Repubblica che ho postato l\'altro giorno lo mette bene in chiaro. E comunque sia, al di là dell\'esito di questo evento in particolare, è il principio economici che conta. La politica deve smetterla di fare concorrenza sleale al privato, se vuole che l\'economia vada avanti. Troppe, davvero troppe intrusioni: le partecipate e i centri servizi, per esempio. Che svolgono attività che potrebbero essere svolte da giovani. Ma il discorso è lungo e la politica sorda. Le clientele sono troppo importanti.<br /> <br />
<br />
Ciao,

Off-topic

Comincia a diventar noiosa prof...

Certo...se fotografi i locali lì intorno.<br />
<br />
Mi sembra che il Comune (perchè le foto vengono dal Comune) cerchi di difendersi dai fotografi \"selvaggi\" con gli stessi metodi, bucando però clamorosamente la notizia.<br />
<br />
Ha ragione la Paradisi che dice la stessa cosa che dice Berlusconi(ehehehe).<br />
<br />
Cioè: <br />
il privato va lasciato fare ed il pubblico deve intervenire solo quando il privato da <br />
solo non ce la fa.<br />
E\' il famoso principio di sussidiarietà che la professoressa può a questo punto spiegarvi meglio di me.<br />
Le cedo la parola...<br />

nel foro annonario c\'è un solo ristorante, nel restante centro storico ce ne sono altri dieci di ristoranti che hanno sofferto la carenza di clienti,il signore che ha fatto le foto le doveva fare in tutto il centro storico.

Forse sarà noiosa, ma ahimè credo che in diverse cose abbia ragione: a pacchi.

intruso... c\'è sempre la Settimana Enigmistica (ottima!!! Bartezzaghi è un mago). Mica sei obbligato a leggermi.

Commento modificato il 01 agosto 2009

Lo Stato deve provvedere ai beni pubblici. Istruzione, difesa, salute, eccetera. Può poi intervenire nel sistema degli scambi privati nei casi di \"asimmetrie informative\": che so, un artigiano che se la prende in saccoccia col suo committente perché quest\'ultimo è in possesso di più notizie su come andrà il mercato; un pensionato alle prese con la banca e la destinazione della sua liquidazione, eccetera.<br />
<br />
Negli ultimi anni, la politica è diventata imprenditrice. Un po\' come succedeva con le tanto discusse Partecipazioni Statali che però avevano almeno l\'obiettivo sacrosanto di salvare l\'occupazione di imprese molto grandi, oltre che di formare fior di manager. Settori importantissimi per lo sviluppo e la crescita italiana sono spariti da quando si è decisa (Prodi) la privatizzazione: informatica; aeronautica civile; chimica; elettronica di consumo; <i>High-Tech></i>, eccetera. <br />
<br />
Lo scopo principale dell\'intromettersi della politica nelle faccende private (For.Ma; Gestiport; Svim; Meccano; Musinf, eccetera eccetera eccetera) oltre che nelle cosidette <i>Public Utilities</i> (Multiservizi; Cir33; Prometeo eccetera) è quello di sistemare sederi ingombranti e/o a cui si deve un contentino (che so, la presidenza che sarà data alla Sindaca alla fine del suo mandato). In questo modo, però, non solo si rende inefficiente il servizio, ma si distorce il mercato. Nessun privato potrà competere perché le regole sono - appunto - distorte. Ci sono poi, naturalmente, tutti gli altri organismi inutili di cui si dota la politica: l\'AATO, per esempio. 22mila euro l\'anno alla ex-parlamentare Abbondanzieri; la MarcaTuristica, o come si chiama, e via discorrendo. Per non parlare poi dei Comuni \"padroni di casa\": affitto di stabili, uffici e negozi in cui la politica si comporta tanto quanto un qualsiasi \"parassita\" percettore di rendita, distorcendo, anche in questo caso, \'sto benedetto mercato.<br />
<br />
Alla prossima, il discorso sarebbe mooolto lungo! Mo\' vado al mare :-)<br />
<br />
<br />
P.S. Ti sei mai chiesto perché l\'Italia è sempre un po\' più indietro degli altri paesi quando il Pil cresce? Proprio perché ci siamo giocati i settori migliori e perché in quelli che restano la produttività è compromessa dall\'ingerenza della politica e di tutti gli incapaci che alleva e distribuisce sia nel sistema economico che negli assessorati all\'industria, il cui unico scopo è fare clientelismo, non sviluppo, e con buona pace delle possibilità imprenditoriali e occupazionali per i giovani. In questo è responsabile pure l\'università coi suoi \"spin off\" del piffero. <br />
<br />
P.P.S. Semmai è Berlusconi che è d\'accordo con me. Lui è uno chansonnier, mica un economista (Uahahahaha)

Off-topic

C\'hai ragiò...ma anche te qualche volta mica sei obbligata a infierire! ;)<br />
Ah già...l\'amore per la giustizia...il tiranno che affama il popolo....la casta attaccata al potere...la democrazia violata...<br />
C\'hai ragiò...scusa...corro a comprare Bartezzaghi (che ha fatto pure un libro ora!)

Non condivido sempre tutto quello che scrivi, Mariangela, del resto è umano, ma il non esprimerti la mia simpatia per come lo dici, mi sembrerebbe sciocco ed ingiusto. Io ho lasciato i Rebus per leggerti, lo so... de gustibus. Se dovessi premiare i commentatori più satirici di VS, i miei voti andrebbero certamente a te ed al Melgaco, anche lui sempre sintetico e con una penna affilata. Complimenti ad entrambi.<br />
Franco Giannini

Grazie Franco. E che tu non condivida sempre ciò che scrivo mi pare più che positivo. In caso contrario, vorrebbe dire: a) che la mia è solo acqua calda: e a chi non piace l\'acqua calda? b) che ho imparato il politichese, tipico linguaggio elaborato per dar ragione a tutti. <br />
<br />
Ciao, un abbraccio!

al foro annonario c\'è un solo ristorante e ha lavorato di riflesso alla manifestazione cucine di borgo, il signore che ha fatto la foto, poteva anche andare oltre il foro ed accorgersi che gli altri ristoranti hanno avuto un calo del 50% rispetto al fine settimana precedente alla manifestazione, o si è accorto e non ha avuto il coraggio di documentarlo, l\'amministrazione comunale deve agevolare le attività commerciali non dannergiarle con queste manifestazioni pre elettorali.

E\' vero.<br />
Ma quello che tu sai perchè l\'hai studiato, lui lo sa perchè lo intuisce al volo tra un verso e l\'altro di una canzone napoletana e tra una prestazione e l\'altra della escort di turno.<br />
<br />
Insomma, tu sei la secchiona, lui è il genio.

Ma c\'è anche un premio?

Comunque:<br />
nessuno smentisce la mia affermazione secono cui quelle foto provengono dal Comune?

un senigalliese doc

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Mai stata una secchiona. Ero sempre quella della quale i professori dicevano: è intelligente e potrebbe fare di più. Tant\'é vero che io sono una semplice sottopagata prof. e Lui (il \"tuo\" Lui) è presidente del Consiglio... Ingiustizie della vita.

Off-topic

Sì. Per te, una serata con la Daddario (o D\'Addario?). Per me, con il sosia di Clooney alla Bicchia.

Commento modificato il 01 agosto 2009

Dici che vengono dal Comune? Probabile.<br />
<br />
P.S. Giulia, oggi ho letto un tuo articolo sul Messaggero in cui dici che anche la Sindaca è d\'accordo che le colonie Enel non si devono abbattere per via della \"Memoria\"... Interessante. Ma quando l\'ha detto?

Intruso

Commento sconsigliato, leggilo comunque

io faccio un favore a te tu fai un favore a me scambio ecuo.........




logoEV