Amministrazione su occupazione in via delle Caserme: basta con i confronti esasperati

09/08/2009 - \"In riferimento alla occupazione abusiva da parte del Centro Sociale “Mezza Canaja” di alcuni locali di un immobile situato in via delle Caserme e di proprietà dell’Istituto per il Sostentamento per il Clero, l’Amministrazione Comunale esprime un giudizio di ferma condanna: si tratta infatti di un modello di comportamento che non può essere accettato in un sistema sociale e civile che si fonda sul principio della legalità\".

Far emergere la questione abitativa come tematica da affrontare con urgenza ed efficacia rappresenta sicuramente una priorità per l’Amministrazione Comunale, come peraltro lo è per tutto il nostro Paese, ma è evidente che gli strumenti utilizzati debbono rientrare in una progettualità ben precisa e garantire sempre il rispetto delle regole con cui tutti sono chiamati a confrontarsi.



Se dunque l’obiettivo dei giovani del “Mezza Canaja” era quello di sollecitare una riflessione sui problemi abitativi, ancora una volta sono state le forme utilizzate ad essere profondamente sbagliate.



È sempre più urgente abbandonare il tempo delle contrapposizioni e dei confronti esasperati per vivere ogni problematica con un maggior senso di responsabilità, privilegiando la discussione politica e il confronto nelle sedi opportune rispetto ad azioni di forza che non potranno portare nel lungo termine ai risultati da tutti auspicati.



Le istituzioni d’altra parte vivono di regole e sono pertanto tenute per prime a farle rispettare. Di qui deriva, come è giusto, il principio della responsabilità penale, che è personale e porterà inevitabili conseguenze per gli autori di questo gesto, i quali otterranno il solo risultato di essere perseguiti a norma di legge dagli organi competenti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-08-2009 alle 17:50 sul giornale del 10 agosto 2009 - 5480 letture

In questo articolo si parla di comune di senigallia, senigallia


lquesto comunicao è straordinario tante parole enon c\'è scritto niente. pura formalità.

Commento modificato il 09 agosto 2009

<i>\"Far emergere la questione abitativa come tematica da affrontare con urgenza ed efficacia rappresenta sicuramente una priorità per l’Amministrazione Comunale\"</i> Davvero? Non me ne sono accorta. Ma forse mi sono distratta, ammirando i tanti loculi che sono stati fatti costruire, e venduti 6-7mila euro al metro quadrato, da 10 anni a questa parte.<br />
<br />
<i>\"privilegiando la discussione politica e il confronto nelle sedi opportune\"</i>. Mi sbaglietò, ma mi sa che è quel: \"nelle sedi opportune\" che ci frega!

Video dell\'occupazione delle due case al seguente link: http://csoamezzacanaja.noblogs.org/post/2009/08/09/08-08-09-video-e-rassegna-stampa-dell-occupazione-di-due-case-sfitte

POLITICHESE PURO<br />
Le case per i ricchi sfondati si fanno in mezzora, l\'edilizia popolare che non da una tale rendita speculativa nemmeno in vent\'anni.<br />
Io fossi in voi mi vergognerei un attimino....

voi li avete creati e adesso non li riuscite a gestire...<br />
che ridere!

Quindi? Come intende procedere l\'amministrazione???<br />
Ma non era meglio svegliarsi a tempo debito?<br />
Comunque cari signori, con una Senigallia riempita di mini appartamenti, dove la speculazione impazza, il problema casa è soprattutto colpa vostra!

ROSA

Commento sconsigliato, leggilo comunque

.....piuttosto, non pensi il MC di trasferirsi in quei locali perchè fra poco le ex colonie Enel saranno trasformate dalla proprietà!!!! <br />

Non ho mai controllato la denuncia dei redditi dei genitori di quelli che frequentano il Mezza Canaja....ma poi...che cazzo c\'entra con l\'argomento che stiamo trattando?

Provo a ricordare una piccola cosa, perchè tutti sono paladini dell\'informazione, indipendente, ma poi quando questa non serve ce se ne scorda.<br />
Volevo ricordare che questa amministrazione è stata quella che ha rilanciato la politica sociale per la casa dopo che le passate amministrazioni, di cui spesso leggiamo i rimbrotti anche su queste pagine , se ne sono completamente disinteressati<br />
<br />
Per quanto riguarda il MC tutto sommato, anche se non approvo, credo che sia coerente, finalmente.<br />
I piccoli rivoluzionari stanno crescendo, non vanno più in comune a trattare per una sede (magari poi il giorno dopo, per mantenere lo spirito rivoluzionario, occupano la nuova gioventù) ma hanno deciso di prendere quello che vogliono, a questo punto se sono coerenti occuperanno anche la loro sede.<br />
Perchè se uno vuol fare la rivoluzione deve anche accollarsene i rischi, ormai sono grandi, maggiorenni e responsabili delle proprie azioni.<br />
<br />
Il loro gesto però pone anche seri problemi politici alla attuale ed alla futura amministrazione che avrà un soggetto nuovo e con strategie diverse con cui confrontarsi.<br />
L\'attuale amministrazione si è già schierata, come si schiereranno i pretendenti alla prossima.<br />
Su questo buio assoluto.

Sottoscrivo Quilly, cosa c\'entra?<br />
Di mio aggiungo che i ragazzi del MC che conosco son tutto tranne che \"figli di papà\", e li ho visti fare i lavori più disparati, quando non studiano all\'università.

RIlanciato la politica sociale per la casa? Dopo che le precedenti se ne sono disinteressate: due notizie Mauri: per primo tutte le amministrazioni di Senigallia sono state della stessa parte politica (salvo 1 parentesi di 1 anno circa); per seconda cosa questa amministrazione ha dato solo una bella mano agli speculatori fregandosene dell\'edilizia popolare.<br />

Sarebbe il caso che ti informassi e cercassi di uscire dai soliti luoghi comuni.<br />
imbastire una discussione a livello \"piove governo ladro\" non è entusiasmante per nessuno-<br />

Si sono d\'accordo, i piccoli rivoluzionari crescono, tant\'è vero che sulla destinazione del locale che occupano non hanno sprecato tanto fiato. Chissà perchè.<br />
Quello che è curioso è la velocità con cui l\'amministrazione è intervenuta sulla occupazione dei locali della curia. Carne viva che fa male. Non mi sembra che la stessa amministrazione sia mai intervenuta con tanta rapidità nei confronti del MC per tutte le violazioni che vengono commesse. Non mi dilungo oltre.

Davvero, vorrei essere aggiornato: posto che l\'amministrazione comunale a senigallia è sempre stata tramandata di di padre (politico) in figlio (politico), mi sono perso la release della politica per la casa.<br />
Quella popolare. Abbiamo dei dati? non so, la percentuale di appartamenti turistici rispetto a quelli di edilizia popolare? O di case sfitte rispetto a come sopra? <br />
Io continuo a domandarmi una cosa: \"restituire alla città\" l\'area sacelit italcementi, come sbandiera l\'amministrazione, a me pare un peletto fuori luogo. A me non hanno dato nulla...o meglio, un pezzetto della città me la darebbero pure, al modico prezzo di 7.800 al mq...

Vogliamo fare un pò di relapolitik, per fare progetti di edilizia sociale forse ci vogliono dei soldi, quelli pubblici , che forse i comuni non hanno.<br />
Anche a me piacerebbe poter dire che tutta l\'area Sacelit diventi, verde pubblico ed edilizia popolare e così anche tutta via cellini,alle ex colonie enel, all\' ex liceo Perticari e qulasiasi altra futura area edificabile.<br />
Ma dopo che mi sono riempito la bocca di tanta demagogia mi accorgo che ho il portafoglio vuoto.<br />
<br />
Vogliamo fare davvero una cosa così, vogliamo togliere ai privati tutte queste zone, bene! Basta trovare una larga intesa politica ed avere il coraggio di dire ai cittadini:il prossimo anno tirate fuori 2o 3.000 euro a cranio ( neonati compresi) per poter acquistare queste aree e per finanziare l\'opera.<br />
Oppure si fa una bella rivoluzione, si espropriano le aree e i proprietari che si oppongono si eliminano.<br />
<br />
Molto semplice, il resto sono solo chiacchiere.

Tarcisio Torreggiani


Mi sarebbe piaciuto aderire a una seria èpresa di posizione dell\'Amministrazione Comunale, purtroppo considerate la intera e le intere vicende e relazioni tra Comune e Curio ritengo questo vuoto comunicato utile solo a richiedere un assist elettorale dalla curia.

certo, adesso è tutto chiaro e inequivocabilmente semplice, grazie.<br />
Senti invece questa favola: l\'Amministrazione di un Comune decide di vincolare a verde pubblico un0area su cui sorge una fabbrica dismessa. La proprietà che già pensava di vendere l\'area a peso d\'oro si preoccupa alquanto. I prezzi scendono, le pretese dei costruttori pure. Invece di una semplice, banale lottizzazione turistica, nasce un quartiere residenziale, con alberghi e attività commerciali/artigianali/servizi aperte tutto l\'anno, con generale soddisfazione.<br />
Favole per favole, questa almeno ha il lieto fine.