Quantcast

I sindacati sono contro i precari

scuola 1' di lettura 30/08/2009 - Sono gravi, anche se aspettate, le dichiarazioni della sindacalista della CGIL scuola che invece di difendere i docenti precari dai tanti soprusi subiti in questi giorni, forniscono mezzo stampa una difesa d’ufficio di quei burocrati del provveditorato che con la loro inerzia e mala organizzazione costano agli insegnanti centinaia di euro di ritardata assunzione.

È la prova provata di quel patto sindacal corporativo che in questi anni ha ingenerato disuguaglianze tra i docenti, interpretazioni arbitrarie delle normative abbassamento della qualità del’insegnamento. Vorremo solo ricordare alla sig.ra Carloni che le disponibilità delle cattedre e degli spezzoni orari sono noti agli uffici da settimane e che se si lavorasse anche di sabato forse qualche altro giorno lo avrebbero recuperato.



Non si capisce perché la quasi totalità dei provveditorati italiani hanno già terminato le medesime operazioni di incarichi annuali o le concluderanno lunedì 31 agosto (come da decreto ministeriale), mentre il nostro USP è ancora in alto mare, prendendosi anche il lusso di fare delle “pause di riflessione”.



Se queste sono dunque le “battaglie di principio” dei sedicenti rappresentati dei lavoratori della scuola, una ragione di più per invitare i docenti precari a diffidare di loro e a rimettere, se mai l’abbiano avuta, la tessera sindacale.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-08-2009 alle 16:53 sul giornale del 31 agosto 2009 - 1560 letture

In questo articolo si parla di scuola, attualità, Adpa e Miip





logoEV
logoEV