Quantcast

San Settimio: rievocazione storica nella festa del patrono

1' di lettura 16/09/2009 - Il 19 settembre, a partire dalle ore 17,00, nel centro storico di Jesi si tornerà indietro nel tempo di secoli, fino alla metà del ’600.

In occasione della Itradizionale Fiera di San Settimio, che ebbe origine proprio nel 1635, il Comune di Jesi propone una manifestazione di grande interesse culturale e tu- ristico, curata dall\'associazione Culturale tabULaraSa di Jesi, facente parte del CerS (Consorzio europeo rievocazioni Storiche).


Questa rievocazione storica prende ispirazione da un altro evento storicamente attestato, avvenuto nel 1643, in occasione della cosiddetta \"Guerra di Castro\" che vide coinvolte anche le truppe pontifice contro modenesi e Veneziani. In quell\'anno, infatti, venne bandito l\'arruolamento di una compagnia di milizia \"de’ più periti nell’arte militare\" che \"marciarono a’ servigj del Ponteice\".


L\'associazione tabulara, assieme a numerose altre associazioni di rievocatori storici ed artisti di strada provenienti da varie parti d\'Italia, daranno vita a scene di vita quotidiana secentesca, con mercanti, esibizioni di suonatori, giullari e teatranti itineranti. Il pubblico assisterà, inoltre, alle operazioni di arruolamento e addestramento nell’uso delle varie armi dell’epoca, dalla picca al moschetto, delle reclute tratte dalla popolazione cittadina.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-09-2009 alle 14:57 sul giornale del 16 settembre 2009 - 1818 letture

All'articolo è associato un evento

In questo articolo si parla di attualità, jesi, Comune di Jesi