x

SEI IN > VIVERE JESI > ATTUALITA'
comunicato stampa

\'L\'acqua, la memoria\': \'Il suono del vino\' conclude la rassegna

3' di lettura
11260

da Amat Marche
www.amatmarche.net


montecarotto
L’edizione 2009 de L’acqua, la memoria, il percorso di spettacoli e incontri sulle sponde dell’Esino realizzato dalla Provincia di Ancona con l’Amat, si conclude con i tre appuntamenti de Il suono del vino.

Nato da un’idea di Giovanni Seneca, compositore, e di Michela Pallonari, esperta di vino, messo in scena con la drammaturgia e la regia di Roberto Nisi e con la lettura teatrale di Luca Violini, lo spettacolo è un omaggio alle Marche ed ad uno dei suoi vini migliori: il Verdicchio dei castelli di Jesi. Saranno infatti aziende vitivinicole ad ospitare due delle tre tappe dello spettacolo, quella di mercoledì 23 settembre alla Fattoria San Lorenzo a Montecarotto e quella di giovedì 24 settembre all’Agriturismo La Distesa in Via Romita 28 a Cupramontana (ore 18,30, ingresso libero compresa degustazione), mentre quella conclusiva, sempre ad ingresso libero, sarà sabato 26 settembre alle ore 21,30 al Teatro Comunale di Montecarotto.



“Per fare un\'ottima figura aveva ordinato una riserva di oltre 15 anni, ma non una bottiglia, ben dieci, prenotando l\'intero ristorante e piazzando una, a dire il vero, gran bella interprete tra gli sguardi ancora più sorridenti degli otto emissari russi. Lascio immaginarti la spesa che avrà sostenuto per fare bella figura (…) Dopo il primo sorso le domande si sono fatte sempre più insistenti e il povero manager era in imbarazzo: la situazione gli stava sfuggendo di mano... «Sì certo italiano, italianissimo, come vede dall\'etichetta proviene dai castelli di Jesi...un po\' come la valle della Loira... però questo è Italia! (…)» Inziamo a scoprire i profumi dei questa mia creatura. È fresco. Un odore di colline, di sale, e di ginestra: un odore di gioventù, pungente, carico di asprezza ma nascostamente dolce”. In Il suono del vino l’esperta di vino, l’attore e i tre musicisti creano un’esperienza sensoriale in cui i cinque sensi vengono coinvolti contemporaneamente. I testi scritti in forma di carteggio amoroso da Roberto Nisi e affidati alla voce di Luca Violini e a quella di Michela Pallonari sono accompagnati da brani musicali originali di Giovanni Seneca –eseguiti alla chitarra dall’autore insieme a Barbara Hill ai flauti e a Michele Scipioni ai clarinetti- le cui note ed il cui andamento ritmico e melodico si fondono alle sensazioni della degustazione guidata dalla stessa Pallonari.



“Tutto –precisano gli autori nella nota di presentazione– al fine di provocare le sensibilità organolettiche e regalare un\'esperienza unica ed indimenticabile in cui vino musica e parola si fondono magicamente e in cui l’arte del bere diventa un momento di riflessione sulla propria terra e sulle proprie radici. Uno spettacolo di valorizzazione sia culturale che territoriale utilizzando e promuovendo il verdicchio che fonde in sé arte, cultura, tradizione e storia regionale”.



L’acqua, la memoria è realizzato dalla Provincia di Ancona nel progetto Cohabitat in collaborazione con AMAT Associazione Marchigiana Attività Teatrali e con il sostegno di Regione Marche, PoGAS Marche, Presidenza del Consiglio dei Ministri – Ministro della Gioventù e Osservatorio dell’Acqua della Provincia di Ancona e la collaborazione dei Comuni di Camerata Picena, Castelbellino, Chiaravalle, Falconara, Genga, Jesi, Maiolati Spontini, Monsano, Montecarotto, Serra San Quirico e Staffolo; del CIS Consorzio Intercomunale Servizi, Comunità Montana dell’Esino-Frasassi e Consorzio Frasassi.


Informazioni: Amat tel. 071/2072439 e Provincia di Ancona tel. 071/5894311.

www.amat.marche.it, www.provincia.ancona.it, www.cohabitat.it e www.pogas.marche.it



montecarotto

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-09-2009 alle 16:00 sul giornale del 18 settembre 2009 - 11260 letture

All'articolo è associato un evento