Quantcast

Raggionto l\'accordo sui contrattidi Villa Serena

villa serena di jesi| 2' di lettura 23/09/2009 - La Casa di Cura Villa Serena di Jesi ha raggiunto un importante accordo con i sindacati dei lavoratori, in virtù del quale tutti i dipendenti della clinica riceveranno gli arretrati dello stipendio degli anni 2006 e 2007 in forma rateale, per un totale di circa 500mila euro.

In data odierna, infatti, a seguito di un incontro tra la delegazione della Casa di Cura, composta dal presidente Gaetano Martini, dal direttore amministrativo Umberto Sodano e dal consigliere di amministrazione Oliviero Gorrieri e la delegazione sindacale territoriale di CGIL PP, CISL FP e UIL FPL, nelle persone di Alberto Beltrani, Alessandro Mancinelli, Rossano Moscatelli e della RSA, nelle persone di Giovanna Cotulelli, Vincenzo Scarpati, Francesco Vitali e Claudia Silvestri, è stato sottoscritto un pre-contratto nazionale per il rinnovo del CCNL 2006/2009 – biennio economico 2006/2007.

Frutto di una serrata ma pacata trattativa, l’accordo siglato presso Villa Serena, la più importante realtà occupazionale delle Marche nell’ambito delle cliniche private, con i suoi 156 dipendenti, giunge in anticipo rispetto al fronte nazionale e lancia un segnale positivo, di distensione e fiducia, nell’attuale panorama di crisi attraversato dal sistema produttivo. Il pre-contratto, che resterà in vigore fino alla firma del CCNL 2006-2007 a livello nazionale, quale unico testo contrattuale valido e da applicare in tutte le strutture del territorio italiano, adegua i contratti dei dipendenti della sanità privata, bloccati al 2005 e riguarda tutto il personale in servizio alla data della sottoscrizione e, in proporzione al servizio prestato, il personale che ha cessato il rapporto per collocamento a riposo o che ha interrotto il rapporto di lavoro nel corso dell’anno 2008 e del 2009 fino all’atto della firma. «Siamo soddisfatti dell’accordo – dichiara il presidente Martini – perché riconosce ai lavoratori un diritto, quello allo sblocco del proprio contratto, indiscutibile.

Ma siamo anche orgogliosi perché questa decisione è maturata a seguito di un confronto sì serio e serrato, ma anche pacato e collaborativo. Ma ciò di cui ci compiacciamo maggiormente è la sintesi con la quale siamo arrivati alla presente soluzione rispetto ai tavoli di trattativa nazionali, soprattutto in un periodo difficile qual è l’attuale».





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-09-2009 alle 13:47 sul giornale del 23 settembre 2009 - 2263 letture

In questo articolo si parla di attualità, Villa Serena di Jesi





logoEV
logoEV