Centro storico: arrivano le telecamere per le ztl

telecamera sorveglianza 08/10/2009 - Il centro storico si appresta a dotarsi dei varchi elettronici, strumento tecnologico per il controllo delle auto che transitano nella Ztl.

È stato infatti pubblicato martedì scorso il bando per individuare l\'impresa a cui sarà affidata la fornitura e posa in opera del sistema di controllo automatizzato degli accessi nelle zone a traffico limitato, in conformità con le nuove disposizioni di legge recentemente introdotte. Proprio la modifica della normativa è stata alla base del rinvio di questo provvedimento che era stato annunciato per i mesi scorsi e che viene proposto ora recependo in pieno il dettato del legislatore.


I varchi elettronici saranno previsti nei tre punti di accesso della Ztl del centro storico - Porta Bersaglieri, via Andrea da Jesi e Corso Matteotti - con una opzione anche per Porta Garibaldi. Non si tratterà delle tradizionali telecamere, ma di sofisticati strumentazioni tecniche che identificano i veicoli in transito in questi determinati punti. L\'identificazione avverrà tramite la lettura automatica della targa, di qualunque nazionalità essa sia, procedendo al riconoscimento del numero. Sulla base del riconoscimento effettuato, un particolare software sarà in grado di di determinare se il veicolo risulta essere autorizzato al transito, mediante confronto con l\'elenco dei permessi rilasciati dal Comune di Jesi. Qualora il mezzo abbia la prevista autorizzazione, non sarà acquisito il dato riferito alla targa. In caso contrario sarà generato un file che contiene l’immagine della sequenza alfanumerica della targa letta, il luogo, la data e l\' ora di transito del veicolo nonché l\'indicazione del numero di targa riconosciuto che sarà automaticamente inviato alla centrale operativa della polizia municipale.


A quel punto saranno i vigili urbani a procedere ad un secondo controllo per accertare la mancata autorizzazione e, qualora dovesse così risultare, ad emettere la relativa sanzione prevista. Per partecipare al bando - con un importo a base d\'asta di poco superiore agli 80 mila euro - le imprese avranno tempo fino al prossimo 16 novembre. “Anche questo intervento - ha sottolineato l\'assessore alla polizia municipale, sviluppo economico e progetti speciali Daniele Olivi - rientra in quel percorso di rilettura e riqualificazione del centro storico condiviso con la Circoscrizione, sia sotto il profilo socio-economico ed urbanistico con i lavori del contratto di quartiere, sia sotto il profilo di valorizzazione della vivibilità e della fruibilità. È un percorso avviato da alcuni anni, che si è arricchito di volta in volta di interventi mirati su più fronti, come il bando relativo al centro commerciale naturale riservato agli operatori economici o anche come la pedonalizzazione di piazza delle Monnighette, primo esempio di come possa essere un\'area pubblica sprovvista di auto.


In previsione vi è la strategia già delineata dal Consiglio comunale per la pedonalizzazione di corso Matteotti ed altri interventi di riqualificazione, come quello di poter ammirare gli edifici più prestigiosi senza che vi siano auto parcheggiate abusivamente davanti. Anche i varchi elettronici per arginare il fenomeno del transito di veicoli non autorizzati rientra dunque in questo nuovo volto che si vuole dare al centro storico con una dinamica innovativa ed aggiornata che nel tempo auspichiamo possa dare risultati pienamente soddisfacenti per chi vi abita, per chi vi lavora, per chi il centro storico ama frequentarlo, per una prospettiva turistica che sarà pienamente valorizzata una volta terminati i numerosi interventi previsti dal contratto di quartiere che sono in pieno svolgimento”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-10-2009 alle 13:02 sul giornale del 09 ottobre 2009 - 3335 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, Comune di Jesi, webcam