Politeama Rossini: ecco come rinascerà tra tre anni

politeama rossini 11/10/2009 - Dopo 20 anni il Politeama Rossini è pronto a rinascere sotto una nuova veste. Al posto dell'ex cinema sorgerà un centro dedicato ai servizi con una superficie di quattro mila metri quadrati dedicati a negozi e uffici con una galleria sotterranea che collegherà direttamente piazza del Duca con il parterre della Rocca Roveresca.

É uno degli interventi di ristrutturazione dell'edificio di proprietà della Matelica 2000 srl che mette in relazione pubblico e privato. La galleria infatti sarà fruibile e consentirà di eliminare il dislivello oggi esistente tra il piano di piazza Del Duca e quello dei giardini della Rocca. Il recupero dell'ex Politeama Rossini, dal nome dell'imprenditore di Montignano Odoardo Rossini che lo costruì nel 1932, segue anche un preciso filone filologico dal momento che inserito nel cuore del centro storico e sottoposto anche a vincoli della Soprintendenza .

Il progetto di riqualificazione iniziato nel 2004 è stato sviluppato in piena sinergia con l'Amministrazione Comunale -spiega l'architetto progettista Michele Gasparetti- parliamo di un edificio storico, chiuso da vent'anni, che insiste per una parte sulle mura urbiche. Anche per questo il progetto è stato concordato con la soprintendenza ai Beni Architettonici ed è stato oggetto di un ulteriore plauso da parte del Comitato Tecnico del Ministero dei Beni Architettonici. Abbiamo voluto recuperare ed esaltare la natura storica dell'edificio ripristinando il cammino di ronda, il vecchio baluardo della Penna, ricostruendo il prato erboso e prevedendo due ascensori per le due diverse quote di terreno esistenti tra piazza del Duca e i giardini della Rocca”.

I lavori, iniziati con i sondaggi e l'avvio del cantiere, si concluderanno tra tre anni. “Non parliamo solo di un intervento privato su un edificio privato, ma di un intervento di rilevanza storico-culturale inserito in punto strategico del centro storico, tra piazza del Duca, la Rocca Roveresca e la cinta muraria -afferma l'assessore all'urbanistica Maurizio Mangialardi- aggiungiamo così un altro tassello alle riqualificazioni avviate da privati seguendo le direttive impartite dal piano Cervellati”.

Dagli oneri di urbanizzazione dovrebbero arrivare anche soldi per la realizzazione del tanto atteso parcheggio in struttura sotto alla ex Gil. “Dalla monetizzazione degli oneri di urbanizzazione il Comune avrà circa 630 mila euro da destinare alla realizzazione di un parcheggio in struttura -aggiunge Mangialardi- stiamo ragionando sul sito che dovrebbe essere quello della Nuova Gioventù. In questo caso il parcheggio avrebbe una funzionalità tutta a sostegno del centro storico”.








Questo è un articolo pubblicato il 11-10-2009 alle 08:53 sul giornale del 12 ottobre 2009 - 8466 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, politeama rossini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/wMG


Ma quelle palificazioni che hanno fatto sulla ex Arena Rossini, profonde 38 metri, a che servono?<br />
Qualcuno me lo sa spiegare? Grazie.

Copio e incollo un mio commento all\'articolo di settembre che annunciava il progetto \"Politeama\". Scusate se sono noiosa, ma su questa brutta questione non mollo:<br />
<br />
<i>\"Come metteno in evidenza le visure camerali pubblicate da Claudio Cavallari (Sprint n. 54, 24 settembre 2009) la Matelica Costruzioni S.r.l è proprietà unica della S.B. Costruzioni di Belogi Stefano e Mosca Gabriella.<br />
<br />
La Matelica costruzioni è socia della Immobiliare Verde Blu srl, una società costituita da due soci, Marcantoni Umberto - rappresentante dell\'impresa e presidente del Consiglio di Amministrazione - e, appunto, Belogi Stefano. Marcantoni Umberto è pure socio assieme a Serfilippi della SEMA costruzioni e della Globo costruzioni.<br />
<br />
Marcantoni Umberto rientra tra le parentele fino al quarto grado della Sindaca, essendo il marito della cugina (Sprint on line e Lapiagadivelluto).\"</i><br />

Il parcheggio sarà a sostegno del centro commerciale (e sicuramente non basterà) e non del centro storico.<br />
In un punto già nevralgico per la città ci aggiungiamo altro traffico.<br />
Complimenti.

Questa amministrazione si mostra troppo contigua a taluni imprenditori. Altri sono stati eliminati senza ragioni apparenti, vedi la Edra costruzioni, scomparsa dal panorama edilizio locale. Qualcuno sa spiegarmi il perchè?

Avresti preferito altri appartamenti?<br />
Anche io avrei voluto un cinama-teatro, ma meglio un centro commerciale che i soliti miniappartamenti.

san mattone

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Caro DdA,<br />
non è che per forza ci si debba sciroppare una medicina perchè è meno amara di un\'altra, se non serve o peggio ha dannosi effetti collaterali.<br />
<br />
La domanda non è se servissero miniappartamenti (ormai ai residenziali non ci pensiamo più neanche), ma è: servivano assolutamente altri negozi e uffici in centro? <br />
<br />
Chiaro che neanche un teatro sarebbe ormai stato funzionale, a meno di trasformare in parcheggio l\'orrendo scatolone, ma va bene così? Così anche questa ormai è andata, accontentiamoci del giardinetto e della fantasmagorica galleria sotterranea.

SI e NO<br />
Si che han deciso fortunatamente di non buttare giu l\'edificio, Si che han preferito non creare altri appartamenti, <br />
NO ad uffici e negozi, possibile che non si pensi mai ad altro? spazio per centro sociale per anziani e giovani, gallerie, museo permanente fotografia, spazi per artisti di senigallia, cineclub, e chi piu ne ha piu ne metta

Tentare qualcosa di nuovo e di utile, proprio no!?<br />
Per esempio i \"Laboratori di Urbanistica Partecipata\" come a Bologna. Non c\'è nulla da inventare, basta copiare.<br />
www.report.rai.it/R2_HPprogramma/0,7353,243,00.html