Sfruttamento della prostituzione, arrestata una colombiana

carabinieri generico 1' di lettura 14/10/2009 - In manette una donna di origini colombiane per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

I Carabinieri della Stazione di Jesi hanno arrestato una cittadina colombiana di 48 anni per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. Si tratta in particolare di Z. A. N., residente nel milanese con regolare permesso di soggiorno.



I Carabinieri già da diverso tempo tenevano sotto controllo un appartamento in via Mazzoleni. Le indagini hanno permesso di appurare che all\'interno due donne, un\'ucraina di 40 anni ed una colombiana di 30, entrambe regolari, esercitavano la prostituzione. Le due si offrivano ai clienti con inserzioni sui quotidiani locali e su siti internet riservati agli incontri. I clienti le contattavano telefonicamente.


Le successive investigazioni hanno fatto emergere una storia di sfruttamento della prostituzione. L\'abitazione era stata presa in affitto da Z. A. N. tramite regolare contratto con uno jesino. La donna, a sua volta, aveva ceduto l\'appartamento alle due prostitute senza alcun tipo di contratto, pretendendo il pagamento di 100 euro giornaliere oltre alle spese delle utenze. In pratica le due donne dovevano dare alla colombiana circa 3.500 euro mensili.


Z. A. N. si recava a Jesi solo quando doveva riscuotere la somma. Nella tarda serata di martedì, infatti, i militari hanno arrestato la donna nell\'abitazione. La colombiana è stata condotta nel carcere di Villa Fastigi di Pesaro.






Questo è un articolo pubblicato il 14-10-2009 alle 18:03 sul giornale del 15 ottobre 2009 - 1567 letture

In questo articolo si parla di cronaca, francesca morici, carabinieri, jesi





logoEV