Gazzetti: \'Prossimi lavori? La preparazione del terreno per le elezioni 2010\'

primo gazzetti 2' di lettura 20/10/2009 - Fa bene l´Amministrazione comunale a comunicare ai cittadini attraverso la stampa locale il programma dei lavori e delle inaugurazioni effettuate ultimamente quali le asfaltature di alcune strade della Cesanella, del centro di aggregazione della Gabriella o di altri interventi di manutenzione in alcune frazioni.

La invitiamo a continuare nella risoluzione dei tanti problemi della città e nella prosecuzione del programma di miglioramento dei servizi ai cittadini in ossequio allo spirito primario e fondante dell´Ente Comune che è e deve essere, soprattutto in tempo di crisi come l´attuale, quello di ente erogatore dei servizi essenziali ai propri cittadini (strade, scuole, sociale, cultura, sport ecc.). Nella campagna di ascolto tra la popolazione di Senigallia che sto portando avanti, mi viene riferito che sarebbe meglio se ci fossero elezioni ogni anno per ottenere ciò di cui si ha diritto perché solo in vista dell´evento elettorale i tempi dei lavori vengono accelerati e si assiste ad un crescente fervore di attività e ad una sequela di cantieri che si aprono.


E´ di pochi mesi fa la notizia che, in seguito ad un risultato non troppo lusinghiero per il Pd alle elezioni europee, qualcuno di quel partito, spronando i propri amministratori e consiglieri disse che bisognava rimboccarsi le maniche per recuperare il consenso perduto, in vista delle elezioni amministrative del 2010. La breve analisi effettuata porta ad una deduzione: anche i bisogni primari ed i servizi essenziali richiesti dai cittadini rischiano di venire strumentalizzati per fini meramente elettorali. A chi pensa che i tanti lavori che vengono svolti in quest´ultima fase dell´attuale mandato siano solo il frutto di una fortuita circostanza e che il voto libero e veramente democratico nulla ha a che fare con questa iperattività pre - elettorale, vorrei far presente che molti dei lavori in corso a pochi mesi dalle elezioni erano già necessari ed urgenti cinque anni fa, e non sono stati realizzati all´epoca, perché la programmazione dei lavori pubblici non ha dato precedenza alle effettive priorità.


Alcuni esempi? La situazione delle strade e del sistema fognario alla Cesanella e Viale IV Novembre, che dovrebbe essere il biglietto da visita della città per i turisti provenienti dall´A14, e che invece fra buche, dossi, code e semafori è diventata il simbolo dell´incapacità di capire quali sono le effettive priorità da anteporre nell´interesse comune.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-10-2009 alle 17:16 sul giornale del 21 ottobre 2009 - 3204 letture

In questo articolo si parla di politica, primo gazzetti





logoEV