Primarie di coalizione: Paci, \'La mia candidatura per il rinnovo del centrosinitra\'

francesca paci 2' di lettura 24/10/2009 - Urbanistica, economia e trasparenza amministrativa sono i punti cardine degli undici stilati da Francesca Paci nel sul programma elettorale per le primarie di coalizione.

La presidente dell\'ex Irab, appoggiata anche da Verdi, Sinistra e Libertà e Comunisti Italiani, sfida l\'assessore all\'urbanistica Maurizio Mangialardi del Pd per la scelta del candidato a sindaco del centrosinistra. E già sono scintille.


In dieci anni di governo Angeloni la città è stata ben amministrata e i risultati sono sotto gli occhi di tutti tuttavia ora un ciclo si chiude -afferma la Paci, dei Verdi- la proposta del centrosinistra si rinnova, nelle persone, nei metodi e nei contenuti. Bisogna ritrovare il senso della democrazia partecipata perchè le grandi scelte devono essere condivise con i cittadini e qui vogliamo dare un segno di discontinuità. Un esempio? La Complanare ha manifestato conflittualità che ormai sono insanabili (in riferimento alle proteste per gli espropri ndr). Questo non dovrà più accadere. Si può fare meglio e con più decisione. La mia candidatura è espressione dell\'esigenza di rinnovamento ed è una candidatura plurale”.


Nella lista dei 66 nomi che compongono il comitato promotore della Paci figurano, oltre ad esponenti politici della sinistra, anche figure appartenenti agli ex Democratici di Sinistra come l\'ex assessore Giuseppina Massi, il dirigente della Cgil Giordano Mancinelli, l\'ex segretario Ds Virgilio Marconi. Tra gli altri nomi \"noti\" figurano anche l\'ex assessore della Margherita Lanfranco Bertolini, il segretario della Cna Marzio Sorrentino e anche personaggi del sociale come Paolo Simone, pediatra per anni missionario in Africa.


Degli undici punti del programma, che è la piattaforma comune a tutta la coalizione del centrosinistra, ogni candidato ha apportato il proprio contributo -aggiunge la Paci- e a me preme sottolineare le questioni urbanistica, che deve puntare alle riqualificazioni e ristrutturazioni con un nuovo piano strutturale, economica, che non deve essere più basata sui consumi ma sull\'ecosostenibilità, e della trasparenza, per cui proponiamo l\'istituzione dell\'anagrafe degli eletti e dei nominati che renda pubblica i curricula degli amministratori dallo stato patrimoniali alle proprietà immobiliari”.


La Paci punta tutto sull\'innovazione con una tacita contrapposizione alla candidatura dell\'assessore Mangialardi anche se il segretario dei Verdi assicura che il vincitore delle primarie sarà il candidato sindaco di tutto il centrosinistra. “I candidati hanno tutti la stessa dignità -sottolinea Roberto Primavera- ma noi ci siamo messi in gioco. Non vogliamo difendere un partito ma rinnovare i valori del centrosinistra”. Lunedì scadono i termini per la presentazione delle candidature alle primarie e sembra proprio che al voto del 22 novembre i candidati restino solo due.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-10-2009 alle 23:41 sul giornale del 26 ottobre 2009 - 3176 letture

In questo articolo si parla di giulia mancinelli, francesca paci, politica, primarie