Magnificat: serata di gala per la raccolta fondi

26/10/2009 - E’ in programma sabato 21 novembre alle ore 17 presso l’hotel Federico II° di Jesi un’asta benefica di 50 quadri offerti gratuitamente da importanti pittori italiani, francesi, spagnoli e tedeschi ed è organizzata dall’associazione “Premio Vallesina onlus” in collaborazione con varie istituzioni cittadine.

L’associazione, con questa asta benefica, intende raccogliere fondi per donare alla scuola di musica Magnificat che si trova a Gerusalemme una sede degna di una scuola, poiché l’attuale è situata in un sottoscala di un vecchio brefotrofio al centro della città vecchia in locali umidi, senza luce naturale, in locali angusti ed insufficienti.


La scuola Magnificat è stata ideata ed è diretta da 15 anni dal frate francescano di Moie di Maiolati Padre Armando Pierucci. Il francescano, 15 anni or sono, ha abbandonato la sua attività di professore al conservatorio di Pesaro per dedicarsi a 200 ragazzi fra palestinesi, ebrei, musulmani, cristiani ed insegnare due cose fondamentali: vivere in pace fra loro ed insegnare a suonare uno strumento musicale, per poi prendere un diploma o laurearsi presso un conservatorio italiano.


La fatica di padre Pierucci è riuscita in pieno; ma ha bisogno di questa nuova scuola. Il “Premio Vallesina” onlus ha accolto il grido del frate francescano e si sta impegnando da tre anni a questa parte per raccogliere fondi per la costruzione della scuola.

Questa asta benefica si è realizzata grazie al fattivo contributo del critico d’arte prof. Armando Ginesi, molto amico del frate francescano. Sensibile alla richiesta del “Pemio Vallesina” il prof. Ginesi si è rivolto a molti pittori suoi amici che hanno risposto in massa all’appello. Battitori d’asta d’eccezione saranno “Gli Onafifetti”, un trio cabarettistico jesino da oltre 40 anni sulle scene italiane e straniere.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-10-2009 alle 19:10 sul giornale del 27 ottobre 2009 - 1969 letture

All'articolo è associato un evento

In questo articolo si parla di attualità, jesi, gerusalemme, asta benefica


olympya

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Nicola Di Francesco - Segretario Generale

Sono pronto a dialogare con chiunque su questo argomento ma non con coloro che si nascondono dietro il murodell\'anonimato. Io sono il segretario generale dell\'associazione dei 15 comuni della Vallesina che sostengono questo progetto attraverso l\'associazione \"Premio Vallesina\" onlus. Se qualcuno vuole dialogare con me può scrivermi all\'indirizzo di posta elettronica premiovallesina@premiovallesina.org ed io sarò felice di rispondere.<br />
Inoltre credo di sapere chi si nasconde dietro questa sigla; è bene che se la finisca di continuare a buttare veleno su chi l\'ha aiutata a lavorare. Se non si è saputa mantenere il posto di lavoro faccia \"mea culpa\". Comunque sappia che non sarà lei che ci convincerà a desistere dalla nostra azione di sostegno all\'opera di padre Armando.<br />
E se la faccia finita una buona volta. Per chi la conosce lei non è una persona credibile dopo quello che ha fatto dentro la scuola Magnificat e pensi piuttosto a difendersi davanti al giudice perchè sarà chiamata quanto prima. E ci lasci in pace. Se ha il coraggio di farsi avanti mi scriva con nome e cognome chiaro ed io le risponderò. Sono sufficientemente documentato sul suo caso e su quello che ha fatto e se la finisca a gettare fango su chi compie giornalmente un\'opera sociale di grande rilevanza. Cosa che lei non è stata capace di fare. <br />
Nicola Di Francesco - segretario generale

cabbagejuice

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Questa sia una discussione pubblica, non privata, se i fondi pubblici stiano sollecitandi, i fatti esatti devono essere messi prima di loro. È torto travestire c\'è ne dei fatti, e tanto meno il numero degli allievi normali.<br />
1) La Scuola Magnificat è soltanto una di molte scuole della Custodia di Terra Santa. Non appartiene in nessun modo a Pierucci, che è soltanto un impiegato. Una donazione al Magnificat è una donazione alla Chiesa.<br />
2) Ci è l\'altra concorrenza, scuole di musica buone a Gerusalemme in cui gli ebrei e gli arabi studiano insieme senza fanfara.<br />
3) Soltanto circa 50 allievi hanno studiato nel Magnificat in 2003 in cui la propaganda (bomba di pace) era 180. Durante questi ultimi anni il numero si è aggirare intorno a 100-110, 4-5% non-cristiani. Ciò può indicare il numero limitato degli allievi possibili a causa di altri scuole e loro programmi che si riferiscono ai bisogni del paese, non per Italia.<br />
4) Per usare \" pace\" o \" convivenza\" comè un prodotto è semplicemente ridicolo. In primo luogo di tutti il numero possibile dei candidati è estremamente basso. Se quello è il ragionamento allora che insegna atlri , come matematica ai non-cristiani dovrebbe meritare dei premi di pace, gli onorari, le aste, Gli Cavalieri della Repubblica italiana e chi sa, forse persino il Premio Nobel!!! <br />