Spettacolo di danza classica indiana con il maestro Ujwal Bhole

ananda 3' di lettura 26/10/2009 - L’Associazione Ananda Jesi con il patrocinio e la sensibilità dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Jesi e della Fondazione Pergolesi Spontini, è lieta di ospitare a Jesi uno spettacolo indiano originale e stimolante per tutti coloro che sono interessati a conoscere altre culture. 

L’evento, che si terrà il 15 Novembre presso il Teatro Studio Valeria Moriconi di Jesi, sarà composto da uno spettacolo di Danza classica indiana con il maestro Ujwal Bhole e due sue allieve e da un concerto di Musica classica indiana con i Mishra di Benares che l’anno scorso hanno riscosso un grande successo a Jesi. La Danza classica indiana Bharata Natyam rappresenta una delle forme di danza teatro più antiche al mondo. Nasce nei templi del Tamil Nadu (India del sud) e narra le storie della ricca e colorita mitologia indù. Si esprime attraverso la perfetta armonia tra la gestualità delle mani, la mimica del viso e i ritmi dei passi eseguiti dai piedi.



Ujwal Bhole è un danzatore e maestro di Bharata Natyam. Ha studiato con alcuni dei maggiori maestri indiani di quest’arte a Pune, Mumbay e Madras e ha partecipato a numerosi e prestigiosi festival di danza in India. Ogni anno si esibisce anche sui palcoscenici di vari paesi europei quali Austria, Germania, Slovenia, Danimarca e Italia. Grazie alla presenza del noto danzatore Ujwal Bhole, questo spettacolo rappresenterà un’ottima occasione per diffondere una forma di danza ancora poco conosciuta nel nostro territorio ma di grande valore artistico e culturale.



La Musica Classica Indiana si basa sui raga, definiti spesso come tipi di melodie la cui organizzazione è basata su principi naturali. I raga sono frutto di sperimentazioni di secoli: ognuno è associato con un sentimento che unisce l\'ascoltatore e colui che lo suona. Ore e ore di esercitazione su un singolo raga sono percepibili nella performance del suonatore, che spesso dimostra come, nel suo esercizio, sia entrato in una comunione profonda e spirituale con quel particolare raga.



Nei musicisti più naturali questa comunione consente una grande varietà di musiche: è questa la ragione per la quale questa espressione musicale non potrà mai essere imparata a fondo da un libro, ma necessita di un guru. I musicisti vengono educati da bambini, dai maestri, con un percorso che oltre ad insegnare la tecnica, comprende un completo sviluppo dell\'individuo, dato che sono studiate anche nozioni spirituali, morali e religiose. La musica non è fatta per intrattenere semplicemente, ma per trasmettere: durante il concerto, il suonatore instaura un contatto fortissimo col suo pubblico, effettuando profondi scambi spirituali con esso. La musica indiana è considerata di derivazione divina.



Pandit Shivnath Mishra e suo figlio Deobrat Mishra, discendenti da una famiglia che annovera famosissimi musicisti, hanno fatto conoscere ed apprezzare la musica classica indiana tenendo concerti in Europa e in tutto il mondo. L’associazione Ananda Jesi, attiva da più di dieci anni nella nostra città, opera per diffondere lo studio e la pratica dello Yoga secondo gli insegnamenti di Paramhansa Yogananda, autore di “Autobiografia di uno Yogi” ed. Astrolabio, uno dei classici più letti sulla spiritualità indiana. Scopo dell’associazione è anche di diffondere una cultura di pace vissuta e la conoscenza diretta di altre culture e tradizioni, in particolare l’antichissima cultura indiana.



Domenica 15 Novembre – Teatro Studio “Valeria Moriconi”, Piazza Federico II Jesi

Orari degli spettacoli: ore 21:00 Esibizione di Danza Bharata Natyam del Maestro Ujwal Bhole e delle sue allieve e, a seguire, Concerto di Musica Classica indiana dei Mishra di Benares per la seconda volta a Jesi

Biglietto unico € 18 Prevendita biglietti presso il negozio Azalaj – abbigliamento donna, Via Gramsci 2, tel 0731 57044






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-10-2009 alle 19:12 sul giornale del 27 ottobre 2009 - 2043 letture

In questo articolo si parla di jesi, spettacoli, Centro Ananda





logoEV