Guzzonato: \'Alle primarie sostengo Mangialardi\'

guzzonato 09/11/2009 - In questi giorni, la domanda che più d’ogni altra mi viene rivolta dai cittadini è inerente la competizione elettorale che contrappone Maurizio Mangialardi a Francesca Paci: entrambi candidabili a rappresentare la coalizione di centro sinistra al governo della nostra Senigallia.

In un primo momento, questa curiosità mi ha infastidito, poi ho capito che un amministratore ha il dovere di esprimere le proprie opinioni, per quel che valgano, pubblicamente. Il condividere un’esperienza comune, vivendo gomito a gomito fatti politici e problemi amministrativi, mi ha fatto conoscere più a fondo l’idealità, la personalità e la conoscenza tecnica di Maurizio tanto da indurmi ad appoggiarlo nel sogno di rappresentare la città in qualità di Sindaco.


È di tutta evidenza che immagina il partito come un luogo fisico ed ideale adatto a garantire uno spazio d’eguale dignità ad esperienze culturalmente diverse, momento d’ascolto fra intelligenze che non partono dal presupposto d’essere uniche depositarie della ragione ma sappiano guardare ad una costruzione comune che, come tale, appare superiore all’interesse delle singole parti. È mia opinione che, dopo anni d’amministrazione attiva in qualità d’assessore ai lavori pubblici ma anche all’urbanistica, abbia accumulato conoscenze tecniche e capacità amministrativa tali da poter gestire un sistema complesso com’è una cittadina delle dimensioni della nostra Senigallia: il governo della macchina amministrativa, la frequentazione dei livelli superiori come provincia, regione e ministeri, il confronto con altri pezzi dello stato che, in diversa misura, interloquiscono costantemente con l’ente Comune ci fanno ben sperare che non parta dalla condizione di neofita della politica ma sappia fin dall’inizio condurre l’insieme con maestria.


Considero Maurizio una persona eclettica, versatile, propenso al lavoro di gruppo tanto da riconoscergli la possibilità di formare una squadra di governo (auspicherei la più qualificata possibile) fortemente motivata dal proprio Sindaco a dare il meglio di sè come insieme piuttosto che come unità singolarmente prese: la qualità dell’ascolto non gli manca. Non so se, al cittadino senigalliese che m’interrogava, queste motivazioni saranno sufficienti, soddisfacenti o altro ma, tant’è, questa è la spiegazione che sentivo il dovere di esprimere pubblicamente.


da Michelangelo Guzzonato
assessore Pd




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-11-2009 alle 23:59 sul giornale del 10 novembre 2009 - 3080 letture

In questo articolo si parla di politica, michelangelo guzzonato, pd, primarie, guzzonato


ma non lo voto

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Commento modificato il 10 novembre 2009

<i>\"È di tutta evidenza che immagina il partito come un luogo fisico ed ideale adatto a garantire uno spazio d’eguale dignità ad esperienze culturalmente diverse, momento d’ascolto fra intelligenze che non partono dal presupposto d’essere uniche depositarie della ragione ma sappiano guardare ad una costruzione comune che, come tale, appare superiore all’interesse delle singole parti\"</i>. <br />
<br />
Guzzonato... sei senza pudore! E tutto l\'articolo trasuda di vecchia politica e sconfortanti \"bla bla bla\", oltre che di preoccupanti cenni alle \"cordate e congreghe\", come se la collaborazione istituzionale non sia un obbligo costituzionale ma solo una gentile concessione del \"potenti\" (<i>\"la frequentazione dei livelli superiori come provincia, regione e ministeri, il confronto con altri pezzi dello stato che, in diversa misura, interloquiscono costantemente con l’ente Comune\"</i>). Sì, sei proprio senza pudore... <br />
<br />
P.S. A già dimenticavo... vuoi essere nominato dalla nomenklatura locale come candidato al Consiglio regionale. Ragionando sul risiko, tutto si spiega. Come sempre.

Leggendo l\'articolo mi son detto: sicuramente più in basso ci sarà il commento tutto fiele, odio e astio della Paradisi ed infatti eccolo qui, puntuale come un orologio svizzero, complimenti professoressa!

Ciao Michelangelo<br />
mi permetto di dissentire su quello che scrivi per i seguenti motivi: Come ben sai, dal lontano 2001 quando l\'attuale Sindaco propose la Sua candidatura, a noi dell\'ex Margherita, ci siamo impegnati costantemente negli anni affinchè il nostro ex partito fosse rappresentato per il bene della città di Senigallia. Ora con tante scelte politiche errate, non sto ad elencarle, dove su questo giornale on line e su altre testate, si è giunti ad una profonda divisione tra gli elettori e chi ci rappresenta in Consiglio Comunale, ovvero tu. L\'elettore di centro è in balia delle onde in un mare in tempesta. Penso proprio che a votare Mangialardi ci sia rimasto solo tu. Non fare conto su di me per una tua eventuale avventura nel Consiglio Regionale, perchè rappresenti te stesso e non noi dell\'ex Margherita.<br />
Cordialmente.<br />
Leonardo Maria Conti

Mettiamola così \"Io appoggio mangialardi perchè mi hanno promesso in cambio una candidatura in regione\" Se non avessimo fatto l\'accordo avrei fatto il diavolo a quattro. E\' tanto semplice parlare chiaro.D\'altronde, consigliere, ancora ci ricordiamo la sua partecipazione condivisa alla esperienza della giunta Marcantoni, per cui ci faccia il piacere.

Off-topic

Come diceva la Loren in un famoso spot.......aiutatemi! <br />
Prof famo che i tuoi commenti allo yogurt li diamo per letti va bè???