L\'Angeloni appoggia Mangialardi, ma non vuole commenti

luana angeloni 22/11/2009 - Sui giornali di sabato è uscito un articolo, tratto da un comunicato stampa di Luana Angeloni.
Il comunicato stampa è stato inviato ai giornali cartacei, ma non ai quotidiani online ed ai blog.


Luana Angeloni ha inviato il comunicato personalmente, come privato cittadino e questo rende la selezione delle testate perfettamente legittima. Non sarebbe stata la stessa cosa se il comunicato stampa fosse stato inviato nelle vesti istituzionali di Sindaco.

A quanto ho saputo da colleghi della stampa cartacea il comunicato non sarebbe stato inviato a Vivere Senigallia, e a tutte le altri fonti di informazioni online perché l\'Angeloni non vorrebbe commenti a quanto scritto.

Mi chiedo perché i commenti facciano tanta paura. Spesso molti commenti sono maleducati, violenti e non argomentati.
In realtà Vivere Senigallia ha iniziato ad occuparsi di questo problema molto tempo fa. Abbiamo inserito una moderazione dei commenti via via sempre più severa, tanto che oggi è impossibile scrivere senza identificarsi almeno con un indirizzo email o un account Facebook.
Ogni commento particolarmente volgare viene bloccato, anche a costo di ritardare, a volte di parecchie ore, la pubblicazione di molti commenti.

Allora perché i commenti fanno paura? Da un sindaco che ha fatto della democrazia e della partecipazione la propria bandiera mi sarei aspettato più coraggio.

\"Ho spedito il comunicato all\'ultimo momento - ha risposto Luana Angeloni interrogata sull\'argomento - perché ci tenevo ad esprimere la mia opinione, ma non volevo entrare nel dibattito. Non ho mandato l\'articolo ai giornali online ed ai blog proprio perché non volevo che si scatenasse un dibattito. Non sarebbe nemmeno stato possibile rispondere\".






Questo è un articolo pubblicato il 22-11-2009 alle 20:00 sul giornale del 23 novembre 2009 - 5956 letture

In questo articolo si parla di luana angeloni, michele pinto, internet, commenti, politica


La scelta, deliberata, del sindaco, On. Luana Angeloni, di sottrarre le sue opinioni al dibattito pubblico, ovviamente a quello civile e non a quello privo di argomenti, mi spaventa. E non poco. Mi ricorda un certo personaggio che da circa 6 mesi si sottrae alle risposte che gli ha rivolto una testata giornalistica nazionale ... <br />
Che tristezza !

Strano.<br />
<br />
Strano perchè, a parte molti \"commenti\" negativi, per non dire peggio, ne vedo altrettanti positivi verso questa amministrazione.<br />
Anzi, sono sorti dei dibattiti che hanno reso alcuni cittadini molto più informati di quanto non lo siano dalla semplice carta stampata, perchè non possono essere sufficienti poche righe a disposizione della carta stampata per chiarire i vari aspetti di una vicenda.<br />
<br />
Strano poi perchè, fino a poco tempo fa, qualcuno si lamentava nei confronti proprio della stampa on-line e dei blog per la diffusione di notizie, cianciando addirittura a (s)proposito di un presunto favoritismo di questi verso l\'amministrazione.<br />
<br />
Personalmente mi spiace questa cosa.<br />
Tantopiù che la notizia, in se e per se, è una non notizia, che trova conferma nel risultato schiacciante (previsto e prevedibile) delle primarie.<br />

il Sindaco fugge con la coda tra le gambe dal giudizio anarchico che solo la rete può dare.<br />
Un giudizio che a volte può diventare violento ma che spesso smaschera le angosce e i rigurgiti segreti e privati della società.<br />
Un giudizio che non per forza deve essere \"POLITICHESE\", fatto di inchini e buone maniere, ma che viene sbattuto in faccia come uno schiaffo.<br />
<br />
Chi ha paura di tutto questo non è sicuro di se stesso. Non è sicuro delle sue idee e della sua politica. <br />
<br />
Peccato... questo PD si dedica all\'ascolto della società solo quando è ora di prendere i voti e attacca la sordina quando ormai ha intascato la poltrona.<br />
<br />
Un motivo in più per respingere in toto questa classe dirigente inadeguata e antiDemocratica.<br />
<br />
(...sul PDL non mi spreco nemmeno a discutere...)<br />
<br />
PS.<br />
voi di Vivere Senigallia non dovete essere ne dispiaciuti ne seguire le voglie dei politici.<br />

Sono daccordo che la decisione è discutibile...ma il Sindaco mi pare l\'abbia spiegata poi ognuno la giudichi come crede anche se parlare di ANTIDEMOCRAZIA mi pare ululare alla luna.<br />
A mio avviso era inutile anche mandare il comunicato alla carta stampata visto che era palese l\'appoggio a Mangialardi.<br />

Questa è l\'ennesima prova che questo Pd locale è tutto tranne che democratico; da una parte un sindaco che si sottrae al confronto perchè a quanto pare è infastidita dai commenti dei cittadini che dovrebbe rappresentare; dall\'altra un Pd locale che arriva per bocca di alcuni suoi esponenti a proporre di \"schedare\" i votanti, così da ricordarsi dei buoni e dei cattivi.<br />
Altro punto tanto sbandierato è quello del rinnovamento e il concetto di MERITOCRAZIA: la scelta del più incapace assessore rende l\'idea di come siano solo parole, demagogia pura.<br />
Coloro che hanno votato Mangialardi si preparino a mettere mano al portafogli o a vedere il comune con un possibile dissesto finanziario (non è ipotesi impossibile, Falconara insegna).<br />
Però qualcuno ringrazia: gli speculatori.

.<br />
<br />
Il sindaco conferma il suo stile di decisionismo e poca volontà di confronto.<br />
Che cosa mai abbia da temere dal confronto, però, non lo capisco proprio.<br />
<br />
.

Era ora, finalmente il sindaco comincia a mostrare la sua vera faccia, quella di un despota che non accetta il contradittorio. E\' riuscita a tener nascosto questo suo lato fino ad oggi, evidentemente non ce la fa più. Meglio tardi che mai, anche perchè il candidato del centrosinistra ringrazia commosso per aver tanto appreso dalla collaborazione con la luana, per cui, se tanto mi da tanto, anche lui sarà un vero democratico.

oggi la maggior parte dei politici si sottrae a questo tipo di confronto. Non è un fatto rilegato al PD ma è trasversale. Ed è un fatto ormai arcinoto che spesso, invece di difendersi nel merito e prendersi ogni tanto qualche (meritato) civile \"vaxxxxxxlo\",<br />
evitano di rispondere, parlano tra loro o al massimo con i \"militonti\", usano lo strumento della querela per intimorire e minacciare eventuali spiriti caldi.<br />
<br />
...è l\'Italia. Ed è la brutta Italia degl\'ultimi 60 anni.

La sig.ra Angeloni,da Aprile,diventerà u7n privato cittadino.uindi,può dire quello che vuole senza doverne rendere conto a nessuno.Non si candiderà a consigliere,non sarà assessore,non sarà un segretario,sarà soltanto una tesserata del PD;allo stesso modo io ho la tessera dei Radicali Italiani(che non rifarò l\'anno prossimo...).

Fra un po\' la dovrete chiamare senatrice...