Andrea Cesanelli nuovo coordinatore IdV, veleni con Marcellini

26/11/2009 - Dopo le dimissioni della coordinatrice Laura Lavatori, che ha annunciato di sostenere la candidatura di Marcellini in una lisa civica, il testimone passa ad Andrea Cesanelli, nuovo segretario dell\'IdV.

Laura è uscita dal partito perchè ha voluto seguire una strada che non era quella dell\'IdV sostenendo alle primarie di coalizione un candidato (Marcellini ndr) -replica Cesanelli- mentre l\'IdV non prende parte alle primarie. Non è vero che il partito non c\'è più. Per tre che se ne vanno altri ne arrivano e anzi, quelli che restano sono più uniti e motivati”.


Non esiste alcun accordo né locale né nazionale tra IdV e Pd per la spartizione delle poltrone”. Il capogruppo dell\'IdV Enzo Monachesi smentisce le dichiarazioni dell\'ex coordinatrice Laura Lavatori che ha parlato di accordi pre-elettorali per la futura giunta in caso di vittoria di Mangialardi.


Le candidature blindate non esistono e Massimo Marcellini così come la Lavatori lo sanno bene dal momento che prima di uscire dal Pd Marcellini ha incontrato l\'IdV per un suo possibile ingresso nel partito subordinandolo però ad un accordo scritto che gli garantisse un qualche ruolo istituzionale in caso di vittoria alle elezioni 2010 -afferma Monachesi- a questo incontro erano presenti anche la Lavatori e David Favia. Al nostro rifiuto, Marcellini ha subito contatto l\'assessore Mangialardi chiedendogli una candidatura blindata per non uscire dalla coalizione. Dico questo senza paura di essere smentito perchè sono discorsi avvenuti alla presenza di diversi testimoni”.








Questo è un articolo pubblicato il 26-11-2009 alle 23:54 sul giornale del 27 novembre 2009 - 4956 letture

In questo articolo si parla di giulia mancinelli, politica, enzo monachesi, andrea cesanelli


Commento modificato il 27 novembre 2009

Avevo saputo in maniera indiretta delle voci che vedevano Marcellini \"cercare\" uno spazio, ma non conoscendolo non sta a me giudicare quanto siano vere o meno: le voci sono voci, e valgono fino ad un certo punto, e in fin dei conti la faccia che ci (ri)mette è la sua, può spenderla come vuole.<br />
<br />
In ogni caso Laura Lavatori aveva calzato la questione sul fatto che (cito)\"....alle primarie del centro sinistra avevo caldeggiato LA SCESA IN CAMPO di Massimo Marcellini, che non rientrava però nei piani, e a quel punto sono stata tagliata fuori da tutto. SONO STATA ESTROMESSA dalle riunioni di maggioranza e mi è STATO CONSIGLIATO DALLA MAGGIORANZA DI NON VOTARE ALLE PRIMARIE. Di questa situazione ho informato i vertici provinciali e regionale del partito che hanno fatto però orecchie da mercante perchè esistono accordi già stabiliti tra Pd e IdV”.<br />
Qui la questione mi sembra di lana caprina: insomma, in NESSUN comunicato ufficiale della Lavatori come coordinatrice si è fatto MAI riferimento all\'appoggio ad un candidato.<br />
Ma da quando questo impedisce ad una persona di esprimere un parere, di proporre un nome anche senza appoggiarlo direttamente e ufficialmente? E non si parla di primarie, ma prima ancora che queste cominciassero!<br />
<br />
Ma la questione seria è un\'altra: se CORRISPONDONO A TOTALE VERITA\' le parole del comunicato della Lavatori, e se pure il suo impegno in direzione Marcellini non è stato più \"pesante\" di quello che io penso, qualcuno mi dovrà spiegare perchè questo è bastato a tenere fuori dalle riunioni di maggioranza il rappresentante di un partito che ne fa parte, ma soprattutto il perchè del consiglio di non di votare alle primarie.<br />

Non è tanto il giudizio sulle persone che m\'interessa, ma il modo come questa \"politica\" viene gestita, sottobanco. Chi avrebbe mai saputo di tutti questi contatti, di questa continua ricerca di favori, di poltrone sulle quali depositare i propri deretani, se non fosse successo tutto sto casino. Senigalliesi, avete di fronte il quadro di una situazione politica che gronda m...a da ogni poro, grazie a questi maneggioni che urlano contro berlusca ma che si comportano nello stesso modo, finalmente avete chiaro il messaggio che vi mandano. In altre parti d\'Italia si chiama camorra, mafia ecc. qui non hanno nemeno la dimensione criminale che li giustifica. Senigalliesi ricordatevelo quando sarete dentro la cabina.

Se quello che alcuni fuorisuciti dall\'Idv dicono non è vero, Monachesi può dire con tranquillità che in caso di vittoria del centro sinistra lui non sarà nominato vice-sindaco?<br />
Se accordi non ci sono non dovrebbe volerci molto.