Marcantoni: giù la maschera caro Mancini, non sei credibile

03/12/2009 - Finalmente anche Roberto Mancini si è scoperto. Anche lui sarà la stampella di Mangialardi e della politica affaristica senigalliese al ballottaggio (se non prima).

Il candidato di Rifondazione accusa l’ampia coalizione di liste civiche e centro-destra guidata da Fabrizio Marcantoni di non essere credibile come alternativa alla politica clientelare e affaristica dell’attuale Amministrazione. Lui! Lui che ne ha fatto parte fino all’altro ieri. Lui che, per quasi quattro anni, è stato una delle sentinelle più intransigenti della Giunta Angeloni. Lui che ha votato per quattro anni le pratiche più imbarazzanti e più impresentabili di questa Giunta. Lui che votò a favore con Mangialardi per la complanare. Lui, che, nel gennaio 2006 (solo per fare qualche esempio) bocciò con il suo voto la commissione d’inchiesta sullo scandalo ex Gil che ci è costato oltre due milioni e mezzo di danni, definendo la richiesta di trasparenza della vera ed unica opposizione (la nostra) come “una sentenza preventiva su base politica”.


Lui, che, nel luglio del 2005, bocciò anche la commissione d’inchiesta sul furto sospetto e clamoroso dei quadri a Palazzo Gherardi dimostrandosi più realista del re, in quanto la stessa Angeloni si astenne dichiarandosi favorevole all’inchiesta. Lui, che, dopo aver votato (ma guarda un po’) a favore del bilancio nel 2006 in una seduta in cui alle opposizioni fu impedito (come sempre) di esercitare le proprie funzioni, difese pubblicamente l’arroganza del sindaco e attaccò l’opposizione. Lui, che votò a favore dell’installazione illegittima delle antenne di telefonia mobile sui parchi verdi pubblici delle Saline e della Cesanella accusando la legge regionale di non essere “appropriata” (e quindi difese, con Ceresoni, il diritto di violare la legge). Lui, che, servilmente, nel marzo 2007, attaccò da presidente della commissione cultura l’opposizione di liste civiche e centro-destra definendo il consiglio comunale guidato da Luana Angeloni “democratico e pluralista” (ora usa le stesse parole che usavamo noi, ma finge). Lui, che solo qualche settimana fa, dopo aver presentato inutili emendamenti destinati (come ovvio) alla bocciatura pregiudiziale, si è incredibilmente astenuto sul voto al Piano Cervellati, di fatto avvallandolo.


Lui, che insieme a Ceresoni e soci, difende a spada tratta ogni atto di prepotenza e di illegalità commesso dagli estremisti centri sociali. Ebbene, davvero si può pensare seriamente che quest’uomo rappresenti un’alternativa credibile all’attuale sistema di potere? Da Roberto Mancini, noi non accettiamo lezioni di credibilità. Noi, a differenza sua, non abbiamo bisogno di spiegare come abbiamo fatto opposizione. Ci sono i verbali dei consigli comunali, ci sono le prese di posizione pubbliche, ci sono le mozioni, gli ordini del giorno, le manifestazioni in piazza, gli articoli (quasi quotidiani) sulla stampa. C’è una opposizione durissima di cinque anni (e non di poche settimane) alla vergognosa politica urbanistica di questa Amministrazione eletta e sostenuta fino a ieri da Rifondazione Comunista (con voti nettissimi di contrarietà su ogni speculazione o lottizzazione inaccettabile) . La gente di Senigallia sa distinguere le persone serie dai venditori di fumo. E il fumo di Roberto Mancini, nasconde l’accordo politicamente indecente con Mangialardi e soci. Giù la maschera allora. Raccontiamo la verità ai senigalliesi.

Fabrizio Marcantoni e Roberto Paradisi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-12-2009 alle 14:50 sul giornale del 04 dicembre 2009 - 6873 letture

In questo articolo si parla di attualità, fabrizio marcantoni, Comitato per Marcantoni sindaco


Buonasera a tutti. In politica si dovrebbe cercare di volare alto, invece rimango strabiliato dal livore e dall\'astio dei contenuti di questo articolo. Articolo sicuramente scritto da Roberto Paradisi (è il suo stile inconfondibile) e purtroppo (perché lo conosco come persona più morigerata) firmato anche da Fabrizio Marcantoni. Ieri il Professor Mancini è intervenuto, anche criticamente, su una proposta fatta dall\'Onorevole Ciccioli e, ha messo in luce alcuni comportamenti tenuti dal centrodestra in questa legislatura. Era la prima volta che leggevo alcune critiche di Mancini rivolte ad una controparte politica, perché finora ho sempre letto suoi interventi riguardanti le problematiche della città e dei suoi abitanti. Il suo è sempre stato un contributo assolutamente positivo, costruttivo e scevro da condizionamenti politici. Il Professor Mancini se non sbaglio è uscito da tempo dalla maggioranza che governa la città, quindi ha posto un problema di convivenza (e forse connivenza, per alcuni) e l\'ha risolto andando all\'opposizione. Cari Signori Paradisi e Marcantoni, invece di prendersela a turno con ciascun avversario politico (prima la Paci, ora Mancini), perché non fate come il suddetto Mancini (sono andato a leggermi le sue mozioni in Consiglio Comunale e i suoi interventi fatti sui giornali) e ci parlate concretamente di quello che vorreste fare per la città? Conosciamo le vostre posizioni politiche nei confronti degli altri candidati, non c\'è bisogno di condirle con improperi, contumelie e ricostruzioni di fantasiosi quanto improbabili scenari... <br />
Oppure, se pensate che questa politica urlata e senza riferimenti vi faccia guadagnare voti fate pure, ma penso che rimarrete molto delusi. <br />
<br />
Gianni Cambareri

Chiarezza per chiarezza.<br />
E\' vero il fatto che gli interventi della destra sono mirati per eliminare delicatamente il Candidato Marcantoni?<br />
Grazie per eventuali chiarimenti

Tono arrogante, aggressivo, insolente: però quello che è scritto è tutto vero...<br />

Commento modificato il 03 dicembre 2009

I toni saranno aspri.<br />
Mai come quelli del Mezza Canaja che, con Mancini ed altri alla testa dei cortei, usano improperi e formulano accuse che, a confronto, Paradisi sembra un\'educanda.<br />
Del resto siamo in campagna elettorale e i toni devono essere aspri. <br />
<br />
Utile ha ragione. L\'intervento di Ciccioli è mirato a far perdere Marcantoni o comunque a delegittimarlo. In piccolo sta facendo quello che Fini fa con il Pdl.<br />
<br />
Di vecchie ciabatte della politica come Ciccioli, Senigallia non ha bisogno. Tra l\'altro non si capisce perchè ogni cinque anni debba mettere bocca.<br />
<br />
Cinque anni fa, quando fece andare An da sola, mentre le alleate a livello nazionale (Forza Italia e Udc) andavano altrove, non mi sembrava volesse assurgere al ruolo di paladino dell\' \"unità fa la forza\"...anzi.<br />
<br />
Adesso però vuole a tutti i costi l\'unità (non con alleati \"naturali\" ma con fuoriusciti dal Pd) e mette in discussione un candidato che 7 mesi fa è stato scelto anche dai vertici regionali del partito (si vedano le foto della presentazione di Marcantoni).<br />
<br />
Insomma, Marcantoni è il candidato del Pdl (oltre che del coordinamento civico) da mesi. Informatene Ciccioli che, evidentemente, non è aggiornato perchè, come il suo capo Fini, più che il Pdl ultimamente frequenta altri tipi di circoli.<br />
<br />
Se aveva dei dubbi sul candidato, Ciccioli poteva esternarli a suo tempo ed in camera caritatis, magari partecipando a qualche riunione interna del Pdl senigalliese.<br />
Il fatto che lo faccia solo ora e con tanto di comunicati stampa, puzza di bruciato e danneggia (volendo danneggiare) Marcantoni.

Come dire:pane al pane,vino al vino.<br />
Melgaco forza Juve.

perché Marcantoni,visto che è lui il candidato a sindaco,non se li scrive da solo i comunicati,come altri suoi colleghi fanno?Che credibilità possiamo avere in questo modo?potremmo essere indotti a pensare che o è troppo manovrato o ha carenza di idee programmatiche ed è necessario un ausilio da parte di chi candidato sindaco non è.Non è consuetudine di Gazzetti,per esmpio ,scrivere comunicati a 4,6,8 mani.

Non avevo letto il commento sotto,non volevo dire che l\'articolo è scritto di sana pianta da Paradisi perché sono delicato,ma si nota già dalla teatralità del titolo che l\'articolo porta inequivocabilmente lo stile di Paradisi.Poi si parla di candidati ammuffiti,da questa parte sembra che i candidati,il candidato,non esiste propio e non mi sembra nemmeno super indaffarato da impegni lavorativi pesanti che gli impediscono di scriversi da solo un comunicato.Perdete tanta credibilità così,tanta.

Concordo. Conoscendo un po\' Fabrizio Marcantoni non ce lo vedo proprio a scrivere quest\'articolo.....

Poi questi comunicati mi hanno veramente rotto...basta ...spegni il microfono.

Luigi

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Commento modificato il 04 dicembre 2009

Boh, avevo senito raccontare che nelle migliori università si insegna l\'arte oratoria anche guardando i vecchi film in b/n degli anni cinquanta, proprio per evidenziare la retorica forense dell\' epoca, oggi superata e un tantino ridicola. Pare che non tutti abbiano preso spunto. Ma tant\'è...come giustamente evidenzia Melgaco siamo in campagna elettorale e Marcantoni, preso per la giacchetta, deve affidarsi alle penne che passa il convento. <br />
Il quale Marcantoni è una persona seria, di cultura, con un background politico-sociale di sinistra radicale e se ai duri e puri della destra cittadina lui piace, meglio così. Mi sembra abbastanza sciocco andare a criticare le scelte politiche della concorrenza. Se sono buone le si enfatizza, se sono sbagliate tanto meglio. La questione di fondo in questa polemica, è che la destra a Senigallia non è storicamente capace di fare sintesi politica ed esprimere personaggi capaci di spendersi in modo unitario e credibile davanti alla città, tanto che hanno puntato e tornano a puntare su un vecchio militante della sinistra estrema (questo singolarmente va bene a Paradisi, a cui però viene il singhiozzo per Mancini che lascia -con motivazioni politiche serie- la maggioranza; boh...). Marcantoni è un outsider candidato alla sconfitta e questa predestinazione a molti non piace, per cui vorrebbero inventarsi un colpo di teatro, o tirare fuori il coniglio dal cappello. L\'unica cosa che in tutto questo non capisco e: a Marcantoni chi glielo fa fare?

Da \"Moschettiere\" riceviamo e pubblichiamo.<br />
<br />
Il tema di fondo è che le opposizioni litigano su tutto, ma i comportamenti e i fatti degli ultimi anni dimostrano il contrario.Va ricordato con forza che Rifondazione sino ad un certo periodo ha condiviso tutte le scelte dell\' amministrazione Angeloni,peraltro buone e avallate dalla maggior parte dei cittadini.Come dimenticare,come esempio paradigmatico il voto sia in giunta, con l\' assessore Rebecchini,sia in consiglio, sulla variante alle zone costiere che conteneva le previsioni ora attuate della Sacelit e anche delle colonie Enel,che dimostra come Rifondazione non era un corpo esraneo alla giunta bensì con convinzione e giustamente organico ad essa. Poi, come per magia,o meglio perchè alla gestiport non è stato nominato uno di Rifondazione,sono cominciati i distinguo sulla Complanare,dimostrando loro sì gestione clientelare e non la giunta Angeloni che ha fatto scelte coerenti e importanti per il bene di Senigallia.Quindi in questo caso ha ragione Marcantoni,da cui mi divide l\' aspetto politico sul operato dell\' amministrazione, perchè ritengo che la giunta Angeloni abbia fatto bene in anni difficili e duri.Questo è il quadro delle opposizioni in città,desolante e deprimente,da u lato Mancini che definire poco credibile quando afferma che lui in questi anni non c\' era, se c\'era non ha visto e comunque non ha condiviso nulla delle scelte fatte dall\' amminisrtazione, perchè lui rappresenta Rifondazione che come testè dimostrato ha condiviso tutto almeno sino a quando la mancata nomina alla gestiport ha rovinato l\'idiglio,dall\' altra Marcantoni, troppo debole per almeno tentare di contrastare Mangialardi.Tutto questo porterà ad una vittoria netta di Mangialardi il quale con coerenza non rinnega nulla di quello che ha fatto,peraltro giustamente,in qualità di assesore all\' Urbanistica,compresa la Complanare di cui Senigallia sentiva il bisogno da illo tempore. Tutto il litigare delle opposizioni è soltanto una stucchevole manfrina, un pò di fuffa politica,per fare da cortina fumogena al sostanziale problema delle opposizioni,ossia la mancanza di un progetto politico serio,cosa che il centrosinistra invece ha grazie anche al metodo democratico delle primarie.Purtoppo per loro i cittadini,molto più avveduti di certi politici hanno ben capito tutto ciò e lo dimostreranno il 27 -28 marzo con uno tzunami di voti per Mangialardi che vincerà al primo turno come del resto sanno nelle viscere più recondite dell\' animo, sia il buon Mancini sia il debole politicamente intendo Marcantoni.

....tutte ste chiromanti....

A Marcantoni gli si stringono i panni addosso!<br />
Politica affaristica...<br />
perchè c\'è qualcuno qui pronto a scommettere che l\'accusatore non si comporterà come l\'accusato?<br />
Un candidato ripetitivo come Marcantoni che non ha niente da perdere? Possibile... perchè ha TUTTO da GUADAGNARE! XD<br />

Anonimo

Off-topic

...idiglio? <br />
E dire che c\'e\' anche un \"illo tempore\", oltre a tzunami e fuffa.<br />
:-D

Attento, non confondere i tuoi desideri con quello che pensa la gente. Non mi sembra di senire tutta questa condivisione sulla persona di mangialardi, in giro, almeno a Senigallia. Non so a Corinaldo come la pensano.<br />
Finchè RC è stata in giunta si è comportata lealmente, quando non ha sopportato più i diktat della maestrina dalla penna rossa, si è chiamata giustamente fuori.Gli intrallazzi, gli scambi di favori e voti, quelli tienili per te e per il tuo partito.Di Marcantoni neppure parlo.

fico-delfino

Credo che la candida foglia di fico-mancini fotterà tanti voti (da un minimo del 7% a un max del 20%) al fico-delfino-mangialardi, che dovrà andare al ballottaggio con ....... Bello ....o <br />
con ..... Crivellini ....o ...... con Marcantoni?<br />
<br />
p.s.: <br />
1)i candidi propongono qualcosa contro la schifo-monnezza? O faranno monnezza di senigallia?<br />
2)è vero che arriveranno 10 milioni per il completamento del mezzoporto? Un\'altra inaugurazione nel 2011?

Caro Luigi ti sbagli.<br />
La cara Sindaca in piu\'di una occasione a detto cio\',ma non è cosi, lacomplanare è passata per due volte in C.C.,La lista Marcantoni non ha mai votato a favore;la prima volta è uscita dall\'aula per protesta dopo avere fatto un intervento durissimo sui danni che avrebbe provocato,ecc.ecc.<br />
la seconda volta contro,sempre motivando in maniera ,diciamo energica il proprio voto.<br />
Di questo naturalmente ci sono i verbali.

Un giorno vi pubblico i dati elettorali che riguardano Marcantoni,perchè penso non li conosciate,si è presentato tre volte ed ogni volta è stata una storia a se,ma il dato comune e che sempre ha \"preso\"piu\' voti delle liste che lo appoggiavano.Questo per un candidato debole è una buona partenza.

Direi che è stato l\'unico non appoggiato dal Pci-Pds-Ds-Pd a vincere.<br />
Non mi pare un risultataccio visto che qui si gioca fuori casa.

Grazie al ..... ha preso più voti ;ha trascorsi politici a sinistra;non ha cmq vinto ,se non la prima volta per faide interne dentro i Ds(PDS ancora?Non mi pare) che volevano far fuori Chiappa e hanno deciso loro quando far fuori Marcantoni

vedasi sottocommento mio al commento di Arturo \'63,Melgaco.

Siccome era troppo evidente la differenza di stile, il ghostwriter, dopo essere stato pizzicato in altre occasioni, ha aggiunto il suo nome a quello di Marcantoni...

...tralasciando appoggi non ufficiali al ballottaggio...