contatori statistiche

Crisi, Prc: utile un confronto interistituzionale

1' di lettura 09/12/2009 - \"L\'allarme grande che lanciano i lavoratori della Fincantieri di Ancona ed i dati, drammatici, che la Provincia di Ancona ha reso noti sulla situazione occupazionale nel comune di Ancona e nei comuni della zona sud della provincia testimoniano quanto e come la crisi sia generalizzata ed i suoi effetti non conoscano confini\".

Tutto questo impone e richiede una riflessione più ampia ed una iniziativa maggiormente coordinata in relazione agli impegni e ai provvedimenti che la Regione Marche realizza nei territori per contrastare gli effetti più gravi della crisi. Le assunzioni previste dall\'ASUR a Fabriano e gli altri provvedimenti di creazione di occasioni occupazionali nel pubblico impiego proposte per quel territorio sono, ovviamente, da salutarsi con soddisfazione e il rafforzamento della “gamba” pubblica è uno strumento importante in questa fase. Proprio per questo però è utile che lo si attivi in maniera equilibrata in tutto il territorio regionale e provinciale.



A questo scopo sarebbe utilissimo un confronto interistituzionale in provincia di Ancona capace di coinvolgere tutti i soggetti istituzionali, dai comuni sino alla Regione, per meglio definire un piano-progetto adeguato alle necessità di tutto il territorio provinciale. Altrimenti avremo situazioni diverse e conflittuali che, magari come a Jesi, rompono la coesione sociale, costrette come sono tra le proposte di una azienda miope e vorace come la SADAM ed il bisogno di occupazione di quei lavoratori, da una parte, e la necessità di tutela del territorio e della salute pubblica, dall\'altra.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-12-2009 alle 18:30 sul giornale del 10 dicembre 2009 - 1153 letture

In questo articolo si parla di economia, politica, PRC Marche, crisi economica





logoEV
logoEV