Bonus gas: agevolazioni comunali sulle tariffe

fornello 16/12/2009 - Dalla giornata del15 dicembre, è possibile richiedere agli uffici del Comune di Senigallia anche la riduzione delle tariffe per la fornitura del gas naturale nell’abitazione di residenza, secondo modi e procedure analoghe a quelle già introdotte in passato per l’elettricità.

L’iniziativa, denominata “bonus gas”, è stata promossa dall’Ufficio Politiche Sociali del Comune di Senigallia per fornire un supporto a tutte le residenze domestiche che dichiarino un valore ISEE inferiore o uguale a € 7.500 (limite che può arrivare anche a 20.000 € nel caso di famiglie che abbiano almeno quattro figli a carico). L’agevolazione può essere richiesta anche da coloro che, in presenza degli stessi requisiti, utilizzano impianti di riscaldamento condominiali a gas naturale.

COME VIENE EROGATO IL BONUS GAS: Per tutti i clienti che hanno sottoscritto direttamente un contratto per la fornitura di gas naturale, il bonus gas sarà riconosciuto come deduzione nelle bollette. Coloro che invece usufruiscono di impianti centralizzati di riscaldamento e non hanno un contratto diretto di fornitura, vedranno riconosciuto il bonus attraverso un bonifico intestato al beneficiario.

PERIODO DI VALIDITÀ DEL BONUS GAS: Il bonus ha una validità di 12 mesi. Al termine di tale periodo, per ottenere l’eventuale rinnovo, il cliente dovrà presentare domanda accompagnata da certificazione ISEE aggiornata che attesti il permanere delle condizioni economiche. È molto importante sottolineare che il bonus gas sarà riconosciuto retroattivamente per tutto l’anno 2009 a tutte le richieste presentate entro il 30 aprile 2010, purché naturalmente siano riconosciute ammissibili.

MODALITÀ DI RICHIESTA DEL BONUS GAS: Per la compilazione della domanda è possibile rivolgersi all’Ufficio Politiche Sociali e Integrazione Socio-Sanitaria del Comune di Senigallia, situato in via Marchetti 73. Sono richiesti i seguenti documenti: certificazione ISEE (rilasciata da un Centro Autorizzato di Assistenza Fiscale – C.A.A.F.); fattura della fornitura del gas; fattura della fornitura dell’energia elettrica; documento di identità in corso di validità.

PER INFORMAZIONI Ufficio Politiche Sociali e Integrazione Socio-Sanitaria: via Marchetti 73 - tel. 071.6629276 – fax 071.6629270.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-12-2009 alle 14:25 sul giornale del 17 dicembre 2009 - 4544 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di senigallia, senigallia, gas


Ma non è che niente niente il Comune si sta prendendo il merito di un\'iniziativa del Governo...

Commento modificato il 17 dicembre 2009

\"è stata promossa dall\'ufficio<br />
politiche....\" ecco chi sono i nostri amministratori locali,con questo comunicato<br />
si evince la loro considerazione dei cittadini.

E\' assolutamente vergognoso. Hai ragione Arturo.<br />
L\'iniziativa è del Ministero dello Sviluppo Economico e il Comune è praticamente soltanto l\'Ente a cui i richiedenti devono rivolgersi per fare domanda.<br />
Dal comunicato, invece, pare che l\'iniziativa sia del Comune.<br />
<br />
Queste sono MENZOGNE che vanno denunciate e diventano ancor più gravi visto che siamo in campagna elettorale.<br />
<br />
E\' il secondo scivolone dell\'Ufficio Stampa del Comune.<br />
<br />
Non credo che il sindacato dei giornalisti interverrà...<br />

Tarcisio Torreggiani


<br />
Si, é vero, dalla prima lettura sembra che l\'iniziativa sia del Comune e non del Governo, ma tant\'é!<br />
<br />
A me sembra che si tratti delle stesse provvidenze immaginate dal Governo contro le quali si è scatenata l\'opposizione sostenendo, anche a ragione, che i limiti imposti per beneficiare di quei Bonus escludono di fatto tutti. Delle stesse argomentazioni di cui si avvalse il Governo per sostenere la \"Social Card\", su cui l\'opposizione imbastì (anche a ragione) una campagna violenta ora il nostro Comune vuole avvantaggiarsene.<br />
Il nostro Sindaco e il suo successore in pectore sono sempre più bravi! Avanti così............

Qualcuno dovrebbe vergognarsi di aver inviato questo articolo. Il Bonus è opera del governo, in verità iniziato dell\'ultimo governo Prodi, segue alle agevolazioni per l\'energia elettrica e tutti i comuni hanno l\'obbligo di accettare le domande, in regola con i requisiti. Nessun comune vi mette un centesimo.