Maltempo: odissea verso Senigallia

stazione 1' di lettura 25/12/2009 -

Nei giorni scorsi Roberto Sormani e Francesco Pongetti, due Senigalliesi che studiano lontano dalla loro città hanno incontrato non poche difficoltà per ritornare a Senigallia per le feste natalizie.



Giorno 20/12, treno Milano-Napoli, h. 14.50. Un\'ora di ritardo, treno fermo senza riscaldamento, due carrozze senza luce nè riscaldamento per il resto del viaggio.
Dei passeggeri hanno una prenotazione con posti inesistenti, per sostituzione di un\'altra carrozza.

Castelfranco Emilia, h. 19.30: treno bloccato. Si fa cambio con l\'interregionale per Ancona. Il quale ha gli sportelli bloccati dal ghiaccio. Il capotreno cerca di gettarvi sopra del sale, invano.

Alle 20.30 si riesce a raggiungere Bologna, da dove si riparte intorno alle 21.30.
H. 23.00: l\'interregionale per Ancona ferma inaspettatamente a Rimini. Prima o poi arriverà un treno sostitutivo.
Il treno sostitutivo arriva alle 23.30, però è un eurostar e ferma solo a Pesaro e ad Ancona.

Dovendo andare a Senigallia scendiamo a Pesaro alle 00.00 circa e attendiamo un regionale per Senigallia.
L\'attesa, rigorosamente al gelo, in compagnia di persone che dovrebbero perfino andare a Lecce, è insopportabile.
Decidiamo di chiamare amici a Senigallia che vengono a prenderci per gli ultimi 20 km di gloria.

Alle 01.30 siamo a casa.

da Roberto Sormani e Francesco Pongetti




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-12-2009 alle 20:45 sul giornale del 26 dicembre 2009 - 3399 letture

In questo articolo si parla di cronaca, treni, stazione, Roberto Sormani, francesco Pongetti





logoEV