Periodico comunale, sul porto grossa svista editoriale

28/12/2009 - Nel numero di dicembre del giornalino comunale, che viene consegnato a domicilio dai nostri portalettere, a pagina 11 in alto a destra fa bella mostra il Porto di Senigallia con tanto di nuovo avamporto.

Dopo il tanto battage pubblicitario dello scorso mese con l\'inaugurazione del nuovo Porto di Mare anche se incompleto nella parte verso nord, siamo tornati al vecchio Porto di Fiume. Ora mi chiedo? A parte il denaro speso per questo periodico che sa tanto di riassunto dei lavori fatti in questi anni dalla Giunta Angeloni in previsione della prossima campagna amministrativa, possibile che non ci sia nessun responsabile che corregga le bozze prima di essere dato alle stampe?


Eppure leggo nella prima pagina che esiste un Direttore Responsabile che un Direttore Editoriale. Ho già provveduto nella rubrica \"Scrivi al Sindaco\" ad evidenziare questo macroscopico errore. Con la speranza che il 2010 sia migliore del corrente anno, porgo gli auguri a tutti i miei concittadini.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-12-2009 alle 15:37 sul giornale del 29 dicembre 2009 - 5583 letture

In questo articolo si parla di attualità, Leonardo Maria Conti


Evito di commentare in seguito l\'articolo inerente la bonifica dell\'ex Sacelit -Italcementi per paura di prendere una denuncia subito.Meglio più il là se le mie considerazioni una volta enunciate, saranno sanzionabili.Per il momento non aggiungo altro............................chi vivrà ,vedrà.

qual\'è la svista? non ho capito.<br />
Scusate l\'ignoranza!

La foto è vecchia, risale a prima del taglio della darsena con la conseguente uscita a mare attraverso l\'avamporto. Nella foto invece l\'uscita verso il mare avviene attraverso il fiume, cosa non più pssibile perchè l\'accesso è stato chiuso.

La svista è che si vede il vecchio porto canale con entrata nelle darsene in canaletta. E\' presente anche il nuovo avamporto con uscita a mare solo che questo non è collegato con il nuovo istmo della darsena turistica.

Ufficio Comunicazione Comune di Senigallia

Tirati in ballo dal lettore di Vivere Senigallia su una presunta “grossa svista editoriale” del Periodico Comunale di dicembre, rispondiamo per cercare di fare chiarezza su quella che ha tutta l’aria di una inutile polemica di fine anno. <br />
<br />
La foto aerea in questione a pagina 11 del periodico non correda un articolo relativo al porto, bensì è attinente alla bonifica dell’area ex Sacelit Italcementi, zona questa che risulta essere infatti in primo piano. La foto è infatti inserita in un capitolo dedicato alla città sostenibile, dove vengono messi in evidenza la raccolta differenziata, la riorganizzazione del trasporto pubblico, l’adozione del Piano Energetico Comunale, il Piano del verde e appunto la bonifica dell’area ex Sacelit Italcementi a cui l’immagine aerea fa riferimento. <br />
<br />
Come potrà notare il lettore e tutti i cittadini che hanno ricevuto a casa il Periodico Comunale, si tratta di una prima parte del racconto della Senigallia verso la “La città nuova”, che non include il capitolo dedicato al nuovo porto e alla sua nuova conformazione, argomento che verrà trattato nella seconda parte inserita nel prossimo numero. <br />
<br />
Ricordiamo inoltre che chi volesse prendere visione del Report completo di fine mandato di questa amministrazione, compreso delle foto del porto di Senigallia con il nuovo sbocco a mare, può ritirarne una copia presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico. <br />
<br />
Comune di Senigallia<br />
Ufficio Comunicazione<br />

Ma chi ha scritto questo commento è \"l\'ufficio comunicazione del comune di Senigallia\" quindi dell\'ente che rappresenta tutti i cittadini, oppure l\'ufficio comunicazione personale dell\'amministrazione?<br />
Visto e considerato che chi ci lavora è un dipendente pubblico, stipendiato coi soldi del comune, quindi di noi cittadini, gradirei leggere commenti non di questo tenore, magari più educati verso chi esercita, da cittadino, una semplice critica.<br />
Quindi frasi del tipo \"quella che sembra una inutile polemica di fine anno\" evitatele la prossima volta.<br />
Certo, non posso fare a meno di notare che il tono ustato in questo commento ricorda molto da vicino il tono che Mangialardi usa nei suoi interventi; che lui sia permaloso riguardo i suoi errori lo sanno tutti, ma se anche questi comunicati li scrive direttamente lui ben venga, risparmiamo soldi eliminando questo \"ufficio comunicazione\".

Assolutamente d\'accordo con l\'Ufficio Comunicazione del Comune. Il senso di quella foto del porto è chiaro e ogni spiegazione è superflua.<br />
Anzi, se fossi il direttore responsabile di Vivere Senigallia avrei già cestinato la segnalazione del sig. Conti.

Prendo atto della Comunicazione del Comune di Senigallia.<br />
Leonardo Maria Conti<br />

Gabriele,<br />
non voglio fare il difensore del Comune, ma stavolta la nota dell\'Ufficio Comunicazione è sacrosanta.<br />
Prendere una fotografia del porto attuale, separarla dal contesto e dagli articoli in calce, e usarla per una polemica sul nuovo porto di mare e sui soldi spesi per il periodico comunale, significa <b>fare polemiche pretestuose basate sull\'aria fritta</b>.<br />
Se vale la logica del sig. Conti, allora io fin d\'ora non voglio più vedere foto dello Stretto di Messina com\'è oggi, visto che tra qualche anno ci faranno il ponte.<br />
Cerca anche tu di non giustificare l\'ingiustificabile, giusto per fare la solita polemica da quattro soldi.<br />
Le polemiche facciamole sulle cose che meritano.


da rimarcare la velocità con cui l\'Ufficio Comunicazione del Comune ha risposto all\'articolo di Conti, utilizzando persino un commento<br />
<br />
da censurare il tono della risposta, tutto meno che l\'espressione di un ufficio comunale che dovrebbe distinguersi per equilibrio e discrezione<br />
<br />
lo stile Mangialardi, che non esita a rispondere con email-fiume al minimo accenno di critica, sta già prendendo piede<br />
<br />
resta la speranza che la stessa attenzione riservata alla svista di un lettore venga riservata anche ad altri articoli, ben documentati ed esposti, che dall\'Amministrazione hanno ricevuto soltanto desolanti silenzi

Ma non era il Berlusca a cestinare o censurare? <br />
<br />
Allora visto che sai tutto, come mai solo il nostro Sindaco, si fa attendere un anno (quando va bene) per un colloquio, mentre un Ministro o qualsiasi altra carica istituzionale si fa attendere meno(soprattutto se l\'argomento è la Rotonda a Mare)?

Andrea a me sembra che il tono usato nel comunicato non sia affatto appropriato per un ente pubblico; quello che dico io e ribadisce Maddechè è proprio questo.<br />
Se il signor Conti si è sbagliato, basta farlo notare in modo educato e senza pruriti vari.<br />
Quello che veramente è assurdo non è tanto la critica, pretestuosa o fatta per errore da un cittadino, ma la risposta di un ente pubblico che scrive sotto dettatura di tutti sanno chi.<br />
Le polemiche sterili non mi piacciono, l\'uso per fini politici degli uffici comunali mi piace ancor meno.

Il perché il nostro Sindaco si faccia attendere un anno non lo so e non credo c\'entri molto con l\'articolo in questione.<br />
Così come non credo c\'entri molto il Berlusca.<br />
Ribadisco che una polemica senza senso su una fotografia del porto non fa far bella figura né a chi la scrive né a chi la pubblica.

Mah, io più che il tono noto la constatazione della realtà. Chiamare le cose col loro nome non dovrebbe offendere.<br />
Si tratta appunto di una \"inutile polemica\" e, poiché siamo al 29 dicembre, pure \"di fine anno\".<br />

Al di la dei contenuti, la polemica non interessa. Rilevo che sia molto più importante capire se l\'uscita del numero attuale ma soprattutto quello annunciato, siano in regola con la legge. L\'Amministrazione non dovrebbe astenersi dall\'inviare a casa dei cittadini una pubblicazione che puzza molto di pubblictà elettorale, fatta però con i soldi di tutti? Una verifica in materia sarebbe d\'obbligo.

15 commenti per questa colossale bolla di sapone,per questa aria frita,mah\'...

Commento sconsigliato, leggilo comunque