Pdl: la Polizia Municipale è sotto organico e in difficoltà

pdl 08/01/2010 - Incrementare le forze di Polizia Municipale aumentando l\'organico e potenziandone i mezzi a disposizione. È l\'obiettivo che si propone il Pdl in caso di vittoria alle prossime elezioni.

L\'impegno arriva dalla constatazione delle “gravi difficoltà in cui versa il reparto della Polizia Municipale del comune di Senigallia”. “I vigili urbani hanno a disposizione 12 auto più una della Protezione Civile ma tutte con 100 mila chilometri all\'attivo e cinque con 200 chilometri -sostiene il capogruppo Gabriele Girolimetti- l\'auto più nuova, una Punto, è ferma perchè incidentata. Due auto sono rimaste ferme perchè in attesa di revisioni. Senza parlare del fatto che tutte le auto vengono lasciate di notte all\'aperto perchè il garage è stato dichiarato inagibile”.


Sotto organico per il Pdl i 39 agenti in servizio, a fronte di un agente ogni 1000 abitanti previsto dalla legge regionale. “Se sarà necessario -prosegue Girolimetti- si può pensare anche di immettere all\'interno del corpo della Polizia Municipale degli amministrativi che possano svolgere tutte quelle funzioni burocratiche che molte volte impediscono una maggiore presenza sulle strade e sulle spiagge, specie nel periodo estivo quando la popolazione raddoppia ed emerge con forza il problema degli abusivi sul litorale”. “La situazione è veramente desolante -fa eco Alessandro Cicconi Massi- la Polizia Municipale è un punto di riferimento tra Amministrazione e cittadini e nella nostra visione essa deve essere sulle strade. Rivedendo la pianta organica sarà possibile introdurre nuovi vigili urbani che stiano a contatto con i cittadini secondo una funzione che non sia solo repressiva ma anche di sostegno”.


È polemica anche sull\'utilizzo, da parte dell\'Amministrazione, degli introiti derivanti dalle multe elevate durante l\'anno. A fronte di 1 milione e 200 mila euro di proventi dalle sanzioni, nel bilancio 2010 la Giunta ha deliberato di reinvestire il 51,56% degli incassi a favore del settore. In particolare, 49.600 euro saranno destinati a studi e alla sicurezza stradale, 510.500 al miglioramento della circolazione, della segnaletica stradale e dei mezzi tecnici e 58.576 per l\'assunzione di personale stagionale. “Le indicazioni stabilite dalla delibera di giunta sono talmente generiche che non è dato sapere quelle che nel concreto verrà fatto -afferma Gabriele Cameruccio- la verità è che i fondi stanziati per la Polizia Municipale sono assolutamente inadeguati e insufficienti alle esigenze della città. Non è un caso che quando si tratta di reperire fondi per migliorare il parco mezzi o potenziare il personale, questi non ci sono mai”. Per il Pdl l\'importanza della Polizia Muncipale è strategica anche nello svolgere funzioni di controllo su strade, spesso poco pulite e fruibili, sul rispetto degli spazi riservati ai disabili e anche sui controlli del rispetto della legalità.



...
...

...






Questo è un articolo pubblicato il 08-01-2010 alle 23:08 sul giornale del 09 gennaio 2010 - 4078 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, senigallia, pdl


Giacomo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

A mio modesto parere, sarebbe molto più logico che la Polizia Municipale, fosse alle dipendenze dell\'Assessorato al Traffico e non del Sindaco come avviene ora. In secondo luogo, ritengo giusta la proposta del PDL di mettere degli impiegati al posto dei Vigili stessi, per il disbrigo delle pratiche amministrative inerenti il Corpo stesso. Quello che invece non comprendo il continuo pattugliamento del territorio comunale con dispiego di uomini e mezzi nel periodo diurno. Questo comporta l\'assenza di Vigili in tanti punti nevralgici a livello di traffico dove non sono presenti impianti semaforici o rotatorie. A titolo di esempio, Largo Ancona o Puccini, confluenza Petrarca-Leopardi, Perilli-Bonopera (Columbia) e tanti altri. Mentre siamo abituati a vedere pattuglie in Piazza Simoncelli, Piazza Saffi, Corso, Via Carducci ovvero in zone di traffico pedonale. Per completare il quadro della situazione, la caccia continua alla multa nel centro storico con gli strumenti informatici in dotazione. Per quanto riguarda invece il periodo estivo, sono presenti pattuglie in bicicletta, che guarda caso quando transitano in via Marconi altezza hotel Eleonora, nessuno vede le auto parcheggiate sopra il marciapiede e in doppia fila.<br />
Detta situazione è presente anche nel periodo invernale.<br />
Ne comprendo l\'utilità notturna nei fine settimana di concerto con le altre forze di Polizia per i compiti d\'istituto a titolo di prevenzione a vario titolo. <br />

In realtà il numero vero è di 37, considerato che negli anni 70/80 si viaggiava su un minimo di 42 in periodo invernale, ai quali si aggiungevano almeno altre 10 unità durante l\'estate, era allora pensabile di organizzare servizi adeguati. Poi è arrivato lo sfascio, contando su elementi distruttivi all\'interno dell\'ufficio, le varie amministrazioni, quelle Angeloni in particolare hanno giocato al massacro. Niente mezzi, niente personale da una parte, dall\'altra la pretesa di orari assurdi, tipo le notti del fine settimana, senza tener conto che in quel modo non c\'è personale per gli altri servizi ordinari. L\'impressione che si ricava è che le giunte Angeloni abbiano vissuto il rapporto con i vigili in modo conflittuale, non riuscendo a piegarli ai loro diktat, come successo in altri settori del comune, hanno tentato di sopprimerli. Sarà anche per questo che la RSU composta anche da numerosi vigili, è riuscita a strappare riconoscimenti giuridici ed economici, a vantaggio di tutto il personale, nonostante le difficoltà frapposte dall\'amministrazione, come mai era successo prima?<br />