Mangialardi: potenziare ed incentivare il turismo sportivo

turismo 2' di lettura 16/01/2010 - Il turismo, per una città come la nostra, è elemento essenziale, e negli ultimi anni, Senigallia è stata capace di declinarlo in maniera plurale, fino a diventare “un modello turistico” da seguire. In un mercato in crisi, dove il turismo balneare ha fatto registrare una generale flessione, Senigallia, “città dei turismi”, è una delle poche realtà, che ha registrato un costante progresso e incremento in questo settore.

In questi anni, siamo stati capaci di affrontare la crisi economica e la competitività, promuovendo non solo la città ed il suo mare, ma un intero territorio, offrendo un\'ospitalità a 360 gradi. Abbiamo migliorato, qualificato e diversificato l\'offerta turistica, proponendo pacchetti legati all\'enogastronomia del territorio, all\'arte, alla convegnistica, a spettacoli teatrali di qualità, ad eventi sportivi.

Questo è stato finora un modello vincente, e da questo modello, vogliamo partire per proseguire e fare ancora meglio, perchè ci siano tante altre stagioni turistiche di successo. Pensiamo alla grande potenzialità del turismo sportivo, un settore appena nato, ma che ha già avuto dei buoni risultati, e che ora è pronto a far parte a pieno titolo dell\'ampia, variegata e destagionalizzata, offerta turistica senigalliese. Crediamo che ci siano tutte le potenzialità per incrementare questo settore, e che Senigallia abbia tutte le caratteristiche per entrare a pieno merito in questo mercato. Questo grazie ai suoi impianti sportivi di primo ordine, come la piscina delle saline, la pista di pattinaggio, la pista di atletica, il prossimo campo di rugby. Per non parlare di tutte quelle manifestazioni sportive legate alla spiaggia e al mare.

Lavoreremo, anche con una promozione mirata e partecipando alle maggiori fiere internazionali del settore, perchè Senigallia diventi meta di manifestazioni sportive di alto livello, per il prestigio e lo sviluppo di una città, aperta e accogliente tutto l\'anno. So che questo sarà possibile soprattutto grazie al contributo preziosissimo delle tante associazioni sportive senigalliesi. Sono loro, con la loro dedizione ed il loro lavoro, ed i loro successi, la chiave di volta della promozione turistica sportiva.

dal comitato Maurizio Mangialardi
Candidato a Sindaco




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-01-2010 alle 07:35 sul giornale del 18 gennaio 2010 - 4366 letture

In questo articolo si parla di attualità, maurizio mangialardi, turismo


Non mi risulta che Senigallia sia dotata di impianti sportivi omologati dal Coni. A quali \"eventi di alto livello\" ti riferisci? Ai tornei parrocchiali, panini con la mortadella e cocacola nello zaino di piccoli atleti e genitori? Andiamo bene...<br />
<br />
P.S. Mangialardi, ti prego: impara a usare le virgole!!!

Ma perché le persone, pur abitando nella stessa città da anni, vedono le cose in maniera completamente diversa? <br />
Mangialardi si sarà sicuramente sbagliato, l\'articolo sopra descritto, nella parte delle cose fatte, riguarda quello che lui vorrà fare nei prossimi 5 anni se diventerà Sindaco (finalmente un pezzo di programma!), non quello che è stato fatto finora (cioè praticamente nulla di tutto ciò).<br />
Certo, delle cose (piccole) dall\'amministrazione in dieci anni sono state fatte, ci mancherebbe, ma è mancata una progettualità, uno sguardo d\'insieme, un\'idea generale su come governare una cittadina degnissima di diventare \"grande\".<br />
Sotto campagna elettorale Mangialardi ha inaugurato un Bar (l\'ho letto sul C. Adriatico), un cortile di un Palazzo (Piazza Pio IX), una nuova Darsena non ancora terminata (e chissà una volta conclusa a quale parte della popolazione - disoccupati, giovani, anziani, senza casa - porterà giovamento) e, oggi il nuovo padiglione dell\'Ospedale (l\'unica cosa ben fatta ma iniziata come progetto venti anni fa e come costruzione dieci anni fa).<br />
Ma sarà ora per noi cittadini di porci delle domande?<br />
Saluti Distinti<br />
Gianni Cambareri

paolo pizzi

Mi sento in obbligo di intevenire per il dovuto rispetto e ringraziamento verso tutti quei senigalliesi, e sono stati tanti, che negli hanno dedicato il proprio tempo allo sport per pura passione.<br />
La loro attività non può essere dimenticata o, peggio ancora, oscurata.<br />
Nel comunicato del Candidato leggo con stupore misto ad incredulità <br />
\"Pensiamo alla grande potenzialità del turismo sportivo, un settore appena nato....\"<br />
Non so perchè lo definisca un settore appena nato perchè in passato Senigallia ha ospitato tantissime manifestazioni sportive di altissimo livello per esempio:<br />
per l\'atletica i Campionati italiani di Società di Serie A - ma oggi viste le condizioni dell\'impianto forse non sarebbe più possibile;<br />
per il calcio le partite Italia-Portogallo U16, Italia-Scozia femmile, le finali nazionali di Coppa Primavera ecc.;<br />
per il ciclismo la tappa a cronometro del Giro d\'Italia 1993 professionisti (con la partecipazione di Indurain, Bugno, Chiappucci ecc.);<br />
per la Ginnastica e il Nuoto le finali nazionali dei Campionati Studenteschi;<br />
per la pallamano le finali dei Campionati Mondiali juniores;<br />
per il pugilato le riunioni per titoli europei ed italiani (Martinese, Consolati, Benvenuti, Arcari, Lopopolo ecc.)<br />
per il Tennistavolo i Campionati Europei di categorie varie.<br />
Mi fermo agli ultimi 30 anni per ragioni di spazio perchè altrimenti si potrebbe parlare di Circuito motociclistico e automobilistico, di nuoto, di pattinaggio ecc.<br />
Questo non è che un elenco ridottissimo perchè nella realtà Senigallia ha una eccellente fama sportiva nazionale e internazionale da parecchi decenni come possono testimoniare gli operatori<br />
turistici.<br />
Che piaccia o no questa è la storia che, senza nessuna polemica, va rispettata come tale. <br />
Oggi sarebbe molto interessante un approfondimento sulla potenzialità attuale del turismo sportivo cittadino non sulla base di slogan ma sulla base di dati concreti. <br />
<br />
Es.<br />
da quanti anni Senigallia non ospita manifestazioni di alto livello agonistico nell\'atletica, nel ciclismo, nel calcio e altro ancora?

Basti vedere la nuova piscina,fatta a misura di una società sportiva e non può ospitare gare nazionali e internazionali.<br />
VERGOGNATEVI

Il turismo a Senigallia è importante e fondametale e vedere Mangialardi attento a questo aspetto mi rende contento. Io devo dire che potenziare il turismo sportivo è una grande cosa perchè rende Senigallia città turistica non solo d\' estate poi queste non sono parole perchè l\' amministrazione Angeloni insieme a Mangialardi hanno operato in questa direzione. Ai cittadini fatti alla mano l ultima risposta

Quante belle parole.... a me viene in mente il Rally dell\'adriatico, manifestazione automobilistica di rilevanza nazionale che ha contribuito a far conoscere anche il nostro entroterra ma che questa amministrazione ha ben pensato di farsi scappare....

valter morganti

Sono un operatore turistico con oltre 22 anni di esperienza, ho visto e memorizzato cosa fanno per il turismo nelle altre regioni o nazioni e debbo dire che leggere che il turismo sportivo è un \"turismo nuovo\" è veramente demotivante per uno come me che ha fatto tante cose per il turismo rimettendoci di tasca propia, cose fatte solo per passione senza pretendere neanche di prendersi i meriti.Al contrario di certi che si prendono anche quelli degli altri.<br />
Mi rivolgo al comitato che scrive certe cose, se dovete fare campagna per il Vostro candidato fatela bene documentatevi.Ma lo sapete che ad esempio a Lignano hanno strutture adatte per fare turismo sportivo in riva al mare o quasi che funzionano fino novembre e riprendono a marzo.<br />
Vi informo che tutti i tipi di turismo vanno seguiti ed incentivati, il turismo sportivo porterà un probabile 10/20% di presenze, quello enogastronomico un 20% e cosi via nulla va scartato, tutto aiuta.<br />
Di solito la critica serve se è costruttiva e se recepita, ma come è già capitato di recente questo non avviene, ed è veramente inutile continuare nell\'elenco. Ma vi si deve rispondere, proprio perché certe cose non si possono più sentire, in particolare in questa città che senza turismo vivrebbe \"se vivrebbe\" di posti comunali e ospedalieri.

Come al solito caro Mangialardi, sei fuori tema!<br />
Se un turismo potrebbe - e ripeto potrebbe - essere potenziato, questo e\' quello congressuale... (Fenice docet).

Leone sTOLTAI

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Giacomo

Credo che negli anni 80 forse 83 o 84 al palazzetto dello sport si sono svolti i campionati europei femminili di basket. Mi ricordo le svedesi.

Lorenzo Beciani

per quanto riguarda la piscina,impianto pienamente omologato dal CONI, non capisco cosa voglia dire che è stato realizzato per una società sportiva. è unanimemente riconosciuto come uno dei più belli e funzionali della regione e l\'organizzazione di numerose manifestazioni ha fatto si che giungessero a Senigallia migliaia di persone. Perché organizzare una manifestazione con 500 bambini (come avviene da anni) vuol dire creare un indotto almeno doppio se non triplo fatto da genitori, parenti, accompagnatori vari che dovranno mangiare, bere, dormire nelle strutture turistiche locali. Per organizzare gare di livello assoluto, che, per la loro struttura, avrebbero un impatto a livello turistico, addirittura inferiore rispetto a molte rassegne giovanili o amatoriali, avremmo bisogno di un impianto con una vasca da 50 metri e adeguati servizi. ma in questo caso si parla di investimenti molto consistenti e di una capacità organizzativa e manageriale di altissimo livello

Questi comunicati di Mangialardi sono pietosi e forse vanno bene per le pecore!<br />
Smentiamo le sciocchezze, perchè questo sono, che dice.<br />
Il turismo sportivo non è un settore appena nato, solo che lui e l\'amministrazione, non al passo coi tempi, se ne sono accorti solo ora.<br />
Senigallia poteva diventare la capitale italiana del beach volley ma ha lasciato sfumare quell\'occasione, in favore della Toscana: quindi del turismo sportivo ve ne siete fregati e ormai i danni son fatti.<br />
Altro appunto: non mi si venga a dire che Senigallia ha degli impianti sportivi da far invidia... si eviti soprattutto di citare la piscina delle saline perchè è una delle più grandi vergogne di Mangialardi e della giunta Angeloni, ora spiego perchè.<br />
La piscina, come tutti ricordano, fu aperta dopo 6 anni di ritardi, 2 mesi prima delle elezioni del 2005: solito uso elettorale dei lavori.<br />
Quella piscina non è assolutamente di prim\'ordine in quanto non è olimpionica (è di soli 25 metri... si vede che non frequentate mai una piscina se non sapete queste cose) e, mi è stato detto anche da chi ci lavora, presenta dei DIFETTI STRUTTURALI non trascurabili, causati dalla fretta nell\'inaugurazione.<br />
Vengono infatti posti in essere lavori di manutenzione straordinaria (in una struttura nuova) che scongiurano danni ben più gravi, appunto perchè strutturali; basta pensare al fatto che in alcuni punti della piscina piove all\'interno.<br />
Evitiamo di spacciare questi per grandi lavori, caro il mio assessore.<br />
Evitiamo questi comunicati presa in giro grazie!

Lorenzo Beciani

Mi sento di intervenire ancora sulla piscina che è un argomento che conosco molto bene. Caro Gabriel la piscina di Senigallia è, secondo molti addetti ai lavori, la migliore delle Marche. Te lo dico anche io che sono un addetto ai lavori. Basta fare un semplice raffronto con altre realtà: Fano, (piscina degli anni settanta attualmente chiusa per un malfunzionamento), Jesi (piscina di oltre trent\'anni con pallone come quella del Vivere Verde ormai smantellata), Ancona (piscina del Ponterosso un prefabbricato senza tribuna) Falconara, Moje, Osimo (idem come Ancona). Forse solo Chiaravalle e Pian del Bruscolo si avvicinano a quello delle Saline. Una piscina \"olimpionica\" non è automaticamente di prim\'ordine, basti pensare all\'impianto di San Benedetto, o a quella di Pesaro che d\'inverno è coperta da un pallone e non consente lo svolgimento di nessun tipo di manifestazione se non qualche partita di pallanuoto. Le assicuro che la piscina delle Saline, per quanto non esente da difetti, può essere tranquillamente definita un impianto di prim\'ordine fra quelli a 25 metri (distanza peraltro pienamente \"regolamentare\" secondo il CONI e la FIN). Eviti pertanto di trarre giudizi sulla base di informazioni errate. Grazie

Signor Beciani eviti lei di trarre giudizi errati, perfavore.<br />
Una piscina di prim\'ordine è una piscina con vasca olimpionica, non da 25 metri. <br />
Lei va mai a nuotare in piscina? Io si.<br />
Le sembra che le gare più importanti a livello internazionale si tengano in piscine da 25 metri?<br />
Non a caso all\'inizio quella piscina doveva essere da 50 metri.<br />
Addetti ai lavori mi hanno detto che appunto per la fretta di inaugurare quella piscina furono trascurati alcuni difetti strutturali (che avrebbero comportato altri lavori e reso impossibile quell\'inaugurazione pre-elettorale); se poi vuole negare che la piscina sia stata aperta 2 mesi prima delle elezioni dopo 6 anni di ritardi non so cosa dirle, essendo questo un dato di fatto.<br />
Chi lavora all\'interno della piscina mi ha riferito che in alcuni punti piove all\'interno: le sembra questa un\'opera ben fatta?<br />
Un impianto è di prim\'ordine se è veramente ben costruito, non solo perchè è migliore di altre piscine, magari più vecchie, della stessa lunghezza.<br />
Anche lei ammette che ci sono dei difetti, quindi per quanto mi riguarda un\'opera che presenta dei difetti non è ben fatta.<br />

Commento modificato il 19 gennaio 2010

\"Lei va mai a nuotare?\"<br />
<br />
\"A medaglia anche l’M30 Lorenzo Beciani, un bronzo per lui, insieme a due ori nelle staffette maschili.\" http://www.viveresenigallia.it/?page=articolo&articolo_id=206067<br />
<br />
<br />
Gabriel... prima di sparare sugli altri, informarsi...

Bene, mi fa piacere, ma ho posto una semplice domanda alla quale basta rispondere sì!<br />
Ciò non toglie che i difetti strutturali della piscina restino e che sia grave che una struttura nuova presenti simili difetti.<br />
Se volete difendere una politica fatta in questo modo fate pure, ma non siete credibili.<br />
Se volete negare che piova all\'interno della piscina fate pure, ma lì intanto piove.<br />
Se pensate che questi lavori siano stati fatti bene, fate pure, ognuno è libero di difendere ciò che vuole.<br />
Saluti <br />