Marcantoni: realizzeremo subito un nuovo palazzetto dello sport

fabrizio marcantoni 3' di lettura 18/01/2010 - \"Abbiamo un grande e nuovo progetto per la rinascita dello sport a Senigallia, in questi anni lasciato alla spontaneità e alla capacità di iniziativa delle tante associazioni dilettantistiche cittadine\".

Associazioni che lavorano (a parte quelle pochissime che hanno sempre beneficiato di privilegi, contributi a pioggia e assistenza) in situazioni di abbandono da parte dell’ente pubblico, spesso con problemi addirittura di reperimento di spazi e di strutture adeguate. Non si può continuare in eterno ad auto-celebrare le poche cose fatte, come ha fatto il candidato Mangialardi il quale, evidentemente, sembra abitare in un’altra città senza conoscere nulla delle realtà sportive e dei problemi quotidiani che si registrano nel mondo associazionistico sportivo. Bisogna progettare e realizzare per dare risposte alle tante associazioni sportive che non possono usufruire di spazi sufficienti, impianti adeguati, apporto logistico da parte dell’Amministrazione comunale. La Giunta Marcantoni, nel primo anno del proprio mandato, progetterà un nuovo palazzetto dello sport, utilizzando in gran parte i fondi appositamente stanziati dal credito sportivo.



Pensiamo a una modernissima struttura polivalente, capace di ospitare più eventi contemporaneamente (si pensi a sale attigue per scherma, pesistica, arti marziali, ginnastica…), anche di grande rilievo nazionale e internazionale. E capace di offrire anche un adeguato spazio per convegni, seminari sportivi, corsi tecnici (pensiamo ad una sala multimediale interna al palazzetto). Perché il candidato Mangialardi deve sapere che, per attirare flussi di turismo sportivo, servono strutture moderne, adeguate e complete nella fornitura di servizi. La politica miope degli ultimi governi di sinistra ha fatto sì che si realizzasse una piscina funzionale solo alla Uisp che la gestisce, ma certamente non in grado di ospitare eventi importanti e ufficiali. Ma non solo. Bisogna mettere mano al portafoglio per adeguare e sistemare il campo di atletica delle Saline, lasciato al completo abbandono da anni (si pensi solo alla situazione fatiscente del manto della pista e alle attrezzature ormai obsolete e alla non funzionalità di docce e spogliatoi per importanti numeri di atleti; basti pensare che non è mai sufficiente l’acqua calda per gli atleti nei periodi di preparazioni atletiche).



Pensiamo anche ad una riqualificazione degli impianti da tennis che solo trenta o quaranta anni fa permettevano a Senigallia di mettersi in mostra a livello internazionale. Pensiamo infine alla necessità di adeguare e risistemare la maggior parte degli impianti sportivi esistenti (molti assolutamente fatiscenti), trovando anche l’accordo con il comando dei vigili del fuoco per usufruire dell’ottimo impianto esistente presso la loro caserma senigalliese e metterlo così a disposizione delle associazioni sportive. Infine, dovremo investire risorse per lanciare seriamente il turismo sportivo allungando così la stagione. Pensiamo a due grandi manifestazioni: una a giugno e una all’inizio dell’autunno, con necessari accordi e convenzioni con le strutture alberghiere. Fatti concrete, proposte sul tavolo. Altro che le illusioni spacciate alle fiere dal candidato Mangialardi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-01-2010 alle 16:08 sul giornale del 19 gennaio 2010 - 3431 letture

In questo articolo si parla di sport, politica, politico, Comitato per Marcantoni sindaco





logoEV