Croce Rossa: Sardella rimette l\'incarico di commissario

simeone sardella 3' di lettura 23/02/2010 - Il Commissario locale della Croce Rossa Italiana, l\'avvocato Simeone Sardella, ha rimesso il proprio incarico nelle mani del Commissario Nazionale Cri; si tratta di un atto dovuto per una sopravvenuta incompatibilità.

Sardella ha condotto la Cri di Senigallia per quasi cinque anni, nel corso dei quali numerose sono state le iniziative di carattere socio sanitario e di diffusione delle nozioni essenziali di primo soccorso, dei principi fondamentali di Croce Rossa e del diritto internazionale umanitario. Un bilancio decisamente positivo, quello della gestione Sardella, a cominciare dall\'aumento esponenziale del numero dei soci della Cri, che sono passati dai 273 del 2005 ai 501. del 2009. Rinnovato pressoché interamente anche il parco macchine, con l\'acquisto di una nuova ambulanza per l\'emergenza, di due automediche (una delle quali 4 x 4) e di due veicoli operativi per il trasporto persone.


Numerose anche le iniziative destinate alle diffusione dei principi di Croce Rossa, a cominciare dalla mostra “La Croce Rossa e la Guerra nell\'opera fotografica di Giorgio Pegoli”, mostra che, dopo la sua presentazione a Senigallia e l’inaugurazione da parte del Presidente Nazionale della Croce Rossa Dott. Massimo Barra, è stata resa itinerante ed ha raggiunto ben 15 Comitati locali, così favorendo, oltre che un\'importante opera di documentazione, anche la diffusione promozionale del nome di Senigallia. A fianco dell\'ordinaria attività di emergenza sanitaria 118 e di trasporto infermi, la Croce Rossa di Senigallia ha visto costituirsi la componente del Comitato Femminile; è stato inoltre avviato il progetto estivo “Volontariato e vacanze sulla spiaggia di velluto” che ha riscosso negli anni sempre maggior successo, con la Cri di Senigallia che ha ospitato, nei mesi di luglio e di agosto, una media di quattro volontari a settimana, provenienti da numerose regioni d\'Italia.


Ed ancora la manifestazione annuale “La Cri incontra la cittadinanza”, che nel mese di agosto vede il nostro Comitato impegnato a far conoscere i mezzi, i servizi e le modalità operative ai senigalliesi ed ai turisti; il decimo Convegno Nazionale Ufficiali Medici Cri e il Convegno Nazionale Istruttori di Diritto Internazionale Umanitario, che hanno portato Senigallia ad essere, per qualche giorno, città di Croce Rossa; e senza scendere nei particolari, non si possono dimenticare le tante altre attività che hanno connotato questi ultimi anni. Infine, ma non certo da ultimo, l\'impegno costante nella formazione e nell’aggiornamento dei volontari Cri, che hanno portato la squadra V.d.S. di Senigallia ad un prestigioso secondo posto alla gara nazionale di Primo Soccorso del 2009.


“L\'aumento del numero dei soci” -afferma Sardella- “credo possa essere il più importante risultato raggiunto in questi anni. Ciò consente di diffondere sempre più tra la cittadinanza i principi di umanità e solidarietà che governano l\'azione della Croce Rossa, di portare in tante case, in tante realtà, la nostra bandiera e la nostra passione, di rinsaldare sempre più un legame ormai storico con la città di Senigallia e con i suoi cittadini.” “Devo poi rivolgere un sentimento ed un pensiero di profonda gratitudine a tutti i volontari di Croce Rossa, in primo luogo per avermi concesso l\'onore e l\'opportunità di essere loro Presidente. Voglio poi ribadire che è solo grazie ai tanti volontari, ai responsabili delle componenti, ai consiglieri e ai dipendenti che la Croce Rossa di Senigallia ha potuto raggiungere importanti risultati ed una considerazione che travalica i limiti regionali.”






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-02-2010 alle 14:02 sul giornale del 24 febbraio 2010 - 6202 letture

In questo articolo si parla di attualità, volontariato, croce rossa italiana, senigallia, simeone sardella


Bravo Simeone! Spero che il tuo gesto possa essere d\'esempio per qualcuno che non ha avuto la tua stessa onestà, forse sei troppo onesto per la politica.<br />
<br />
Comunque noi volontari di Corinaldo siamo meglio ;-)<br />
<br />
Alberto Bartozzi

Rosanna

Per una volta sono totalmente d\'accordo con il commento di Alberto Bartozzi. Complimenti a Simeone. Rosanna

Nessuno vuol giudicare l\'operato di Sardella in questa \"avventura\"...intendiamoci...<br />
<br />
Purtroppo però non si spiega neppure \"questa sopraggiunta incompatibilità\"<br />
<br />
Se qualcuno ce la divulgasse...

Ad esempio, caro Alberto, Fabrizio Volpini potrebbe finalmente dimmettersi da assessore per fare meglio il segretario del PD (come prescritto dal codice etico in materia di non cumulabilità degli incarichi) e il candidato, lui che, tra l\'altro, si era espresso con fermezza contro il terzo mandato ... E già, la coerenza non ha ancora trovato spazio in quel povero partito ...

Lorenzo, Simeone è un uomo d\'altri tempi.<br />
Si è candidato al Consiglio Comunale ed ha ritenuto che non sia opportuno per un candidato presiedere un\'associazione che deve rimanere apolitica come la Croce Rossa. Un gesto che sarebbe quasi scontato, ma a cui purtroppo non siamo più abituati.<br />
<br />
OT: <I>Non capita tutti i giorni di \'difendere\' il proprio avvocato! :-)</i>

Simeone ha fatto una scelta e ne ha tratto le giuste conseguenze. <br />
Permettimi, Michele, solo un piccolo appunto di carattere generale: la Croce Rossa non è \"apolitica\", come se fare politica sia una cosa disdicevole. La CR si astiene da prendere posizioni basate su discriminazioni di ogni carattere, tra cui anche politiche.<br />
In realtà la Croce Rossa, con il suo impegno quotidiano fa politica eccome, nel senso letterale e più nobile del termine. Forse intendevi dire \"apartitica\", che è tutta un\'altra cosa ed è il motivo per cui molto ammirevolmente e correttamente, a differenza di molti altri l\'avv. Sardella ha fatto una scelta di campo.

Off-topic

Hai ragione Renato, è più corretto il termine \"apartitica\".

Giusto! Chissà se altre persone, ad esempio Monachesi, avranno lo stesso buon senso...

volontario

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Ma io sono io l\'unico scemo che nota la squallida e strumentale demagogia che viene adottata in questo articolo?<br />
<br />
Si usa il nome della Croce Rossa Italiana per farsi pubblicità elettorale.... Questi toni entusiastici...trionfalistici.... <br />
<br />
Sardella sembra Bertolaso (nel senso buono del termine)...cioè, è come che se non ci fosse stato lui la Croce Rossa avrebbe fallito...<br />
<br />
Un Signore si sarebbe dimesso e basta...sarebbero stati poi i cittadini ad apprezzare il gesto...<br />
In questo caso l\'articolo si presta ad una mera strumentalizzazione politica...<br />
<br />
Spero che il Signor Pinto pubblichi questo post, che non è offensivo nei confronti del suo avvocato...ma solo una critica di merito politico...<br />
<br />
Saluti<br />
Gianni Cambareri

Sono due cose diverse moogli...<br />
<br />
Alberto Bartozzi

Off-topic

Pubblicato Gianni, tranquillo! :-)

Quello che dice Moogli è vero o no?<br />
Il \"codice etico\" prevede questa incompatibilià si o no?

Ho letto prima questo comunicato poi l\'altro della <br />
candidatura. <br />
<br />
Per questo non capivo le ragioni delle dimissioni.<br />
<br />
Intanto attendo la comunicazione della rinuncia della Dott.ssa Rossana Berardi dalla Presidenza del Consiglio delle Donne.<br />
<br />
O in alternativa le ragioni delle modifiche dello statuto di questo soggetto avvenute a quanto pare in data 13/01/2010 secondo cui dovrebbero essere accettate ora pure le candidature senza dimissioni dagli incarichi.

Rispondo solo oggi perchè non ho visto prima la domanda e riporto un estratto dal codice etico del PD. <br />
<br />
Estratto dal codice etico approvato dall’Assemblea costituente del PD il 16 febbraio 2008<br />
<br />
3) Responsabilità personale e autonomia della politica<br />
<br />
2. Ciascun dirigente, ogni componente di governo a tutti i livelli, le elette e gli eletti nelle liste del Partito Democratico si impegnano a:<br />
… b) assolvere con competenza, dedizione e rigore le funzioni ricoperte, senza cumulare incarichi che precludano di svolgere compiutamente la responsabilità affidata, evitando in particolare, di:<br />
sommare più funzioni monocratiche interne al partito;<br />
assumere o ricoprire contemporaneamente più cariche istituzionali elettive;<br />
cumulare una funzione monocratica interna al partito con la titolarità di una carica istituzionale monocratica di equivalente o analogo livello territoriale, fatta eccezione per l’incarico di Presidente del Consiglio dei Ministri;<br />
<br />
Mi pare che la norma sia chiara. Però, all\'atto della designazione di Volpini come segretario, nessuno prese in considerazione di applicarla. <br />
Oltre a ciò, ci sono ragioni di opportunità che superano anche le norme: chi fa il segretario di un partito deve poter avere autonomia di giudizio rispetto ai comportamenti dell\'amministrazione. Altrimenti il confrontro tra gli iscritti e l\'amministrazione diventa una farsa. E il PD ha bisogno di essere un partito vero, se vuole sopravvivere.<br />
<br />
Per Alberto Bartozzi: puoi spiegarmi perchè sarebbero due cose diverse ?




logoEV