La Città Futura: Verdi, Sel e Pdci insieme per Mangialardi

2' di lettura 25/02/2010 - “A Senigallia la sinistra punta l\'unitarietà”. È questo il messaggio lanciato da La Città Futura, la lista presentata ieri a sostegno della candidatura a sindaco di Maurizio Mangialardi, che unisce Verdi, Sel e Comunisti Italiani.

Uno slogan che lancia una stoccata sia Rifondazione Comunista, che a Senigallia è schierata con Roberto Mancini, che, a livello regionale, con i vertici del Pd che hanno rotto l\'accordo con la sinistra radicale. Una lista unitaria, guidata da Francesca Michela Paci, composta da Isidoro Bacchiocchi, Manuela Bartolucci, Andrea Calcina, Simone Ceresoni, Donatella Chiostergi, Michele Corinaldesi, Francesco Cucchi, Enea Discepoli, Flavio Giuseppe Dubini, Raffaella Fabrizzi, Nausicaa Fileri, Fabio Giardini, Carlo Girolametti, Maurizio Pasquini, Enrico Pergolesi, Roberto Primavera, Marcello Principi, Ferdinando Salvioni, Arturo Silvestri, Gianfranco Ventura, e poi gli indipendenti Roberta Benigni, Roberta Chiappa, Leonardo Curzi, Alberto Di Capua, Lorenzo Franceschini, Giuliano Guidi, Giuseppina Massi, Francesco Pierella e Vandro Solfanelli.


“Siamo orgogliosi per il contributo che abbiamo dato alla coalizione che sostiene Mangialardi, partecipando fattivamente alle primarie di coalizione prima e con il contributo apportato al programma elettorale -esordisce Francesca Paci dei Verdi che aveva sfidato Mangialardi alle primarie- la Città Futura è la sinistra moderna, ecologista e credibile come forza di governo. Il Pd senigalliese, a differenza di quello regionale, ha dimostrato di credere in questo progetto del centro sinistra unito”. “Nella Città Futura c\'è un\'unitarietà di intenti che non c\'è nelle altre liste di coalizione -aggiunge Carlo Girolametti del Sel- per il futuro il nostro intento è quello di allargarci ulteriormente alle altre forze della sinistra”. Tra i fautori della creazione di una lista unitaria della sinistra Ferdinando Salvioni, segretario dei Comunisti Italiani. “Per battere il centro destra -sottolinea Salvioni- ci vuole un centro sinistra unito e compatto. È una condizione della quale sono assolutamente convinto”.


Non risparmia critiche agli avversari di Mangialardi, Roberto Primavera, segretario dei Verdi. “Ci impegniamo nei confronti di Mangialardi con una conflittualità cooperativa perchè i principi in cui crediamo siano tradotti in azione di governo in una prospettiva di lungo periodo -aggiunge Primavera- questa è la risposta che deve dare la sinistra a quella parte della sinistra che si pone antagonista (in riferimento a Rifondazione ndr) rifiutando le responsabilità di governo. In quanto a Marcantoni, nella sua coalizione mette insieme due forze come la Lega Nord e La Destra pericolose per la democrazia e nonostante si celi dietro al Coordinamento Civico, chi carica veramente la destra in quella coalizione è Roberto Paradisi”. In quanto a Mangialardi, si dice “orgoglioso dell\'adesione convinta delle tre forze della sinistra nella sua coalizione” e assicura “una città solidale, sostenibile e di prospettiva”.










Questo è un articolo pubblicato il 25-02-2010 alle 19:03 sul giornale del 26 febbraio 2010 - 4976 letture

In questo articolo si parla di giulia mancinelli, politica


Commento modificato il 26 febbraio 2010

<i>\"la Città Futura è la sinistra moderna, ecologista e credibile come forza di governo\".</i> Credibile, Francesca? Come fa a essere credibile se vuole condividere il potere con chi ha appoggiato un conflitto di interessi palese e indecente? Altro che credibile e moderna: qui siamo alla vecchia DC e alle cellule PCI.<br />
<br />
<i>\"Il Pd senigalliese, a differenza di quello regionale, ha dimostrato di credere in questo progetto del centro sinistra unito\"</i> e allora perché, Francesca, ha imbarcato Monachesi della destra e scaricato Mancini e Rebecchini, che - impudenti ragazzacci - osavano criticare le scellerate scelte urbanistiche della Sindaca e compagnia? Mi pare che la fede nell\'unità della sinistra sia più che altro convenienza elettorale opportunamente soppesata dal vecchiio politico volpone e boss della cesanella, Giardini. Lascia perdere i valori, Francesca. Poco c\'entrano e lo sai.<br />
<br />
Insomma, anche tu mi deludi, ahimé. Usi il politichese e dimentichi il senso che avevi voluto dare a questo tuo coinvolgimento.

Off-topic

Ahò, professoressa, ci fosse qualcuno che non ti deluda! Ma perchè non ti presenti tu e vediamo quanta gente riesci a mettere insieme, poi alla fine contiamo i voti però. Io credo che sarebbero pochi, non ti sta bene niente

Dire che la Lega o La Destra sono pericolose per la democrazia è roba da immediata denuncia penale oltre che un\'allucinata ed allucinante mistificazione della realtà.

Capperi, c\'è anche Di Capua, l\'ex Vicesindaco di Marcantoni 1998-1999 !

Caro Ceppo, io credo che chiedere coerenza a chi vuole essere eletto sia il minimo, ma proprio il minimo, che un cittadino possa fare. Se non lo capisci e ti accontenti dei bla bla da campagna elettorale, poi non piagnucolare quando devi pagare il mutuo o tuo figlio non trova lavoro. E in quello che scrive Francesca - e Primavera - di incoerenza ce n\'è a iosa. Insomma, contento tu...

Sono d\'accordo, melga. La sinistra - ahimé - pare sappia solo agitare fantasmi. Ma le idee, quando le vogliamo tirare fuori?

L\'eredità dei Verdi e dei partitini comunistelli vi sarà d\'aiuto...<br />
<br />
Con le migliaia dei misfatti accaduti...