Al csa TNT proiezione del documentario \'Checkpoint Rock: Songs of Palestine\'

checkpointrock 04/03/2010 - Domenica 14 Marzo in occasione dell Apartheid Week, alle ore 18.30, al csa TnT proiezione del documentario \"Checkpoint Rock: Songs of Palestine\" documentario sulla Palestina e sulla sua scena musicale, regia di Fermin Muguruza. 

I genitori di Rachel Corrie chiamano all’azione in concomitanza col processo in Israele. Quello che segue è l\'appello dei genitori di Rachel Corrie, attivista dell\'International Solidarity Movement, assassinata nel marzo del 2003 dalle Forze di Difesa Israeliane mentre proteggeva la casa di una famiglia Palestinese, minacciata di demolizione. La causa, intentata da Cindy e Craig Corrie, vedrà la testimonianza di quattro attivisti dell\'ISM, ai quali è stato concesso il visto, ma non quella del medico che prestò le cure a Rachel e ne accertò la morte.



Il Processo Corrie in Israele 10-24 marzo, 2010


Amici,

Come molti di voi sanno, una causa civile sul caso di nostra figlia Rachel Corrie è prevista per il processo nel tribunale distrettuale di Haifa a partire dal 10 marzo 2010. Come osservatore dei diritti umani e attivista, Rachel, ventitreenne, provò pacificamente ad offrire protezione ad una famiglia palestinese la cui casa era minacciata di demolizione da parte dei militari israeliani. Il 16 marzo 2003, è stata schiacciata a morte da un bulldozer Caterpillar D9R delle Forze di Difesa Israeliane (IDF) a Rafah, nella Striscia di Gaza. La causa è parte dello sforzo della nostra famiglia, in questi 7 anni, di ricevere giustizia per Rachel, figlia e sorella. Ci auguriamo che con questo processo si dimostri la necessità di perseguire le responsabilità per le migliaia di vite perse, o indelebilmente ferite, per l’occupazione, in una Gaza assediata e sotto assedio e in tutta la Palestina/Israele; ci auguriamo altresì che sia rivolta la giusta attenzione all\'assalto violento nei confronti degli attivisti per i diritti umani (Palestinesi, Israeliani, e internazionali), sottolineando il fatto che tante famiglie palestinesi, lese profondamente quanto la nostra, non hanno accesso alle Corti israeliane. Al fine di lanciare questi messaggi di interconnessione nel modo più efficace possibile, chiediamo partecipazione su larga scala a questo processo, nonché agli eventi annessi. Ci auguriamo che vi uniate a noi per tutti o per alcuni degli eventi elencati qui di seguito e che questo possa aiutarci a diffondere l’appello ad altri.



MERCOLEDI, 10 MARZO 9:00-16:00

Il processo inizia nel tribunale distrettuale di Haifa (12 Palyam St. Haifa) Una forte presenza di osservatori dei diritti umani, osservatori legali, e altri il primo giorno del processo mostrerà come questo caso viene attentamente monitorato e che la verità, la responsabilità e la giustizia è una questione di noi tutti. Le altre date del processo sono le seguenti: 14 marzo, 15, 17, 21, 22 e 24. La presenza di supporto, in tutte le sessioni della Corte, è benvenuta e necessaria!


VENERDI, 12 MARZO 13:00-15:00

Proiezione del Film al Tel Aviv Cinematheque (2 Shprinzak St. Tel Aviv)

Proiezione del film documentario RACHEL seguita da un Q & A (dibattito) con il regista Simone Bitton e la famiglia Corrie. Rachel è una inchiesta cinematografica sulla uccisione di Rachel. Questa suggerisce molte delle le domande che dovrebbero essere considerate e affrontate durante il processo.


MARTEDI, 16 MARZO 20:00-22:00

Memorial; Location TBA Il 16 marzo segna il settimo anniversario della morte di Rachel. Ci auguriamo di poter celebrare questo giorno come \"Day of Conscience\" , come un grande raduno che chiami tutti a raccolta per la verità, la responsabilità e la giustizia, nel Caso di Rachel e non solo. Ci saranno anche alcuni eventi a Gaza (al Rachel Corrie Children and Youth Cultural Center di Rafah), probabilmente in Cisgiordania (TBA), e in tutto il mondo. A chi non è con noi in Palestina/Israele, si chiede di poter pensare a come voi e il vostro gruppo/comunità possa essere visibile/udibile il 16 marzo. Sappiamo che questo sarà un periodo difficile, ma sappiamo che l\'amicizia che abbiamo sentito da parte vostra nel corso degli anni ci aiuterà a passare le prossime settimane. Anche se il decorso e l\'esito del processo sono sconosciuti, accogliamo con favore la possibilità di sollevare e mettere in evidenza molte delle questioni critiche alle quali il caso di Rachel è collegato.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-03-2010 alle 20:17 sul giornale del 05 marzo 2010 - 1063 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, palestina, tnt, csa tnt, Rachel Corrie