Primo confronto tra i sindaci: tutti contro Mangialardi

5' di lettura 13/03/2010 -

Al Centro Sociale di Marzocca, durante un incontro organizzato dal Circolo \"Sandro Pertini\", si sono incontrati per la prima volta, faccia a faccia, i cinque candidati a sindaco.
L\'incontro è stato moderato dalla giornalista del Corriere Adriatico Maria Teresa Bianciardi.




Cinque le domande rivolte dalla giornalista ai candidati: la Sanità, i Servizi Sociali, l\'urbanistica e le frazioni, il turismo e l\'ambiente.

Roberto Mancini e Fabrizio Marcantoni non hanno perso occasione per attaccare l\'attuale assessore ai lavori pubblici per tutti gli errori di 10 anni di amministrazione. Da parte sua Mangialardi ha messo sul piatto quanto di buono è stato fatto nel corso delle due passate legislature, guardando poco verso il futuro.
Più articolata la posizione di Mancini che ha rivendicato la sua parte di merito per quanto fatto dall\'attuale governo cittadino fino a quando lui è rimasto in maggioranza ed ha criticato quanto fatto successivamente.

Molto più tecnico Primo Gazzetti che ha dimostrato competenza ma ha difettato sulla capacità divulgativa.
Marcellini ha risposto con entusiasmo e passione alle prime due domande, che riguardano i temi più cari alla sua lista, la sanità ed il volontariato.

Poi è stato il turno del pubblico. Sei persone hanno potuto porre le loro domande ad un candidato a loro scelta. Le domande, estratte a sorte, hanno riguardato i contenziosi del Comune di Senigallia, l\'Hotel Marche, la crisi occupazionale, l\'antenna del Parco delle Saline, l\'abolizione delle circoscrizioni e l\'arrivo della Lega Nord nella scena politica Senigalliese.

Tra le curiosità solo due dei cinque candidati indossavano la cravatta (Mangialardi e Mancini), mentre uno (Marcellini) non aveva nemmeno la giacca. A testimonianza dei costumi che cambiano e del clima informale, e sereno, in cui si è tenuto il confronto.

Ecco i video delle risposte dei candidati alle prime tre domande.





La sintesi delle ultime due domande.

TURISMO
MARCELLINI: “Faccio fatica ad immaginare il lusso a Senigallia,un Hotel a 5 stelle mi sembra inutile. Mi premi che la nostra, resti una città a misura d’uomo. Mi piacerebbe che in una politica per sviluppare il turismo vengano coinvolte anche le frazioni.

MANGIALARDI: In questi 10 anni abbiamo fatto conoscere Senigallia in Italia, in Europa e grazie al turismo dei grandi eventi come il Summer Jamboree anche nel mondo. Stiamo lavorando per la destagionalizzazione del turismo, soprattutto con lo sviluppo del turismo sportivo, sfruttando gli impianti che in questi anni abbiamo costruito e migliorato. Se puntiamo sulla qualità Senigallia continuerà ad essere la grande eccellenza della nostra Regione.

GAZZETTI:Concentriamo la nostra attenzione su tre aspetti: urbano – manutenzione ordianaria e straordinaria – parcheggi, per continuare a rendere più bella la nostra città. E’ necessario un nuovo piano degli arenili che coinvolga non solo gli stabilimenti balneari, ma tutti gli esercizi sul lungomare. Siamo contrari allo spostamento dei campeggi sul lato della statale e vogliamo la soppressione della società che gestisce la Rotonda. Una società che è in deficit, occorre dare in gestione la Rotonda ai privati per riportarla alla ribalta che merita.

MARCANTONI: Penseremo ad elaborare dei pacchetti turistici integrati con tutto quello che il nostro territorio può offrire, senza escludere niente, nemmeno quelle eccellenze che in questi anni sono state dimenticate da questa amministrazione comunale.

MANCINI: Senigallia ha grandi potenzialità dal punto di vista culturale, storico e paesaggistico. Puntiamo ad un progetto che porti anche lavoro agli operatori. Bisogna pensare ad un turismo che va dalla spiaggia agli Appennini. Voglio ricordare a Mangialardi che il Caterraduno di cui si vanta, a portarlo a Senigallia è stato Luigi Rebecchini. Il Piano Sacelit? 5 ettari di terreno tra centro e mare utilizzati per costruire un albergo che non si farà mai.


AMBIENTE

MANGIALARDI: Faremo una battaglia per rendere l’acqua pubblica. La complanare è un progetto che in alcuni tratti della città intercetta mezzi pesanti, liberando le strade dall’inquinamento, in dei punti cruciali della città come il Campus scolastico.

MANCINI: Da Mangialardi abbiamo appena ascoltato l’inutilità della complanare. Siamo una città con altissimi valori riguardo alle polveri sottili: una soluzione è quella del potenziamento del servizio pubblico. Bisogna anche smettere di fare cassa vendendo le aree verdi destinate a parco come è successo con il Parco della Cesanella.

GAZZETTI: Puntiamo ad eliminare le discariche abusive piene di materiali ingombranti. La complanare? Un progetto che non purifica danni, ma peggiorerà le condizioni dei residenti nelle aree interessate e anche di alcune frazioni come Marzocca che si accorgeranno dei danni, quando il progetto sarà concluso e allora sarà troppo tardi. Faremo anche una battaglia contro lo sperperamento dei materiali inquinanti nei fiumi.

MARCANTONI: Ricordo a Mangialardi che la Complanare non è altro che una strada interquartieri che creerà gravi danni dovuti all’inquinamento per tutti, ma soprattutto per le persone che vivono nelle zone interessate. E’ un progetto devastante. A Senigallia non ci sono parchi, ma c’è soprattutto l’abitudine di vendere le aree interessate a parchi per fare quadrare il bilancio. La raccolta differenziata? Fate un giro in estate sul lungomare per rendervi conto di com’è stata organizzata.

MARCELLINI: Sono oncologo e cittadino del mondo. Il nostro Adriatico è una pozza inquinata. Bisogna cercare individualmente di fare il possibile, partendo dalle piccole cose, educando i cittadini.







Questo è un articolo pubblicato il 13-03-2010 alle 01:28 sul giornale del 13 marzo 2010 - 6669 letture

In questo articolo si parla di michele pinto, roberto mancini, maurizio mangialardi, massimo marcellini, marzocca, politica, fabrizio marcantoni, primo gazzetti, maria Teresa bianciardi, centro sociale marzocca


Eravamo proprio in tanti ieri sera ed è stata una bella testimonianza di partecipazione popolare.<br />
<br />
Quello che si è notato di più è stata la scarsa capacità progettuale di Mangialardi, che ha parlato troppo al passato per rivendicare quanto di oggettivamente buono è stato fatto negli ultimi 10 anni ma ha dato pochi elementi per capire cosa farebbe in futuro. Il passato è passato e se Mangialardi vuole confermare i pronostici della vigilia che lo danno vincente è ora che cominci a dire a Senigallia cosa farà di lei per i prossimi 5 anni (10, per come va la politica in Italia) Sarebbe stato più utile per lui, per convincere gli indecisi, probabilmente pochi, tenuto conto della platea fatta per lo più da candidati ed esponenti di partito, riconoscere le difficoltà incontrate anche dall\'amministrazione Angeloni e dimostrare un po\' più di umiltà. Perchè nessuno è perfetto. E poi, un consiglio sull\'immagine: basta queste cravattone alla \"cettola qualunque\" ... non contraddistinguono l\'elettore medio progressista. <br />
Massimo Marcellini, che oggettivamente ha il sostegno più giovane e meno politicizzato, ha peccato di inesperienza e di una certa approssimazione. La sua percentuale di assenze in consiglio comunale ha oggettivamente pesato, perchè l\'esserci, anche se costa fatica e può sembrare una perdita di tempo, è comunque occasione preziosa per capire il funzionamento delle istituzioni che è tutto tranne una cosa semplice. Va bene il civismo contrapposto al professionismo della politica (ormai nessuno, nel 2010, dovrebbe vivere di prebende politiche) però occorrerebbe anche riconoscere di non sapere tutto (in particolare quando si esercita - molto, molto bene nel caso di Marcellini - una professione così delicata ma distante dalle istituzioni come quella di medico) e di mettersi a studiare. Per amministrare bene un comune non basta \"mettere al centro la persona\", bisogna spiegare poi cosa si vuol fare con questa persona \"al centro\".<br />
Gazzetti, a fronte di una esperienza istituzionale e politica che sulla carta gli consentirebbe anche qualche chance in più, è stato approssimativo, per quanto mi riguarda il più deudente. Non lo avevo mai sentito parlare in pubblico e avevo molte aspettative. La risposta sul ruolo del comune per il lavoro è stata poi semplicemente desolante: \"E\' un terno al lotto\" ha detto ... ma noi non stiamo giocando.<br />
Fabrizio Marcantoni non cambia. Pacato e capace di attirare l\'attenzione, si perde però sul livello della proposta, che troppo spesso appare poco consistente. <br />
<br />
Per quanto mi riguarda il confronto lo ha vinto Roberto Mancini, rassicurante, mai aggressivo, con idee importanti, quasi vitali per Senigallia per quanto riguarda il c.s. governo del territorio, che va preservato attraverso la limitazione di nuova edificabilità e il recupero dell\'esistente; convincente anche la sua idea di centrostorico, che non può essere luogo di seconde abitazioni di lusso perchè questo ne decreterebbe il declino e comporterebbe anche un grave rischio economico per le attività commerciali. <br />
Mancini è la persona di cui ti puoi fidare, a cui dare le chiavi di casa quando sei in vacanza, magari per dare da mangiare ai pesci nell\'acquario, fino ad affidargli volentieri l\'amministrazione della nostra città ... Con la certezza che \"gli affari suoi e dei suoi amici\" lui non se li farebbe mai ... E questo oggi dovrebbe essere l\'elemento FONDAMENTALE per scegliere un amministratore pubblico.<br />
<br />
Quanto alla complanare, di cui hanno parlato solo Gazzetti e Mancini, fate un giro per le aree interessate e vedrete che la situazione si commenta da sola; inoltre, non c\'è un tratto di A14 e A1 (che per lavoro percorro spessissimo) così pesantemente interessato dal passaggio dell\'autostrata in piena città, se si esclude Bologna ... Ma non vogliamo certo paragonare Bologna a Senigallia, soprattutto in termini di qualità della vita) E\' stata un errore, della cui portata ancora abbiamo purtroppo solo una vaga impressione. Se proprio non c\'era modo di fermare la terza corsia, si sarebbero dovute chiedere importanti opere di mitigazione (non un bosco con anche 100 alberi ...) per risarcire anche solo moralmente i cittadini che in quelle zone hanno casa e l\'hanno acquistata (con rata di mutuo) pensando di poter vivere con un po\' di serenità. Quanto al problema delle polveri sottili, la complanare le sposterà da Via Podesti, Via R. Sanzio ma non ne abbasserà la percentuale nell\'aria. La soluzione, condivisa a livello europeo e mondiale, è un taglio trastico delle emissioni e l\'utilizzo di motori sempre più \"puliti\", a cominciare dai veicoli elettrici, che cominceranno ad essere commercializzati già nel secondo semestre 2010. Già questa consapevolezza (ma i nostri politici ne sono consapevoli ?) avrebbe dovuto orientare verso scelte diverse. Non si è mai visto una nuova strada che riduce il traffico, semplicemente lo sposta. <br />
<br />
Senigalliesi, accorrete ancora più numerosi al prossimo dibattito.

Marino

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Probabilmente alcune delle critiche di Moogli sono il riflesso delle diverse impostazioni date ai propri interventi dai singoli candidati.<br />
Alcuni hanno parlato di fatti reali, altri hanno prospettato magnifiche sorti future per tutti, con minore realismo.<br />
Magari hanno riscosso più consenso a livello di primo impatto. In futuro, vedremo.<br />
Ricorderei, per stare ai fatti, anche certi botta e risposta, niente male, come quando il candidato Mancini ha criticato l\'abolizione delle circoscrizioni da parte dell\'attuale Governo, per poi essere corretto dal candidato Gazzetti, che gli ha rammentato che un primo taglio alla maggior parte delle circoscrizioni era stato operato dal Governo Prodi, al quale partecipava Rifondazione, e che il Governo Berlusconi si è limitato a completare l\' \"opera\" eliminando le circoscrizioni anche nei Comuni di maggiori dimensioni demografiche, facendo eccezione solo per i Municipi delle città metropolitane. Pace e bene.

Non ero al faccia a faccia, ma mi sembra di esserci stato grazie a questo commentatore che ci ha fatto una dettagliata cronaca della serata....Grazie!!!

..anche se la proposta di Fabrizio Marcantoni della 3^ corsia dinamica della A14 anziché la Complanare (come la chiama l\'amministrazione), che poi tanto complanare non è, non mi era sembrata \'poco consistente\'. Magari di poca o tanta consistenza per quella proposta ne potrebbero parlare meglio i cittadini delle zone interessate alla messa a dimora della \'strada di adduzione\' o quelli che stanno acquistando terreni in prossimità degli svincoli che verranno.

Commento modificato il 14 marzo 2010

Lei invita Marcellini a studiare e così facendo chiama forse in causa pure tutti i candidati e costitutori di questo progetto civico apartitico messo in atto, rei, a quanto pare a detta sua di essere ignoranti e qualunquisti.<br />
Come se fossero tutti presi da un ipotetico mazzo di basso profilo sociale. <br />
E qui si sbaglia...perchè le liste di Marcellini hanno persone di ogni professione, stato sociale ed estrazione che si sono trovate quasi casualmente senza forzature a confrontarsi intorno ad un tavolo in assoluta umiltà.<br />
Senza vocioni, ricatti, imposizioni... <br />
<br />
Ma proprio lei...si è studiato il nostro programma?? <br />
<br />
Credo di no, altrimenti si sarebbe accorto di quante precise innovazioni vorremmo portare in città a differenza delle solite frasi vaghe dove si parla solo di sviluppi e incentivi <br />
<br />
Venga in sede e riceverà una copia tascabile (5-6 paginette) senza costrinzioni.<br />
<br />
Riguardo le assenze nell\'arco dei cinque anni (perchè si parla dell\'intero mandato vero??)<br />
sarebbe ora di tirar fuori i dati precisi senza continuare a cercare di infangare il nulla senza fondamento. Il periodo delle assenze è stato relativo all\'ultimissimo anno poichè il dottore ha preferito dedicare qualche ora in più OLTRE IL NORMALE ORARIO ai pazienti (ricordiamo che non è un chirurgo plastico...ma un oncologo) in situazioni di emergenza rispetto alla \"bella statuina della maggioranza\" che parla, vota e respira a comando...<br />

(seconda parte per motivi tecnici del sito)<br />
<br />
Tra l\'insorgenza di problemi e urgenze nella sua famiglia (perchè l\'ospedale e i pazienti per Marcellini sono una famiglia) e il Consiglio Comunale le che cosa avrebbe scelto??<br />
<br />
ASSENZE PERTANTO NELLA NORMA RISPETTO A DIVERSI COLLEGHI!!<br />
<br />
Riguardo l\'impegno politico poi che potrà dedicare in caso di vincita...ha mai sentito parlare del presidente della Danimarca che convoca i consigli in tarda serata per poter andare a lavorare di mattina?? <br />
<br />
Sono queste le rivoluzionarie applicazioni che INSIEME PER SENIGALLIA e PROGETTO GIOVANI prevedono<br />
<br />
L. Fiorentini<br />
Candidato al C.C. con PROGETTO GIOVANI per Marcellini

Chi ha vinto?? <br />
Nessuno in quanto il profilo è stato bassissimo...<br />
<br />
Ovviamente io sposo le tesi di Marcellini dal momento che sono pure candidato nella lista Progetto Giovani.<br />
<br />
L\'unico dato certo è che di oltre 200 persone presenti di cittadini comuni votanti, non schierati, non sostenitori ufficiali, non candidati, non ve n\'era neppure un 10 per cento.<br />
<br />
Belle sicuramente le due stoccate di Mancini in risposta alle sterilità Mangialardiane: \"se tutto risolve il nuovo casello autostradale di Marina come dice Mangialardi, allora a che serve la complanare?\" - \"Anche un caporale qualche tempo fa iniziò a riunirsi nelle birrerie di Monaco...\"<br />
<br />
Ma le uniche proposte serie e realmente fattibili per tutta la cittadinanza le ho ascoltate, guarda caso, solo da Marcellini: \"ATTIVITA\' POLITICA A TEMPO DETERMINATO, NON PIU\' DI DUE MANDATI AMMINISTRATIVI DI QUALSIASI GENERE PER OGNI SINGOLO INDIVIDUO, POI SI TORNA A LAVORARE!\"<br />
<br />
Dopo questo, il silenzio assordante di tutti gli altri e il vuoto gioco di parole di Mangialardi \"boh, chi lavora non fa politica...chi fa politica non lavora..\" che nemmeno lui ha capito nel pronunciarlo<br />
<br />
Ora spetta i cittadini a decidere...<br />
<br />
MANTENERE (in tutti i sensi) o CAMBIARE??<br />
<br />
L.Fiorentini<br />
Candidato al C.C. con PROGETTO GIOVANI per Marcellini

Troppo generosa la percentuale del 10%,caro Lorenzo sei giovane e non conosci tutti i protagonisti diretti ed indiretti della politica senigalliese.Io penso ad una percentuale che non ha superato il 3%.Sono un sostenitore di Marcantoni,ma credo se anche di misura, il confronto<br />
lo abbia vinto Mancini,a seguire Fabrizio e Massimo,Gazzetti non è stato a mio avviso comunicativo,mentre Mangialardi,per me il peggiore.

Sig. Fiorentini, buongiorno. Ho letto il vostro programma, come ho letto quello degli altri candidati. La politica è una missione, senza se e senza ma. Dai dati diffusi al termine di questo mandato amministrativo, risulta che il dott. Marcellini è stato il consigliere meno presente in consiglio comunale. Allego il link all\'articolo <br />
<br />
http://www.viveresenigallia.it/index.php?page=articolo&articolo_id=236122<br />
<br />
O prendiamo questi dati per veri oppure facciamo come il nostro premier che un giorno sì e l\'altro pure mistifica la realtà. Siamo in un paese libero e possiamo fare come ci pare più opportuno. <br />
<br />
Il consiglio comunale è istituzione democratica, il luogo del confronto (e dello scontro - pacato - tra idee); lei aspira ad entrarci e spero proprio che se dovesse essere eletto, cosa che le auguro, se non altro perchè giovane, ne avrà il massimo rispetto, partecipando a tutte le sedute di commissione e di consiglio.<br />
<br />
Il dott. Marcellini è un bravo medico, fatto questo riconosciuto a Senigallia e oltre. Non capisco perchè lei attribuisca un diverso giudizio di valore tra un chirurgo plastico e un oncologo. Probabilmente perchè dal chirurgo plastico ci si va più per scelta e da un oncologo perchè costretti ? Non so ma la inviterei in futuro ad essere più prudente (perchè è vero che è giovane ma questo non le dà il diritto di essere arrogante). <br />
Il fatto che sia un bravo medico e che abbia scelto di stare il più possibile vicino ai suoi pazienti non è una giustificazione per aver svolto con superficialità (non so trovare altro termine) il suo ruolo di eletto (di maggioranza) in consiglio comunale. <br />
<br />
Le ricordo che il prof. Chiappetti, eletto nella lista della ex Margherita, quando si rese conto che per motivi di lavoro (non conosciuti all\'epoca della candidatura) sarebbe dovuto andare a 500 km di distanza) rinunciò ad entrare in consiglio comunale ! Nonostante le pressioni per entrare in consiglio comunale. <br />
<br />
Il dott. Marcellini ha dichiarato che se dovesse essere sindaco continuerebbe a fare il medico: gli crediamo e ne siamo contenti, sinceramente, perchè la sanità senigalliese ha bisogno di medici come lui. <br />
Dubito però (posso farlo ?) che con la presenza che è riuscito ad assicurare (per impegni di lavoro) in consiglio comunale il dott. Marcellini sarebbe anche un buon sindaco. Ovviamente, se dovessi essere smentito dai fatti ne farei pubblica ammenda. <br />
Credo che i senigalliesi e Senigallia abbiamo bisogno di essere amministrati da una persona con competenze, senso di dedizione, disinteresse e grande umiltà. Se il dott. Marcellini convincerà i senigalliesi di essere questa persona ne prenderà atto. Perchè per fortuna siamo ancora in una democrazia.<br />
<br />
Faccio ammenda per non aver riportato la proposta di Fabrizio Marcantoni rispetto alla terza corsia dinamica già prevista a Bologna. E\' vero. Mi permetto di dire però che a Bologna l\'autostrada con la terza corsia dinamica è affiancata da una circonvallazione, complanare, a scorrimento veloce e quindi non serve tanto per il traffico di attraversamento quanto per meglio organizzare il traffico autostradale. E in ogni caso, ripeto, per fortuna che Senigallia non è Bologna.

Caro Lorenzo io ho visto una decina di persone che sono state presenti al confronto e c\'è stato un solo denominatore comune.....riporto il dato:<br />
MANCINI il migliore<br />
MANGIALARDI in difesa ma non un granche<br />
GAZZETTI fumoso e poco comunicativo<br />
MARCANTONI senza infamia e senza lode<br />
MARCELLINI imbarazzante<br />
<br />
Poi non so.<br />
Logico che tutti i pasdaran portano acqua al loro mulino.<br />
Questi commenti comunque secondo me invece di farvi acquisire voti hanno effetto contrario...

Io c\'ero e quello che ha detto Mangialardi è un po\' diverso da quello riportato dal sig. Fiorentini. <br />
Le parole sono state (più o meno...non ho la registrazione) \"non bisogna fare della politica un lavoro, ma nemmeno fare politica per il lavoro\".<br />
Se ha detto così probabilmente una ragione c\'è.

Va detto, Quilly, che si giocava 4 contro 1. <br />
<br />
E che è l\'Amministrazione quella più facile da attaccare.<br />
<br />
Mi verrebbe da chiedere perchè nessuno a chiesto a Mancini il perchè della sua Allenza con i Rutelliani...

Io concordo pienamente con l’analisi dell’articolo, che mi sembra la più obiettiva. Marcellini è sicuramente più eccellente degli altri se si parla di temi a lui cari, meno sugli altri. Non ritengo però che abbia fatto figure imbarazzanti. A lui ad es. è stata fatta una domanda sull’ex hotel marche. Chi l’ha fatta sicuramente ha sbagliato nell’esprimersi ma ha detto parole testuali: “veramente questa domanda era per tutti, ma mi hanno detto di farla a marcellini” e poi ha letto la sua domanda. E già l acosa mi fa pensare, ma facciamo che chi ha posto la domanda non intendesse dire quello che ha detto. Cmq ritengo che Marcellini abbia dato una buona risposta e nemmeno sciocca o campata in aria, risposta che può o non può piacere, ma nel merito. Ritengo altresì che orami che ci sia fatta l’idea che di urbanistica non conosca nulla e che ciò sia inscusabile e la domanda fosse per dimostrare questo, ma non è vero e la sua risposta l’ha dimostrato. <br />
Inoltre, e lo dico spesso, l’importante è sapere quale tipologia di sindaco si vuole.<br />
infine è evidente che l’esperienza di marcellini non sia paragonabile agli altri candidati:<br />
marcantoni e gazzetti sono stati già sindaco, consiglieri e se non ricordo male gazzetti è pure stato assessore all’urbanistica<br />
si sa la carriera di mangialardi<br />
mancini ha più esperienza come consigliere e in più è sempre stato supportato da rebecchini che è stato ex assessore<br />
marcellini si è candidato da indipendente nel 2005 <br />
L’analisi sopra non vuole ledere nessuno dei candidati, ma trovo inutile contestare la candidatura di marcellini perché ha meno esperienza e la trovo inutile soprattutto da chi poi a parole vuole facce nuove.<br />
Laura Lavatori<br />

Consultiamo un video se è stato registrato per vedere la risposta di Mangialardi (di sua spontanea volontà, non era obbligato) alla proposta di Marcellini di bloccare le attività politiche a due mandati amministrativi. <br />
<br />
Personalmente di decine di persone sentite di diversi schieramenti non nè ho trovato una che avesse capito il senso dell\'espressione.<br />
<br />
Perchè non dici invece che se unilateralmente, al di là della competizione elettorale, fosse stata sostenuta questa proposta di Marcellini proprio Mangialardi non avrebbe dovuto neppur candidarsi???<br />
<br />
Perchè non ci fai un bel resoconto delle nuovissime candidature del 2010 del PD locale e regionale??<br />
<br />
Personaggi che fanno politica da 20-30 anni con incarichi di ogni genere...<br />
Vai allora a chiedere all\'operaio che ha piegato i chiodi per 30 anni se è la stessa cosa...<br />
e che ancora non può andare in pensione perchè tutti, a destra e a sinistra, gli spostano ogni anno l\'età pensionabile. <br />
<br />
Se questo può chiamarsi Partito Democratico...<br />
<br />
Qui si sta cercando di salvare l\'insalvabile...<br />
Di qui a poco finiremo proprio con il \"si salvi chi può\" <br />
Solo che i salvagente non saranno disponibili per tutti<br />
Argentina docet...<br />
<br />
Michele se hai questo pezzetto di registrazione...faccelo sentire! <br />
<br />
L.Fiorentini<br />
Candidato al C.C. con PROGETTO GIOVANI per Marcellini

Imbarazzante è pure votare la Complanare e poi incentrare un anno dopo una campagna elettorale sul fatto che è inutile...<br />
<br />
Ma non è Marcellini...<br />
<br />
E allora chi è caro Quilly??

Scusi, le sto rispondendo alle sue provocazioni con contenuti e proposte...<br />
Lei gira intorno all\'assenteismo e alla possibilità di amministrare con competenze e umiltà.<br />
<br />
In cinque anni di C.C. se nell\'ultimo anno una persona ha effettuato assenze per questioni più o meno personali non può essere recriminata per questo.<br />
Perchè non è solerte allora nella stessa maniera con l\'operato di ciascun consigliere. <br />
Essere presente 10 volte su 10 senza aprir bocca e respirare a comando è altrettanto lodevole??<br />
<br />
Gira intorno alla boccia ma non risponde se si fosse trovato lei al posto di Marcellini...A parole siamo buoni tutti...<br />
<br />
Farebbe prima a dire chi sostiene senza tergiversare troppo.<br />
<br />
Di candidati a sindaco umili l\'altra sera ne ho visti 1 e mezzo...<br />
<br />
Se cerca l\'umiltà e poi non la vede non so che dirle.<br />
Peccato che è mancata la cittadinanza comune per rendersene conto.<br />
<br />
L.Fiorentini<br />
Candidato al C.C. con PROGETTO GIOVANI per Marcellini

Non credo che sia corretto fare commenti su chi ha vinto e perso.<br />
Chi commenta è di parte e, come si è detto, il 95% delle persone presenti all\'incontro lo erano.<br />
Fatto sta, per Quilly, che gli interventi di Marcellini non avevano nulla di imbarazzante (ma chi te lo ha riferito non era certo dalla nostra parte). <br />
Massimo vuole parlare di idee e di un progetto nuovo per Senigallia, che non abbia al centro l\'urbanistica ma la persona, e volontariamente non vuole attaccare gli avversari. Può piacere o no, ma questa è la linea politica.<br />
Se ci fossi stato io al suo posto comunque non avrei fatto come lui: francamente ce ne sarebbe stato per tutti e Mangialardi in primis, che, pur giocando in casa, ha aperto il fianco ad attacchi degli avversari più di una volta (promessa sul consumo zero del territorio, girare intorno e non rispondere alla domanda sull\'antenna delle Saline, etc...). E ,come ha detto Lorenzo, il profilo del dibattito è stato basso, anzi non c\'è stato proprio dibattito. <br />
Mi sa che la prossima volta mi candido io a Sindaco...mi sarebbe proprio piaciuto essere su quel tavolo e colpire di fioretto.<br />
<br />
Fabrizio Chitti<br />
<br />
Candidato consigliere \"Insieme per Senigallia\"

Ripeto non c\'ero.<br />
Riporto giudizi di altri e voi dite i vostri.<br />
La prossima volta ci sarò e potrò farmi un idea mia.

Commento modificato il 14 marzo 2010

Ognuno ha i suoi \"altri\":<br />
<br />
Tutti i candidati sono convinti di aver vinto il confronto e di vincere le elezioni perchè frequentano i propri gruppi, la propria gente e sono convinti che quei gruppi e quelle persone, che ovviamente danno giudizi positivi e danno entusiasmo al proprio \"cavallo\", siano il \"popolo\".<br />
<br />
I risultati veri si vedono solo alle elezioni.

Enrico

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Enrico,<br />
è vero, contrariamente a quanto faccio di solito, ho espresso dei giudizi. L\'ho fatto per due ragioni:<br />
<br />
1) Ho pubblicato i video di quasi tutta la serata, chi vuole può farsi un\'idea da solo.<br />
<br />
2) Vista l\'abbondanza del materiale l\'esigenza era quella di riassumere il senso e le dinamiche dell\'incontro. E questo inevitabilmente porta a fare delle interpretazioni, che lei può condividere o meno.<br />
<br />
Le ricorda anche che per lasciare un commento è necessario registrarsi e che chiunque, e tanti l\'hanno fatto, può raccontare l\'incontro dal proprio punto di vista.

Enrico

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Mi spiace che ritenga il titolo così fuorviante, io sono ancora convinto che il punto più caratteristico e significativo della serata siano stati gli attacchi di Mancini e Marcantoni a Mangialardi, ma come dicevamo questa è la mia opinione che evidentemente diverge dalla sua.