Guzzonato sulla scuola: \'Formazione culturale e sbocchi professionali\'

Scuola 19/03/2010 - Scuola e formazione in un legame indissolubile e devono poter contare su istituzioni scolastiche e universitarie regionali veramente cooperative. Una scuola per tutti e alla portata di tutti, pari opportunità di istruzione agli alunni delle scuole marchigiane, ovunque essi risiedano e qualunque siano le realtà familiari da cui provengono.

Occorre investire per accelerare crescita e sviluppo della Regione e ben integrare le azioni regionali con quelle statali perché i processi educativi e formativi accompagnino in tutte le sue età la vita del cittadino. Insegnanti, tecnici e amministrativi devono vivere i processi scolastici in modo gratificante e con garanzie di stabilità in una dimensione che veda riaffermato il ruolo insostituibile e prioritario della scuola pubblica in un corretto e proficuo rapporto di collaborazione e sostegno con quella paritaria, ma dove la qualità e i doveri siano per tutti il riconoscimento di un giusto servizio ai giovani e alle famiglie.


Per la scuola dell’infanzia per assicurare posti e opportunità anche nei centri meno dotati di servizi, la Regione dovrà garantire i necessari finanziamenti a scuole comunali e private paritarie, dopo aver stabilito con lo Stato le necessarie intese per l’assegnazione degli insegnanti in misura più vicina possibile ai bisogni. Scuole elementari e medie hanno esigenze particolari come: il pieno rispetto dell’obbligo, la qualità e il pluralismo metodologico, l’offerta di adeguati centri si scuole a tempo pieno con ammissioni che tutelino le famiglie dei lavoratori a basso reddito, il mantenimento di significative e qualificate presenze di insegnanti di sostegno per gli alunni disabili e per facilitare stato l’integrazione dei bimbi stranieri nelle fasi di ingresso. Lavoro mirato va fatto anche nel campo della dispersione scolastica. Il sistema di scuole superiori deve essere aperto e flessibile, che abbia i suoi punti di forza nella formazione culturale ma anche con efficaci azioni volte a garantire gli sbocchi professionali: si ai licei di cultura umanistica e scientifica ma insieme contribuire al rilancio e valorizzazione degli Istituti tecnici. Dovremo garantire nel sistema scuola e formazione un impegno attivo della Regione per l\'educazione ambientale, nella convinzione che le tre aree chiave della sostenibilità sociale, ambientale ed economica, siano sostenute dalla cultura e quindi da processi educativi in tutte le età della vita del cittadino.


Università, Accademie, Conservatori sono altre ricchezze del sistema formativo regionale e sono le Istituzioni che dovranno mantenere e crescere la loro alta funzione, creando sistema e coprendo l’intero arco dei processi di studio ai gradi più avanzati, aperte alle collaborazioni a livello nazionale e europeo: centri di cultura e di ricerca dovranno testimoniare la forza della Regione Marche e la sua capacità di porsi come modello regionale. L’obbligo scolastico e formativo, la scuola, la formazione professionale l’Università e il lavoro non possono più considerati come sistemi separati. I giovani dovranno poter passare dall’uno all’altro senza perdere ciò che fino a quel momento hanno imparato, grazie al riconoscimento delle competenze acquisite nell’insieme delle loro esperienze.


E’ questo il nostro compito per garantire, come recita l’articolo 34 della Costituzione italiana, il diritto allo studio.

da Michelangelo Guzzonato
candidato regionali Pd




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-03-2010 alle 14:14 sul giornale del 20 marzo 2010 - 730 letture

In questo articolo si parla di scuola, politica, michelangelo guzzonato, pd


asterix

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Domani Guzzonato uscirà su un altro argomento su cui è ferratissimo: le apparizioni degli UFO ! Per fortuna che inizia l\'ultima settimana di campagna elettorale ...!