“Jesi com’era”. Viaggio nel passato illustrato con il Rotary club

da dx: Vittorio Cappannari, Geniale Olivieri e Paolo Morosetti 2' di lettura 22/03/2010 - “Jesi com’era”. E’ un viaggio illustrato tra foto e filmati della Jesi anni ’40 quello proposto nei giorni scorsi dal Rotary Club di Jesi. L’incontro, nella bella cornice del ristorante dell’hotel Federico II, ha visto due protagonisti d’eccezione: Geniale Olivieri e Vittorio Cappannari, jesini doc.

Una dichiarazione d’amore a Jesi, fatta attraverso foto, cartoline illustrate e filmati di una città profondamente mutata, sia sotto il profilo urbanistico che culturale e sociale. La pianta della città si allarga, si complica e si intreccia di nuove strade, tante rotatorie, sempre più grandi mostri in cemento a soffocare il verde. I costumi cambiano, le mode evolvono. Le abitudini stesse vengono sradicate. La gente è diversa oggi, smette di festeggiare e di ritrovarsi in quel corso Vittorio Emanuele che oggi è intitolato a Matteotti, smette di partecipare agli eventi in piazza del Plebiscito (ora della Repubblica) e se esce, è solo con la macchina perché il gusto di camminare insieme si è perso con la fretta e la frenesia dei tempi. La città dagli anni ’40 ai giorni nostri, ce l’hanno raccontata attraverso una collezione infinita di foto (oltre 1800) e di filmati i due ospiti del Rotary club di Jesi: Geniale Olivieri cineamatore e Vittorio Cappannari, collezionista di cartoline. Jesini doc, memorie storiche e attenti osservatori dei cambiamenti.

Personaggi che hanno passato gran parte della loro vita a raccogliere testimonianze di Jesi dalla fine degli anni ’40 a oggi”, spiega il presidente Rotary Paolo Morosetti. Troviamo il frutto del loro lavoro di raccolta di testimonianze nei tanti volumi realizzati in collaborazione con il decano dei giornalisti jesini Giuseppe Luconi, in vendita nelle migliori librerie della città. Un viaggio amarcord, malinconico e dolceamaro, che ci fa guardare al passato con un sorriso che si fa subito tirato quando lo paragoniamo con la contemporaneità. Il Rotary si riunisce anche questa sera alle 20,30 al Federico II per illustrare i progetti benefici in Africa.








Questo è un articolo pubblicato il 22-03-2010 alle 23:53 sul giornale del 23 marzo 2010 - 1626 letture

In questo articolo si parla di cronaca





logoEV