Maiolati: comitati, nessun candidato del PD all'incontro con associazioni e cittadini

23/03/2010 - Non è stato facile. Non è stato facile sintetizzare in nove punti di impegno le posizioni di comitati ed associazioni.

Non è stato facile riunire attorno ad un tavolo candidati di tutti gli schieramenti e di quasi tutti i partiti che il prossimo fine settimana concorreranno al governo della regione Marche. Non è stato facile organizzare la discussione in modo che ogni candidato o ogni lista avessero lo stesso tempo a disposizione. Non è stato facile evitare i battibecchi di una politica che, invece di guardare alle persone ed ai fatti, tende spesso ad attaccare questo o quello schieramento di appartenenza. MA CE L’ABBIAMO FATTA. Lo scorso venerdì 19 marzo presso i locali dell’ex 6001, davanti ad una sala quasi al completo, abbiamo assistito ad un evento forse unico in questa campagna elettorale (e non solo di questa!) dove diversi candidati hanno accettato di impegnarsi su punti comuni, a prescindere dal proprio schieramento di appartenenza. Il nostro ringraziamento va innanzi tutto ai numerosi Cittadini partecipanti i quali, con le loro domande precise e circostanziate, hanno reso possibile un vivace dibattito.


Per correttezza verso quei candidati che hanno dato la loro adesione entro i termini stabiliti nell’invito, ringraziamo per la propria adesione i candidati.


PDL: Milva Magnani, Daniele Silvetti.

IDV: Paolo Cingolani, Serenella Moroder, Ivano Rocchetti.

LISTE CIVICHE MARCHE: Maria Chiara Ballerini, Italo Campagnoli, Gabrio Jommi, Marincioni Franco, Tommaso Rossi, Francesco Verdelli.

SEL: Rossana Giacconi

PRC: Giuliano Brandoni, Daniela Cesarini.

Ringraziamo poi anche tutti gli altri candidati che hanno dato la loro adesione successivamente, anche se al di fuori della data stabilita

PDL: Simone Cola, Tiziano Consoli

INSIEME PER IL PRESIDENTE: Isabella Urbani

LEGA NORD: Michela Pergolini

UDC: Patrizia Niccolaini, Massimo Tittarelli

SEL: Massimo Binci

RCI: Marco Amagliani, Raffaele Bucciarelli.


Abbiamo visto sedere fianco a fianco candidati che i nove punti di impegno li hanno sempre sostenuti con le loro azioni, candidati che si affacciano per la prima volta ad una tornata elettorale e addirittura candidati che fino a non molto tempo fa hanno avuto iniziative politiche in netto contrasto ad alcuni dei nove impegni proposti. Ne citiamo alcuni, proprio perché li vogliamo ringraziare due volte: la loro firma sconfessa, almeno parzialmente, la loro linea politica tenuta durante il loro incarico precedente, per cui questo coraggio pre elettorale va sicuramente evidenziato. Siamo lieti di vedere il candidato Massimo Binci, consigliere regionale uscente che risulta essere uno dei relatori, in VI Commissione, della Proposta di Legge 367, firmare in campagna elettorale ad una settimana dalle elezioni un impegno a cassarla (Punto 2 dei punti di impegno per i candidati).


Siamo lieti di vedere il candidato Marco Amagliani, Assessore Regionale all'Ambiente uscente, aderire ai 9 punti di impegno che prevedono una moratoria degli impianti e delle proposte in itinere (punto 1 dei nove impegni per i candidati). Viene infatti da pensare, fra i tanti, allo storico “caso di Schieppe”, o alla firma in calce dell'uscente assessore alla delibera di giunta regionale 211/2008 che dà parere positivo al mega elettrodotto di 1.100 MW Ancona-Croazia. Unica nota “stonata” della serata: come fatto notare dal candidato Brandoni non c’era NESSUN CANDIDATO dell’attuale partito di maggioranza relativa. NESSUN CANDIDATO del PARTITO DEMOCRATICO ha creduto valesse la pena impegnarsi direttamente e concretamente con i Cittadini e con i Comitati. Non aggiungiamo altro.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-03-2010 alle 16:47 sul giornale del 24 marzo 2010 - 1072 letture

In questo articolo si parla di ambiente, attualità, Maiolati Spontini, Vallesina, Comitato Tutela della salute e dell'ambiente della Vallesina, comitato tutela salute e ambiente vallesina